Dove la tua passione incontra New York

Home » Yorkville, uno sguardo verso oriente

Yorkville, uno sguardo verso oriente

SHARE
, / 0

Chi ha detto che New York è una metropoli caotica e piena di traffico, di sicuro non ha mai fatto un giro tra le strade di Yorkville, un quartiere delimitato dalla 79th Street a Sud, dalla 96th Street a Nord, dall’East River ad Est e dalla Third Avenue ad Ovest. Un quartiere situato in una tra le strade più tranquille e silenziose di tutta New York.

Yorkville, nacque a metà dell’Ottocento, e fu, fin dall’inizio, punto di aggregazione per gli immigrati tedeschi facendo diventare la 86th Street il centro delle loro attività culturali e commerciali, ma anche di teatro, locali e vita notturna. Di questa epoca sopravvivono la festa annuale dello “Steuben Day”, l’Oktober Fest più grande di New York che quest’anno si terrà il 25 settembre 2010, ed alcune “bierstube” tradizionali e negozi alimentari con prodotti tipici.

Yorkville ha poi visto l’arrivo di immigrati ungheresi (la chiesa e scuola di Saint Stephen sono ancora un punto di riferimento importante per questa comunità), per poi trasformarsi negli anni Venti in uno dei quartieri residenziali più esclusivi dell’alta borghesia newyorkese. Tuttora il codice di avviamento postale 10028, che racchiude questa zona, è tra i più ambiti e prestigiosi.

Molti degli edifici di questo tranquillo quartiere sono comunemente definiti “pre-war” perchè costruiti all’inizio del Novecento prima della Grande Guerra e sono caratterizzati da pavimenti in legno “parquet” e da alti soffitti.

In questo quartiere, e più precisamente su East End Avenue, si affaccia il residence “East River Apartments” che offre 30 appartamenti molto eleganti e spaziosi, di diverse dimensioni e tutti completamente arredati per vivere New York proprio come un vero newyorkese. Lo stabile, sede anche della redazione del primo sito italiano dedicato a New York, il NYC-Site.com, è stato originariamente costruito nel 1902. La struttura attuale risale al 1927, con successivi lavori negli anni Sessanta e nel 2008. Nei prossimi mesi verrà completata la ristrutturazione dell’entrata, dei luoghi comuni e del giardino che offre una prospetttiva particolare verso l’interno dell’isolato ed un punto di sosta appartato. Tipiche di questi edifici sono inoltre le scale esterne antincendio in ferro e le decorazioni a losanga sulla parte più alta della facciata.

I visitatori europei restano sempre molto sorpresi dalla normale vita quotidiana che i residenti svolgono in questo quartiere a dispetto della frenetica attività di New York.

Yorkville offre senza dubbio una finestra diretta su questo stile di vita, e per questo vi consigliamo di trascorrere qualche ora nelle vie del quartiere, osservando i ragazzini in divisa che si dirigono verso le varie scuole locali, le baby-sitter che portano i bimbi al parco giochi, gli uomini e le donne d’affari che in taxi o in bus si dirigono verso MidTown e Wall Street, ed i numerosi negozi, boutique e ristoranti della East End Avenue, York Avenue, First Avenue e Second Avenue. Le street, che invece intersecano le Avenue, in questo quartiere sono prevalentemente residenziali. Da non perdere inoltre la possibilità di gustarsi a fine giornata un’ottima birra in uno dei numerosi pub irlandesi della zona.

Agli appassionati di architettura segnaliamo invece Handerson Place, un “cul de sac” tra l’86th Street lungo East End Avenue, con 24 case a tre piani, ora vincolate, costruite nel 1881-82, tipiche per gli alti camini di mattoni, le arcate di ingresso e le ringhiere in ferro battuto. Da vedere inoltre Gracie Mansion, del 1799, la residenza ufficiale del Sindaco di New York su East End Avenue all’altezza della 88th Street, e Carl Schurz Park, del 1891, lungo l’East River per una spettacolare passeggiata lungo la riva del fiume.

Collegati per le foto su http://www.nyc-site.com/newyork/index.php/nymag-informazione/2153-yorkville-uno-sguardo-verso-oriente.html

PASSWORD RESET

LOG IN