Dove la tua passione incontra New York

Home » Duecento bambini ricordano le vittime

Duecento bambini ricordano le vittime

SHARE
, / 0

Sono stati i duecento bambini a segnare questa giornata a New York. Duecento bambini che hanno letto a voce alta i nomi delle 2.792 vittime del crollo delle torri gemelle 2 anni fa.

La città si è fermata quattro volte in un momento di silenzio per pregare e pensare alle vite spezzate di quella tragica mattina di settembre.

Da Washington anche il presidente Bush ha ricordato le vittime prestando un rigoroso silenzio con la testa bassa alle 8:46, momento in cui il primo aereo si è schiantato sulla prima torre. In seguito si è allontanato il silenzio per recarsi alla chiesa di S. Giovanni da dove, al termine della funzione religiosa, ha voluto ricordare le vittime. “Ricordiamo le vite perse. Ricordiamo gli atti eroici. Ricordiamo i nostri concittadini. Preghiamo per i mariti e le mogli, le mamme e i papà, i figli e le figlie e tutte le persone amate. Preghiamo per il coraggio e la saggezza.”

A New York il sindaco Bloomberg ha ricordato che New York è stata colpita pesantemente ma che con la nostra forza riusciremo a risollevarci e a ricostruirla. Non dimenticheremo mai coloro che adesso non ci sono più”

PASSWORD RESET

LOG IN