Dove la tua passione incontra New York

Home » Alla scoperta di New York, quartiere per quartiere

Alla scoperta di New York, quartiere per quartiere

SHARE
, / 0

nxn-front

Il sindaco Bloomberg e NYC & Company, ente del turismo di New York, hanno dato il via a “Neighborhood x Neighborhood“, una nuova iniziativa progettata per supportare i business locali e promuovere il turismo nei quartieri al di fuori delle mete turistiche tradizionali nei cinque distretti della città. A partire da Bushwick, Fort Greene, Williamsburg e Brooklyn, NYC & Company promuoverà ogni mese i quartieri quali punto d’interesse, sia per i newyorkesi che per gli oltre 52 milioni di turisti che ogni anno visitano New York. Sempre più viaggiatori stanno dimostrando interesse ad esplorare i distretti della città: basti pensare che solamente negli ultimi sei anni, 72 nuovi hotel sono stati costruiti al di fuori Manhattan.

New York si compone di cinque città unite sotto un’unica grande metropoli: Brooklyn, Bronx, Manhattan, Queens e Staten Island. La campagna “Neighborhood x Neighborhood” ha l’obiettivo di evidenziare la convenienza e l’accessibilità dei quartieri dei cinque distretti, con particolare enfasi sulle zone in cui sono state sviluppate nuove strutture alberghiere negli anni più recenti. I quartieri e i punti caratteristici sono stati selezionati attraverso una collaborazione che ha coinvolto i funzionari del City Council, NYC Small Business Services, i business development districts, community leaders e un’attenta analisi da parte dei più di 2.000 membri di NYC & Company.

“È importante che i turisti che arrivano a New York siano a conoscenza delle numerose proposte presenti in ogni quartiere della nostra meravigliosa città; ottimi ristoranti, negozi e organizzazioni culturali” – afferma il sindaco Bloomberg – “Ci siamo concentrati sul portare più turisti nei quartieri al di fuori di Manhattan, e questo ha portato alla costruzione di nuovi hotel e allo sviluppo di attività economiche legate al turismo all’interno di questi distretti. I nostri quartieri sono ciò che conferisce vera unicità a New York e i visitatori che si addentrano alla loro scoperta, spingendosi oltre gli itinerari turistici tradizionali, ne sono certamente ripagati con esperienze indimenticabili, che si vivono solo a New York”.

New York continua a crescere il suo potenziale grazie alle oltre 90 mila camere d’albergo, 25 mila ristoranti e più di 31 mila negozi che rappresentano ben 365 mila posti di lavoro. La città si impegna per il conseguimento di un nuovo obiettivo, quello di accogliere un totale di 55 milioni di visitatori entro il 2015, generando un ritorno economico di 70 miliardi di dollari.

A partire da questa settimana, i primi quartieri coinvolti nel programma mensile saranno Bushwick, Fort Greene, Williamsburg e Brooklyn.

“Mi fa molto piacere che lo storico centro di Fort Greene, sede della Brooklyn Academy of Music del Brooklyn Flea e di punti d’interesse architettonici e culturali, sarà una delle prime destinazioni del programma”, afferma Letitia James, Council Member, che sostiene appieno la campagna “Neighborhood x Neighborhood” promossa dalla città di New York.

“Quartieri come Williamsburg fanno di New York. Le comunità differenti di cui si compone, gli eventi culturali e i suoi ristoranti contribuiscono a renderla una destinazione perfetta per i turisti in cerca di una giornata emozionante. Non potevo essere più orgoglioso di rappresentare Williamsburg e l’unicità dei quartieri circostanti”, ha dichiarato Stephen Levin, Council Member.

“Neighborhood x Neighborhood” è il tipo di campagna che interessa in modo diretto il cittadino newyorkese, poiché promuove i quartieri in cui viviamo, le attività di cui siamo proprietari o gestori e i centri culturali che amiamo e condividiamo con le nostre famiglie” afferma Diana Reyna, Council Member. “Il fascino di New York si estende ben oltre i noti punti turistici quali Times Square; vive e respira nei negozi locali, nei nostri ristoranti e spazi artistici. Mettendo in risalto attività commerciali come Brooklyn Cupcake, e organizzazioni culturali come NURTUREart, stiamo ridefinendo l’esperienza newyorkese, sia per i visitatori che per i residenti”.

Conosciamo meglio queste prime zone di New York e le loro attività che saranno interessate dall’iniziativa Neighborhood x Neighborhood.

Bushwick

nxn-brooklyn-bushwick-street

Singolare quartiere situato a nord di Brooklyn, Bushwick possiede un passato industriale e sta velocemente diventando meta rinomata per la ristorazione, l’arte e la vivace vita notturna. Diverse linee della metropolitana attraversano Bushwick – incluse la linea L, M, J e Z – agevolando il tragitto da qualsiasi angolo della città per una tappa in questo quartiere all’avanguardia.

Aperto dal 2008, Roberta’s si riconosce per la facciata semplice che fronteggia un rinomato ristorante italiano, conosciuto per la sua pizza napoletana artigianale e per il suo giardino sviluppato su più livelli. Oltre a torte dai nomi bizzarri, con guarnizioni atipiche, Roberta’s propone pasta, salumi e piatti quali merluzzo con arancia rossa, semi di papavero e cavolfiore.

Situato in una fabbrica tessile ristrutturata, il centro Shops at the Loom ospita una ventina di attività molto diverse fra loro: da mostre e centri yoga, fino a café e boutique.

Ex-magazzino, 56 Bogart è un grande centro artistico, che ospita gallerie commerciali, studi e spazi di artisti. Le gallerie includono NURTUREart, il Bogart Salon e Momenta Art.

Fort Greene

nxn-brooklyn-fort-greene

Fort Greene è circondato da Boreum Hill, Clinton Hill e Prospect Heights. I suoi cafè, negozi di biciclette, panetterie e negozi a conduzione familiare, insieme al suo ricco passato storico conferiscono a questo lussureggiante quartiere una certa vivacità. Fort Greene è anche sede del primo parco di Brooklyn, Fort Greene Park. Il quartiere è facilmente accessibile tramite le linee metropolitane B, D, M, N, Q, R, 2, 3, 4 e 5.

Destinazione ideale per gli amanti dello spettacolo e del cinema, la Brooklyn Academy of Music (BAM), vanta più di 200 esibizioni ogni anno, ospita Live performance presso il BAMcafé e proiezioni cinematografiche. A Fort Greene si trova anche il Kumble Theater for the Performing Arts, un accogliente luogo di incontro che propone produzioni teatrali, eventi musicali e spettacoli danzanti.

Uno dei primi cantieri navali in America, Brooklyn Navy Yard ora ospita BLDG 92, polo espositivo ed ufficio turistico. Celebrando il passato, il presente e il futuro di Brooklyn, Navy Yard’s, BLDG 92 è sede di esibizioni, di tour aperti al pubblico, programmi educativi, risorse d’archivio e molto altro.

Williamsburg

nxn-brooklyn-williamsburg-east-river-ferry

Meta già molto frequentata da newyorkesi e non, Willamsburg è un quartiere fuori dal comune, rapidamente sviluppatosi negli ultimi 15 anni. I numerosi ristoranti indipendenti che si susseguono lungo le strade di Williamsburg ne riflettono le differenti culture. Situato in prossimità delle linee L, G, J, M e Z, Williamsburg è facilmente accessibile da qualsiasi punto di New York. Per la modica cifra di 4 dollari a tratta, giungere a Williamsburg tramite l’East River Ferry di NY Waterway è un’ottima opportunità per ammirare lo skyline newyorkese durante il tragitto. All’arrivo al North Williamsburg terminal, i visitatori si trovano a pochi passi a piedi dal centro del quartiere e dai numerosi negozi e ristoranti.

Per un “assaggio” di cultura latina e italiana, entrambe comunità presenti a Williamsburg, non si può mancare una visita a Brooklyn Cupcake. Il preferito dai residenti, propone una serie di cupcake dai gusti insoliti, quali tiramisù, guava con queso e French toast. Per entrare a contatto con l’eredità latina di Williamsburg, Bar Celona è un esclusivo bar e lounge che offre tapas e cocktail originali. Lo chef del rinomato Diner di Brooklyn è ora parte dello staff di Saltie, panetteria e sandwich shop in stile nautico che propone delizie originali accanto alle tradizionali. Il menu include ad esempio crostate al formaggio di capra e alla marmellata per la colazione e the Ship’s Biscuit, un sandwich all’uovo e al formaggio in versione Saltie, con morbide uova e cremosa ricotta servite su una focaccia artigianale.

Fra i luoghi preferiti dagli abitanti di Williamsburg, il ristorante La Superior: aperto per il brunch, a pranzo e a cena. L’economico e informale ristorante offre piatti che variano da beef tongue tacos alle enchiladas di pollo.

Una delizia per gli amanti della carne, Fette Sau propone barbecue di carne venduta a peso serviti su carta da macelleria e birra al gallone. L’illustre ristorante di Williamsburg cucina la sua carne internamente al ristorante con il metodo dry rub e usa esclusivamente prodotti biologici e da allevamento tradizionale. Il menu varia ogni giorno, ma include bavette, costine e pancetta di maiale.

La maggior parte dei visitatori di Williamsburg vi si reca per provare le sue prelibatezze gastronomiche, ma vale la pena frequentare il quartiere anche per la sua ampia offerta di esclusive boutique di moda, come fanno i residenti. Grand Street ospita Fresthetic, Live Astro e Rebelution Ink, stilisti molto conosciuti, famosi per le loro T-shirt silk-screened.

PASSWORD RESET

LOG IN