Dove la tua passione incontra New York

New York celebra il duo Fischli-Weiss

SHARE
, / 0

Una grande retrospettiva al Guggenheim e due installazioni site-specific nella metropoli rendono omaggio agli artisti zurighesi Fischli-Weiss. Noti per il loro spirito dadaista

Montagne di salsiccia e di oggetti banali, ma anche luoghi come autostrade, aree residenziali o aeroporti. Il quotidiano, quello che di solito non fa testo, nelle opere di Peter Fischli (1952) e David Weiss (1946-2012) ci sfida. Zurighesi, eredi spirituali di uno spirito dadaista alla Cabaret Voltaire, Fischli-Weiss del quotidiano ribaltano le coordinate percettive, dalle leggi di gravità al concetto stesso di bellezza.

E il mondo, quello più prosaico in cui siamo immersi, assurge a soggetto della loro opera dando vita a infinite variazioni di paesaggio, come racconta la vasta retrospettiva “Peter Fischli David Weiss: How to Work Better”, dal 5 febbraio al 20 aprile, al Guggenheim di New York. Il loro lavoro, scandito in sculture, foto, video e installazioni, ci rivela il lato estatico e sorprendente ma anche oscuro e inquietante della quotidianità attraverso opere, che emergono sempre da un’estetica “Do it yourself”.

CONTINUA A LEGGERE

PASSWORD RESET

LOG IN