NYC-SITE.COM | Il più consultato forum di discussione su New York
26 Agosto 2019, 05:02:59 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizie: Cerchi un hotel a New York? Clicca qui!
 
   Home   Guida Ricerca Gallery Accedi Registrati Chat  

Pagine: 1 ... 5 6 [7] 8   Vai giù
  Stampa  
Autore Discussione: 4 amici a NY....16/25 marzo 2007  (Letto 23315 volte)
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
Globetrotter
Silver Member
**

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Sesso: Femmina
Messaggi: 208


I love USA


E-mail
« Risposta #90 inserito:: 12 Aprile 2007, 18:30:23 »


Mi aggrego al gruppo di valda e MoMa.... Wink
Albe continua con il tuo racconto!!!! Ci facevi sognare ad occhi aperti!!! Smiley
Aspettiamo con impazienza....RITORNA!!

Ciao....
Registrato

NY, forever in my heart...
albe79
Silver Member
**

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 190


W questo FORUM!!!


E-mail
« Risposta #91 inserito:: 16 Aprile 2007, 08:57:16 »


Ciao a tutti.
Scusate se ho latitato un pò negli ultimi giorni, ma il lavoro (vista la vacanza) si era accumulato. Spero di iuscire in questi giorni a continuare il mio racconto. Intanto vi saluto.  Smiley
Registrato

I have a dream.
albe79
Silver Member
**

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 190


W questo FORUM!!!


E-mail
« Risposta #92 inserito:: 20 Aprile 2007, 14:46:49 »


6° GIORNO: VIAGGIO CULTURALE….CON VISTA. 22 marzo 2007. Mercoledì.

Come ogni mattina, il dolce risveglio, dal comodo divano, con la luce che entra dalle grandi finestra, e il Crysler che svetta tra i palazzi di midtown. La notte costellata di dolci sogni, il pensiero che ripercorreva la giornata precedente, probabilmente la più ricca di emozioni vissute nelle bigapple.
Ogni singolo viso delle persone incontrate che come una fotografia era impressa nei miei occhi. Mi sentivo ricco, di esperienze, emozioni, sentimenti e amore per questa grande città. Qualche minuto ancora sdraiato, avevo bisogno di rendermi conto che non era stato tutto un sogno.
Mi alzo, dalla camera da letto senti il rumore dei miei tre compagni di viaggio, russano, si rigirano tra le lenzuola, probabilmente anche loro stanno sognando avventure e street.
Mi metto la tuta e scendo, per strada…tra la gente che va al lavoro o a scuola…mi immetto nel flusso della vita quotidiana newyorkese…ormai mi sento parte integrante di questa grande famiglia…anch’io contribuisco e riempire marciapiedi e metro, ristoranti e negozi…la giornata si presenta bene…poche nuvole bianche coprono in parte il cielo limpido e azzurro. Entro da starbucks…ormai mi conoscono…caffèlatte e cornetto…solito posto vicino alla vetrata…solita real tv sulla città…solita sensazione di sentirsi a casa…finisco la mia prima colazione, esco accendo la sigaretta, prima nuvoletta di fumo e mi metto in moto. A NY è impossibile stare fermi…anche se non fai niente devi essere in movimento, ridiscendo fino alla 34esima e giro a sinistra verso l’Empire…prendo il cellulare e chiamo il mio amore…lontano 6000 Km (ma sento meglio qui che quando la chiamo dal lavoro 3 km)….la nostalgia di lei è sempre più forte…come vorrei averla con me…mi manca…e io manco a lei…lei nonostante tutto mi sprona a godermela al massimo…e sicuramente oggi mi mancherà ancora di più. Infatti prima di andare a dormire la sera precedente avevamo deciso che oggi sarebbe stata la giornata culturale. Il programmino prevedeva i musei.
Dopo un doloroso saluto…chiudo il telefono e ritorno in camera, devo svegliare i ragazzacci…anche questa giornata è ricca di impegni.
Salgo in camera…trovo davide al PC che cerca di farlo funzionare, ma niente da fare…matteo e francesco sono ancora a letto. Domanda di rito…non posso deludere i ragazzi, anche se non faceva eccessivamente freddo….li guardo con sguardo cupo…ragazzi c’è il sole, ma l’aria è gelida…mi arriva un cuscino in faccia e un rosario di insulti…ormai è il nostro rito mattutino e a portato bene….quindi lo continuiamo.
Ci prepariamo e saliamo al bar dell’hotel per la colazione. Oggi tavolo vista statua…solita coda al buffet…solita scorpacciata di cornetti, succhi, caffèlatte, pane e marmellata…siamo tutti un po’ increduli, tutti con il sorriso sulla faccia, tutti che ripercorrono i ricordi della giornata precedente. Qualche battuta fra di noi, molti commenti e tanti di questi deficenti…ma l’importante è che siamo fieri di esserlo…Francesco alza gli occhi alla TV la CNN trasmette le notizie…ad un certo punto fanno vedere Bank-I-Moon, il segretaio generale dell’ONU (incontrato il giorno precedente9…ed esce la scritta Attentato….Fra ci chiama e ci giriamo di corsa tutti, concentrati sulla TV…fanno federe le immagini del presunto attentato in Iraq del segretario generale, siamo increduli….ma come?....l’abbiamo visto 12 ore fa?...capiamo che alla fine non è successo nulla, e allora cominciamo le battute…matteo< adesso viene la CIA e ci arresta…l’abbiamo salutato noi e questa quasi schiatta>….io…<ca**o…portiamo proprio sfiga..una volta che conosciamo qualcuno di famoso…ce loammazzano>…e tutti insieme ridiamo come dei deficenti…e la gente intorno a noi ci guarda un po’ stupita e un po’ divertita….d’altronde siamo italiani…e come al solito ci facciamo riconoscere. Finita la colazione…approvato all’unanimità il programma della giornata torniamo in camera a prepararci per la giornata.
Circa 20 minuti e siamo in strada…solito metro…e solita metro card che non apre il tornello…e provate ad indovinare di chi???....chi è che sbaglia sempre i cibi???....dopo qualche insulto e la signorina dell’ufficetto  esce e gli apre il tornello con la stessa metro….che figura…e noi dall’altra parte che lo insultiamo pesantemente.

CONTINUA
Registrato

I have a dream.
albe79
Silver Member
**

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 190


W questo FORUM!!!


E-mail
« Risposta #93 inserito:: 20 Aprile 2007, 14:47:47 »


Prendiamo finalmente il treno…direzione Uptown, fermata al Rockfeller center…infatti avevamo programmato la salita al Top of The Rock…mischiati a Newyorkesi e pochi turisti scendiamo nei pressi del rock…facciamo un giretto tra i palazzi che lo compongono e troviamo l’ingresso che cercavamo. Eravamo un po’ emozionati, la prima vista dall’alto…ci mettiamo in coda per i biglietti…o meglio, mandiamo avanti “cassa comune matteo” a fare i biglietti…avevamo anche delle riduzioni che ci avevano lasciato il sabato precedente durante la sfilata di S. Patrizio…c’erano vari tipo di biglietti e optiamo per quello “top of the rock + Moma” 30 USD – 2 USD di sconto. Iniziamo come al solito le varie trafile per l’ingresso…tra cui la foto obbligatoria (ma non acquistata alla fine 25 usd…ma sono pazzi?) su finta trave, come la famosa foto degli operai i pausa…guardiamo il filmato (molto autocelebrativo) sulla costruzione del complesso e siamo pronti davanti all’ascensore…in compagnia di due bellissime addette alla salita. Pochi secondi di attesa e siamo all’interno…entriamo, le porte si chiudono…e via 77 piani di pura salita verticale….con enorme sorpresa…tetto a vetro….vista travi….musica e luci blu….che corrono insieme a noi verso la conquista del tetto panoramico…come bambini ridiamo, ci divertiamo…le solite battute stupide e siamo già arrivati, sono veramente fenomenali questi ascensori (mai come quello della CN Tower di Toronto).
Usciti dall’ascensore usciamo sulla prima terrazza panoramica…wow….che spettacolo…il cielo ormai quasi completamente terso…e la vista magica dell’ Empire davanti ai nostri occhi…ma ecco li da parte il Crysler….ehi giù in fondo la statua della Libertà…times square…l’Hudson e l’East river…è fantastico…altro che film…tra le mille foto di rito…il sole che inizia a scaldare…il riconoscere palazzi e strade….passa quasi un’ora…non vorremmo mai lasciare questo punto di vista sulla città…muoversi sulle varie terrazze…scoprire ogni angolo di questa meravigliosa città…vorremo fumarci una sigaretta…ma non si può…ognuno si ritaglia una spazio personale, per un sms alla persona amata, un pensiero, vivere il più a lungo possibile un’emozione e trattenerla dentro di se…(adoro questi momenti, davanti a questi panorami, perché anche con la vicinanza degli amici ognuno cerca il suo eden, il suo momento, vive i suoi pensieri…senza bisogno di tante parole…al massimo cenni di assenso tra noi).
Purtroppo questo momento di calma è rotto, dalle lancette dell’orologio che corrono veloci…ci sono ancora molte cose da vedere e vivere oggi….ci sono ancora mille emozioni e sentimenti da provare.
Riprendiamo il mitico ascensore….che al contrario dell’andata ci lascia dietro o meglio sopra una scia di luci blu…siamo di nuovo in strada…foto di rito di fronte al Radio City Music Hall…e i nostri sguardi sono attratti da circa 50 macchine della polizia tutte con i lampeggianti accesi….ci guardiamo, nonostante dovessimo andare dalla parte opposta, per curiosità e foto modello Japan…andiamo a vedere cosa succede…ci avviciniamo scatto qualche foto, ma alla fine non riusciamo a capire tutto questo movimento…ritorniamo per la nostra strada sulla sesta e dopo qualche isolato siamo di fronte alla nuova sede del MoMA…il nostro uomo cassa comune…ci da i tagliandi e ci mettiamo in coda per i ritirare i ticket d’ingresso…ci viene assegnato ad ognuno una specie di telecomando che inserendo il codice dell’opere ti spiega tutto…purtroppo non tutte hanno la spiegazione in italiano. Dobbiamo lasciare una carta di credito come cauzione…e secondo voi chi la lascia??...il povero matteo.
Con cartina alla mano, telecomando all’orecchio iniziamo l’esplorazione del museo d’arte moderna…

Prima della narrazione del tour deve dire che matteo, non ama l’arte moderna anzi la disprezza molto…infatti non era molto convinto di fare questa visita, avrebbe preferito sicuramente il museo di storia naturale…ma la maggioranza aveva vinto…però per lui e per noi che lo abbiamo sopportato, questo tour si rileverà prima divertente e poi un calvario.

Iniziamo a muoverci tra le prime sale…la maggior parte di queste opere, alcune stranissime, altre incomprensibili, poche veramente stupende…scattiamo qualche foto…alcune con flash, quindi veniamo subito ripresi dagli addetti alla sicurezza…e qui che adottiamo la nostra tecnica…a turno scattiamo foto con il flash così una volta sbattano fuori una dalla sala e la volta dopo un altro…siamo italiani…fino in fondo…

CONTINUA
Registrato

I have a dream.
albe79
Silver Member
**

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 190


W questo FORUM!!!


E-mail
« Risposta #94 inserito:: 20 Aprile 2007, 14:48:29 »


Ad un certo punto ci troviamo all’ingresso di una sala con la luce spenta…matteo va davanti a noi ed entrando si accende la luce…ma la sala è un cubo completamento bianco…matteo si gira ci guarda con sguardo perplesso…si avvicina ad un cartello lo legge…si rigira verso di noi….con sguardo ancoro più perplesso anzi direi quasi schifato e dice…questa secondo loro è un’opera d’arte…una luce che si accende?...e gridando dice…<questa secondo me è una cagata pazzesco…ma vaffa….> proprio mentre stava entrando un gruppo con guida…i mi lancio fuori dalla sala, davide fischietta guardando in alto facendo finta di non conoscerlo, mio fratello quasi si ribalta per terra dalle risate….ma d’altronde siamo italiani e dobbiamo farci riconoscere…dopo due minuti ci ritroviamo nelle sala successiva…con matteo abbastanza e visibilmente nervoso….che borbotta contro l’arte moderna e con battute che è meglio tralasciare (per buongusto mio)…e inizia già a dire che lui vuole andarsene…e che gli fa letteralmente cagare…lo convinciamo a continuare…entriamo in un’altra sala buia…con un corridoio con varie Tv che trasmettono immagini di spiagge isole e desolate…acqua che si muove e rumore del mare….ci sono dei divanetti, matteo si siede incrocia le braccia…e dice vabbè io vi aspetto qui, mi faccio una dormita…lo alziamo di peso…continuando per il corridoio troviamo un’altra tv con una signora davanti seduta che guarda attenta le immagini….matteo gli passa da parte…e si mette a guardare la signora, la fissa…e noi fissiamo lui…allunga il viso verso la signora…e come fa John Cena (wrestler famoso) gli va il verso del ”you can’t see me”…con la mano aperta che si muove davanti alla faccia…si gira verso di noi e ridendo dice…ma secondo voi è un opera d’arte anche sta vecchia?...a quel punto noi…decidiamo per le misure drastiche, davide gli prende un braccio mi fratello l’altro e io gli assesto un calcio nel sedere…con ilarità generale…e la signora che ci guada un po’ male…passiamo fra varie sale…sempre con commentino sarcastici di matteo…poi in una di queste quasi mi calpesta un’opera…infatti erano tipo delle piastrelle disposte in modo particolare…e grazie a mio fratello che la placcato dai pantaloni…non l’ha calpestata…decidiamo di portarlo ai piani superiori…ci stava stressando…almeno lì c’erano opere più in linea con i suoi gusti.
Prendiamo l’ascensore e saliamo al 5 piano…entriamo nella prima sala e siamo accolti da un Monet…seguito da Rembrant e poi DeChirico, Picasso, VanGogh, Dalì e così via…qua finalmente placa il suo nervosismo e riusciamo con calma ad ammirare queste famose ed inestimabili opere d’arte…i miei preferiti sono due Monet…e qui il mio pensiero raggiunge il mio cuore che è a 6000 km di distanza…pensa a chiara, che da esperta d’arte, nonché artista, mi avrebbe sicuramente spiegato ogni dettaglio di queste opere…mi mancava ancora di più davanti a quelle opere…volevo la sua presenza…che avrebbe portato la mia attenzione dai quadri inestimabili a lei, inestimabile per me.
Continuando il giro, arriviamo fino a sesto piano…e mi butto nel gift shop….che regalo migliore ci può essere se non qualcosa di arte per la mia dolce metà?...quindi sfoglio libri, mi muovo tra i banchi dei souvenir…penso e ripenso…sfoglio prima un libro, poi un altro e poi ritorno a quello di prima…l’insofferenza di matteo è tornata…si siede con mio fratello sui divanetti…mentre davide visita una sala con mostra temporaneo di fotografia…faccio i miei acquisti…e da lontano vedo che matteo mi lancia una sguardo minaccioso…vuole andarsene…gli mostro gentilmente il dito medio…pago…e vado verso di loro, ma vengo intercettato da davide che mi porta nella sala fotografica sapendo che è la mia passione…matteo…ci guarda e fa finta di svenire sul divanetto tra l’ilarità di mio fratello e lo sguardo divertito di altre persone sedute in fianco.
Un giretto di circa venti minuti tra stupende foto di vita quotidiana newyorkese e di piccoli paesi  degli stati interni. Guardo davide e gli dico, ci conviene andare se no matteo ammazza qualcuno e taglia la tela di un Picasso….
Ritorniamo nella saletta d’attesa…e lo troviamo seduto con le braccia conserte e sguardo truce…e ci dice… <io vi ho portato qui e voi mi portate a vedere i pinguini.>….i pinguini???...si esatto i pinguini…che nei giorni seguenti diventeranno ancora di più il nostro incubo.
Ci alziamo e scendiamo a riconsegnare i telecomandi e riprendere la carta di credito di matteo.
Usciamo in strada e dall’altra parte vedo un altro ingresso del MoMA con una saletta che probabilmente non abbiamo visto…rendo partecipe matteo e gli altri di questa cosa…e come tutta risposta mi becco un calcio da lui. Quindi decidiamo di proseguire verso la fifth avenue e di risalire Central Park fino alla nostra prossima meta, il MET.

CONTINUA
Registrato

I have a dream.
albe79
Silver Member
**

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 190


W questo FORUM!!!


E-mail
« Risposta #95 inserito:: 20 Aprile 2007, 14:49:05 »


Tra marciapiedi, negozi, persone….arriviamo all’ingresso di Central…ci mettiamo sul primo sentierino e ci ritroviamo allo zoo….dobbiamo trascinare via matteo che ci voleva portare dentro a vedere i pinguini, ma era già tardi, avevamo fame e soprattutto era giornata culturale oggi. Passato lo zoo…ci siamo fermati ad un baracchino e dopo un paio di hot dog a testa seduti sulle panchine del parco tra i mille scoiattoli che si inseguono, gli ultimi rimasugli di neve, i nonni con i nipotini nel passeggino, ragazze che fanno jogging con cane al seguito…ci prendiamo una mezz’oretta di relax. Accusiamo i primi sintomi di stanchezza e spossatezza provocati da questi giorni intensi di km ed emozioni…poche parole tra noi…pensiamo a rifocillarci…dopo sigaretta comunitaria…riprendiamo il cammino verso il metropolitan museum. Devo ammettere che nonostante sia lunghina, la passeggiata nel parco è stato un momento di calma interiore per tutti, dove ci siamo rilassati. Questa oasi di verde è fantastica…allenta un attimo lo stress…qui la gente può fare ciò che vuole, senza sostenere i ritmi frenetici della city.

Con un po’ di fiatone raggiungiamo l’imponente ingresso del MET, sosta sulla scalinata per le foto di rito…con una posa comico plastica di matteo…sdraiato per terra leggermente squadrata dai vari turisti e studenti presenti.
Entriamo nel grande atrio e uomo cassa va a prendere i ticket (circa 20 USD)…e con bollino applicato cominciamo il tour, partendo dalle sale etrusco-greche con magnifiche statue e terracotte….sicuramente qui l’atmosfera è più bella ed imponente, si sente il peso della cultura, la bellezze pulita e semplice di queste sculture inestimabili che ti toccano lo spirito e la mente con delicatezza e forza nello stesso momento. Matteo finalmente pago dell’arte che preferisce si sofferma su tutte le vetrinette…adottiamo anche qui la stessa tecnica per le foto…a turno ci prendiamo i rimproveri dagli addetti della sicurezza.
Passiamo alla sala dedicata all’africa con meno entusiasmo…non ci prende molto questo tipo di arte molto più spartana e semplice…passiamo alla sala america latina…tra ori dell’Inca, amuleti maya e suppellettili vari.
Continuiamo il giro contemplando e ammirando, arte del medioevo, del 700, dell’800…mobili in stile napoleone…armature e cavalieri…samurai…il tempo vola ammirando tutte queste opere…è impossibile visitarlo in così poco tempo e siamo veramente distrutti. Ma il nostro amico matteo non molla…finalmente arriva nella parte egizia…come un bambino si avvicina alle vetrine appoggiandoci quasi il naso…ormai, siamo agli sgoccioli della giornata…fa una caldo terribile dentro al museo…stiamo per mollare….il secondo piano praticamente lo attraversiamo e basta…ed eccoci di nuovo sulla scalinata, seduti e stremati…ma con l’animo arricchito da tutte queste meravigliose opere d’arte…ognuno sceglie la sua…per matteo ovviamente la parte egizia….per me una statua del Canova…per davide un kandisky…per mio fratello un Picasso…
Non riusciamo quasi a parlare…questa giornata culturale con vista dal Top ha esaurito ogni nostra energia…i piedi iniziano a protestare….la fame avanza…gli occhi quasi si chiudono…la mente è persa nei dipinti, nelle sculture e in tutte le emozioni fino a qui vissute. Sigaretta di gruppo per immortalare ancora di più tutto ciò dentro noi.
Sono quasi le sei e trenta del pomeriggio…dobbiamo tornare all’albergo…ma non ci sono fermate della metro vicino…e siamo tutti in sciopero…optiamo per un taxi fino a Times Square…alziamo il braccio e uno si ferma…è un taxi grande e riusciamo tutti e 4 a stare dietro….non parliamo tra noi…siamo quasi addormentati…ci mettiamo quasi 20 minuti ad arrivare a times, c’è molto traffico, ma è meglio così.

Ci facciamo lasciare, all’inizio di Times e cerchiamo un buco per mangiare qualcosa….tutto il giorno in giro con soli due hotdog…matteo da sopportare…siamo stremati ed affamati…troviamo uno Sbarro enorme e optiamo per quello.
Ci mettiamo in coda al selfservice e a turno riempiamo il vassoio con pizze, paste e birrette. Ci sediamo, finalmente un po’ di tranquillità…finalmente un po’ di tempo per noi…finalmente meno turista e più NYlife.
Mangiamo voraci, con poche parole e tanti gesti d’intesa….
Arrivano due o tre comitive di studenti in gita…entrano circa 200 persone quasi contemporaneamente…un casino esagerato…il nostro idillio è finito…ma almeno incominciano i nostri vari commenti su ragazzi e ragazze…fino a che eleggiamo a nostro idolo un ragazzino, avrà avuto circa 15 anni 1,60 di altezza…e il doppio di circonferenza, con guanciottone rosse…sguardo famelico….e matteo sbotta….ca**o quello se mi becca mi mangia in tre morsi….inizia a riempire il vassoio….rimaniamo impressionati….essendo vicino alla cassa….guardiamo quello che ha preso….tre tranci di pizza, una pasta con sopra una bistecca, due dolci….e due coke giganti….ma come fa??....scoppiamo a ridere…più dalla stanchezza che dalla scena…ma siamo felici…anche oggi un’altra giornata fantastica….anche oggi risate e sofferenza…anche oggi cibo pessimo…anche oggi possiamo finalmente tornare in albergo…a pezzi….ma più ricchi dentro.

CONTINUA
Registrato

I have a dream.
albe79
Silver Member
**

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 190


W questo FORUM!!!


E-mail
« Risposta #96 inserito:: 20 Aprile 2007, 14:49:35 »


Optiamo per una passeggiata finale per smaltire la pizza unta di Sbarro….con visita a qualche negozio…tante cazzate sparate a turno.

Arrivati in albergo crolliamo….chi sul letto, chi sul divao…chi sul cesso…chi di fronte al PC.
A turno poi doccia ed evacuazione…nel nostro minibagno, soprannominato Camera a Gas…era quasi impossibile uscire vivi da li…soprattutto se eri il quarto….e stavolta era il mio turno…(che sfiga).

Verso le undici di sera scendiamo da Enjoy….per una mega bistecca…con il nostro fido miguel che ci riforniva di budweiser e patatine.
Grandi occhiaie per tutti….dolore di piedi e ossa…per la giornata di domani decidiamo di dedicarla allo shopping….selvaggio.

Tra scherzi, battute e resoconto della giornata da parte di ognuno di noi…finiamo la carne…usciamo sigaretta vista Empire…e via verso il meritato riposo…paghi della giornata…paghi della vacanza…paghi di NY mai…abbiamo ancora molto da visitare e molto non vedremo…ma si sa…NY ti prende e non ti lascia più….con questo pensiero e uno dolcissimo riservato alla mia chiara…mi metto sul mio giaciglio…sul mio divano…chiudo gli occhi…sognando un’altra giornata fantastica a New York. Notte amici miei…notte amore mio…notte amata NY…cullami tra i tuoi grattacieli e le tue street…tienimi stretta e non lasciarmi mai.


Impressioni della giornata:
che dire…la giornata culturale ci voleva proprio per appagare la sete di cultura…per appagare gli occhi e l’animo…anche questa è NY…è vita, è bellezza, è amicizia, è amore e sicuramente vivere…sempre a pieno, sempre al massimo.
Sicuramente ho apprezzato maggiormente il Metropolitan Museum…impedibile. Anche se ci vorrebbero due giornate solo per questo. E poi il MoMA nonostante matteo….e chiudo con la magnifica vista dal Top of the Rock…che emozione…come sempre…come ogni secondo in questa fantastica città.

TO BE CONTINUED…



Registrato

I have a dream.
albe79
Silver Member
**

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 190


W questo FORUM!!!


E-mail
« Risposta #97 inserito:: 20 Aprile 2007, 15:05:16 »




ecco le nuove guardie del Top of the Rock....matteo e alberto...  Grin  Grin  Grin  8-)  8-)
Registrato

I have a dream.
albe79
Silver Member
**

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 190


W questo FORUM!!!


E-mail
« Risposta #98 inserito:: 20 Aprile 2007, 15:08:58 »





francesco, matteo e davide...vista central park... Cheesy
Registrato

I have a dream.
Claudia81
Supreme Member
**

Popolarità: 5
Scollegato Scollegato

Sesso: Femmina
Messaggi: 1.945


W questo FORUM!!!


E-mail
« Risposta #99 inserito:: 20 Aprile 2007, 17:13:45 »


E ancora una volta grazie Alberto,
avevo così tanta voglia di leggere il proseguo del tuo viaggio...
Appena ho visto che  hai continuato il racconto mi sono catapultata a leggerlo, l'ho letto tutto dun fiato, figurati che il telefono in ufficio ha squillato ma io non ho risposto...  Grin
lasceranno un messaggio in segreteria e potrò ascoltarlo dopo ora scusatemi ma sono immersa nella magica NEW YORK
Grazie ancora
ciaoooo Smiley
Registrato

albe79
Silver Member
**

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 190


W questo FORUM!!!


E-mail
« Risposta #100 inserito:: 20 Aprile 2007, 18:06:37 »


Grazie a te claudia per averlo letto, mi fa piacere ti sia piaciuto...anche se devo ancora finirlo.



questo è matteo in posa plastica per scattare una foto all'ingresso del MET ....grazie a lui le figure di m... erano all'ordine del giorno...anzi dell'ora... Embarrassed  Grin  Grin
Registrato

I have a dream.
Lorex
Newbie
*

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Messaggi: 14


There's no place like NYC


WWW E-mail
« Risposta #101 inserito:: 21 Aprile 2007, 17:00:10 »


Quelle felpe del NYPD sono fantastiche! Saranno mie!! 8-)
Registrato
valda64
Utente non iscritto


E-mail
« Risposta #102 inserito:: 23 Aprile 2007, 10:58:05 »


Grazieeee Albe, sono tre giorni che non mi collego al sito .... che bello rientrare e trovare il proseguimento del tuo racconto [smiley=thumbsup.gif] [smiley=dankk2.gif]
Registrato
78Luca
Supreme Member
**

Popolarità: 3
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 2.973


W questo FORUM!!!


« Risposta #103 inserito:: 23 Aprile 2007, 13:03:18 »


Grande!!!
Peccato solo che non vi sia piaciuto il MOMA. Neppure a me l'arte moderna piace, anzi proprio per nulla, ma questo museo per me è stato davvero entusiasmante! Anche il palazzo in se è veramente bello, con quelle ampie e luminose vetrate. Ovviamente c'erano anche delle opere che definire arte è davvero un azzardo, ma tra i vari musei di arte moderna che ho visitato (alcuni anche abbastanza importanti, tipo quello di Liverpool) questo è stato l'unico che mi sia piaciuto!
Attendiamo il seguito del racconto, Ciao!
Registrato

<a href="http://www.cazzetti.it" target="_blank">[/url]
Claudia81
Supreme Member
**

Popolarità: 5
Scollegato Scollegato

Sesso: Femmina
Messaggi: 1.945


W questo FORUM!!!


E-mail
« Risposta #104 inserito:: 15 Maggio 2007, 17:25:47 »


ALBERTO MA DOVE SEI?Huh?
Aspettiamo tue notizie
 Smiley
Registrato

Pagine: 1 ... 5 6 [7] 8   Vai su
  Stampa  
 
Vai a:  

 

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.11 | SMF © 2006-2009, Simple Machines LLC | Sitemap XHTML 1.0 valido! CSS valido!
Copyright 1998- © HNS srl - Partita IVA 07431360010
Pagina creata in 0.241 secondi con 22 query. (Pretty URLs adds 0.071s, 2q)