NYC-SITE.COM | Il più consultato forum di discussione su New York
16 Dicembre 2018, 08:04:46 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizie: Tour e Attrazioni a New York. Prenotali on line. Clicca qui!
 
   Home   Guida Ricerca Gallery Accedi Registrati Chat  

Pagine: 1 [2] 3   Vai giù
  Stampa  
Autore Discussione: Appena rientrati ;-)  (Letto 41685 volte)
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
Sabrina-saam
Newbie
*

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Messaggi: 12


E-mail
« Risposta #15 inserito:: 05 Febbraio 2012, 20:59:52 »


grazie ho letto tutto d'un fiato, mi sembrava di riessere li  Wink
Aspetto il prox aggiornamento! Cheesy
Registrato
cortomaltese11
Newbie
*

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 30



« Risposta #16 inserito:: 11 Febbraio 2012, 18:10:05 »


Dunque dunque dunque, dove ero rimasto? Ah si stavamo finendo il pranzo al Pier 17 o south street seaport come vogliamo dire.
Dalla sequenza delle foto che stò guardando in ordine cronologico stiamo andando a chinatown, ci andiamo con il pullman di superficie e cosa strana Vince ci fa prendere un biglietto alla fermata che viene erogato gratuitamente con la metrocard, (ma se ho la metrocard che senso ha fare un biglietto gratuito?....forse in questo modo monitorano quanti passeggeri usufruiscono del mezzo). Bene ci avviciniamo al quartiere e da cosa si evince che siamo arrivati? Ovvio le scritte sono tutte in cinese of course, Vince ci dice che Bloomberg ha emanato un decreto (?) nel quale dà sei mesi di tempo per far sì che tutte le insegne diventino bilingue, in quanto per alcune attività commerciali veramente non si capisce cosa commercino.
Ritorno alle sensazioni di inizio racconto, sembra di essere dentro  un film (o un documentario) e mentre passiamo da chinatown a Litlleitaly le slide di tutto come me l’ero immaginato mi scorrono nella mente e nelle parole con Ely e Vince.
Come avevo letto confermo la sensazione di volo radente di questi due quartieri trovo giusto farci una passeggiata la prima volta in NY ma niente di eccezionale o particolare, è tutto ormai edulcorato e miscelato. Merita una citazione un negozio di littleitaly dove vendono tutte cose di animali morti dai lecca lecca con cavalletta inglobata a mascelle di squalo o alligatore e tanto altro, anche “skulls”.








Procediamo verso lower east side e notiamo come sia un logo dove si ricerca la “non banalità” dove anche i pali di acciaio assumono una identità artistica.

Saliamo verso east village incontrando la NY University con la sua struttura particolare





Procediamo verso Noho e visitiamo un negozio dove vendono tutto materiale vintage adiacente al st marks hotel dove Vince ci fa conoscere il titolare del negozio ovviamente vintage pure lui (sembra Mik Jagger anni settanta).
 


Ok via verso Soho con le sue gallerie d’arte e l’aria frizzante ed energica, arriviamo ad union square (nome dato dal fatto che in tale piazza convogliano diverse strade) punto nevralgico per molte metropolitane
 


quello che vedete è un orologio nuyorkese per i nuyorkesi in esso si leggono: l’ora attuale (16,46) e quante ore mancano alla fine del giorno (07,13) il resto dei numeri sono secondi e centesimi.
A gurdarlo o acceleri il passo o ti viene l’ansia  Grin.
Comincia a fare freddo (siamo pur sempre in dicembre) quindi la cosa migliore da fare è dirigerci verso Chelsea per entrare al Chelsea Market.
Prima di entrare visitiamo la hall di un albergo aperto da poco (http://www.dreamdowntown.com/) in linea con le attuali esigenze del mercato dell’accomodation luci soffuse, acquario etc. con bella gente giovane come clientela insomma ci è piaciuto, magari la prossima in NYC verremo quì  Wink
Si entra in Chelsea Market, una struttura nata dai resti del biscottificio che produceva gli Oreo e come dice la Lonly Planet ottimo esempio di recupero urbano.
A noi è piaciuto molto (si stava anche troppo caldi), ovviamente c’era parecchia gente ma non impossibile da girare e quando ci siamo tornati il 3 gennaio si stava ancora meglio.
Ho detto ci siamo tornati? Ebbene sì per mangiare ancora una volta lobster a volontà.
Spiego: mentre visitiamo questo market con tutti i negozi del caso, panettiere, pasticcere, boutique, wine store, NBL store, etc, ci colpisce il mercato del pesce….Ely ed io siamo subacquei e nel mare il pesce non lo tocchiamo MAI ma sulla tavola ci piace festeggiarlo ulteriormente, quindi entriamo con molta curiosità e cosa vediamo?Huh?



mamma mia che voglia di mangiarle……abbiamo anche fame!
Vince ci spiega come funziona; gli astici sono precotti tu ne scegli uno loro lo pesano ti fanno lo scontrino vai alla cassa a pagare nel frattempo mettono il crostaceo in una macchina che sembra una lavastoviglie, per una decinana di minuti, quando torni ti preparano il vassoio con una salsina e la tua bestiolina pronta e bollente.
Forse a qualcuno ciò non piacerà ma se amate mangiare il pesce è una esperienza da provare.
Con il vassoio ci si può appoggiare in uno dei tanti tavolini che trovate subito fuori dal locale (sono per tutti anche se vi portate il pasto da casa) e questo è il risultato.
 


Il lobster del Maine…….

Comunque non ci fermiamo a mangiare lì (ho detto prima che ci siamo tornati poi), e siamo usciti abbiamo preso l’ascensore e siamo andati sulla highline, ormai famosa passeggiata che sfrutta un vecchio percorso della metropolitana in disuso. Molto carina.



Da qui si vedono anche gli studios di CSI New York.
Scendiamo e saliamo verso Greenwich Village ed entriamo in un atmosfera che ci fa capire subito l’orientamento gay del quartiere, in quanto anche le pubblicità stradali sono chiaramente rivolte al consumatore gay e ci fermiamo nel giardino con il monumento all’amore gay, di fronte al primo circolo gay di NY.
http://archiviostorico.corriere.it/1992/giugno/20/New_York_una_statua_per_co_0_92062016949.shtml



Vorrei tanto andare alla teleferica ma cominciamo veramente ad essere stanchi e cè una cosa che mi preme visitare con il buio e siccome la vita è fatta di priorità chiedo a Vince di procedere in direzione Brooklyn promenade, non posso perdere lo skyline notturno e non fa neanche feddo!!!



ovviamente è un esempio di foto, ce ne sono milioni di qualità migliore ma questa l’abbiamo fatta noi.
La giornata volge al termine e rientriamo verso Time Square anche Vince abita quelle parti.
Ah ma domani è new years eve ………..cosa faremo?
Alla prossima…………..
Registrato
cortomaltese11
Newbie
*

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 30



« Risposta #17 inserito:: 19 Febbraio 2012, 12:25:54 »


Ultimo dell’anno 2011.
Siamo a New York e tutto ci sembra ultimo dell’anno quindi non abbiamo una idea specifica di cosa fare.
Abbiamo contattato la segreteria della Line Cruise per una crociera notturna nella rada, con prezzo interessante (150$) tutto compreso a testa dalle 9 alle 2, ma è richiesto dress to impress e noi non abbiamo portato nulla da casa per impressionare quindi scartiamo l’evento.
Decidiamo di fare il più classico dei capo d’anni a NY cioè il ball drop in time square.
Detto così sembra semplice ma la cosa è strutturata in modo da renderla umana, in quanto non abbiamo certo la voglia e le energie per stare dalle 3 del pome alla mezzanotte piantati in un metro quadro per due persone.
La mattina scorre tranquilla, ieri è stata una giornata tosta e siamo pur sempre in vacanza, quindi via di metro a vedere cose che ieri abbiamo solo sfiorato, iniziamo anche un po’ di shopping, camminiamo come turisti quindi sguardi a 360 gradi, ogni vetrina osservata come se vi ci potesse trovare l’affare della vita, piccoli diverbi su dove andare, siamo anche entrati in una palestra per chiedere info sui corsi (giusto perché nel fitness gli americani sono sempre avanti), insomma una giornata turisticonuyorkese.
Siamo qui da tre giorni e già ci sentiamo come a casa; sappiamo girarla, chiediamo informazioni, entriamo ed usciamo dai negozi con grande naturalezza, ho anche cambiato una cover per l’iphone comprata l’altro giorno, che una volta provata  non mi piaceva e mi hanno restituito i soldi senza battere ciglio.
Ci sentiamo veramente parte di questa città e probabilmente è questo il segreto di questa città….ti accoglie con semplicità, noi ci troviamo bene.
Dove abbiamo pranzato? Ma ovviamente in Chelsea market con lobster del Maine, sì lo so che avevo detto che ci eravamo andati il tre gennaio ma ci siamo andati anche il 31 dicembre.
Mentre rientriamo in albergo per riposarci un po’, oggi la giornata sarà molto lunga e il jet lag non è che possiamo dire di averlo assorbito al 100/100, vediamo per la prima volta un esempio di transenne semoventi. Man mano che la gente entrava in time square i poliziotti spostavano il limite di non accesso da street a street ed ogni avenue brulicava di gente con coperte, zaini e sorrisi, sì ho detto sorrisi forse perché tutti erano contenti del solo fatto essere lì nel centro del mondo, abbiamo visto ragazzi avvolti da bandiere giapponesi, francesi, australiane……altra botta di energia pensando quante realtà sono rappresentate in questi pochi chilometri quadrati.
Ok siamo in camera e sorpresa….



L’albergo ci fa gli auguri. (il  newespaper era in dotazione tutti i giorni ogni mattina, offerto).

Facciamo una doccia e siamo pronti per uscire, meta la nona strada Hell’s kitchen per trovare un posto giusto per cenare ed avvicinarci all’ora x per festeggiare.
Passeggiamo per la nona, era la prima volta che dalla quarantesima salivamo attraverso la nona e abbiamo trovato una marea di locali dove si poteva mangiare, dal greco al cinese ( e fin qui…banale)
ma anche mongolo, messicano, cubano, irlandese, tai, insomma era rappresentata la cucina di tutto il mondo e la scelta era veramente improba e l’indecisione era padrona.



Alla fine decidiamo per una steak house gremita di ragazzi e chiediamo due pax.
Il ragazzo scruta il pc per un minuto buono consultandosi con la collega ed alla fine ci dà l’ok e ci portano al nostro tavolo.
Ora cosa ordiniamo?Huh??
Nel tavolo a fianco cè una famiglia classica americana di colore con genitori nonni e nipoti che stanno mangiando un piatto che  sembra fare al caso nostro, chiediamo come si chiama e con grande gentilezza e sorrisi ci prendono il menù e ci sottolineano il nome del piatto.
Bene vada per quello, più antipasto di nachos (chiediamo una porzione accompagnato da un piatto vuoto).
La cameriera, una ragazza bellissima (di colore), sorride e dice don’t worry, i like the italian people, my parents are from cicily but sorry, I don’t speak italian.
Una ragazza di colore di origini siciliane, mah che posto che è NY!





In questo piatto cè un trucco,, abbiamo iniziato le costine e sotto abbiamo trovato un mezzo pollo.
Sia la carne che le birre erano squisite.

Ceniamo con calma e ci gustiamo tutto quello che ci gira intorno, nel vero senso della parola tutti sono sorridenti il volume nel locale sia dalle tv che dalle persone non è fastidioso, cè  un gruppo di ragazzi che fa  spola avanti e indietro per accompagnare un loro amico al bagno, forse perché lo abbiamo visto baciare parecchi bicchieri di tequila. (Tutto nelle norma).
Sono le 10,30 pm paghiamo (40$ in due più 10 alla cameriera) e usciamo per immetterci nel traffico pedonale, una marea di persone, ci appostiamo sull’ottava altezza 48ma ci siamo, attendiamo la mezzanotte.
Notiamo un effetto ola da stadio, quando sotto al ball drop la gente urla l’onda si propaga fino a coinvolgerti e diventarne parte integrante.
Ah, il ball drop lo vediamo molto lontano ma era ovvio fosse così, visto che ci siamo appropinquati alle 11pm.
Domani alla tv diranno che siamo unmilionedipersone.
 








Domani sarà il primo dell’anno…….forse andiamo al parco……non mi ricordo più come si chiama….ce…ce… cen… ah si central park  ho sentito dire che è grandino…….
 Cool
Registrato
cortomaltese11
Newbie
*

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 30



« Risposta #18 inserito:: 05 Marzo 2012, 22:43:49 »


 Smiley ..... Mah non riesco a capire se dico cavolate o va tutto talmente giusto che non c'è bisogno di dire nulla  Tongue
Registrato
Spino
Moderatore
Supreme Member
*****

Popolarità: 74
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 7.152


I love the Big Apple


WWW E-mail
« Risposta #19 inserito:: 06 Marzo 2012, 01:21:21 »


vai tranquillo
Registrato

framant
Supreme Member
**

Popolarità: 15
Scollegato Scollegato

Sesso: Femmina
Messaggi: 2.151


In God we trust


« Risposta #20 inserito:: 06 Marzo 2012, 13:21:44 »


....vai alla grande! Wink
Registrato
neongio
Silver Member
**

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 168


Ogni giorno un ricordo! Voglio tornarci!

neongio@hotmail.it
« Risposta #21 inserito:: 07 Marzo 2012, 15:29:42 »


bellissime immagine ed emozioni!  Wink Wink
Registrato
Annie Hall
Newbie
*

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Messaggi: 14



« Risposta #22 inserito:: 14 Marzo 2012, 18:49:02 »


ciao a tutti! scusate se mi intrometto, scrivo molto raramente, ma vi leggo spessissimo  Smiley
volevo intervenire per dire a Cortomaltese che il suo racconto è bellissimo e originale, in più ha inserito delle gran belle foto!
per cui vorrei spronarlo a tornare, così ci racconta la seconda parte del viaggio!
come back please!!
Registrato
And75
Gold Member
***

Popolarità: 11
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 755


Voglio tornare a New York...


« Risposta #23 inserito:: 14 Marzo 2012, 20:52:22 »


ciao a tutti! scusate se mi intrometto, scrivo molto raramente, ma vi leggo spessissimo  Smiley
volevo intervenire per dire a Cortomaltese che il suo racconto è bellissimo e originale, in più ha inserito delle gran belle foto!
per cui vorrei spronarlo a tornare, così ci racconta la seconda parte del viaggio!
come back please!!

Mi associo all'invito...  Grin
Registrato





cortomaltese11
Newbie
*

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 30



« Risposta #24 inserito:: 20 Marzo 2012, 13:08:13 »


Ciao Ciao...........
grazie 1000 non mi aspettavo più di mille visite  Smiley
in famiglia stiamo aprendo una nuova attività e vi potete immaginare i ritmi che si devono tenere in questi casi.
Vi prometto che torno appena posso (magari per pasqua) anche perchè ho ancora parecchie cosa da raccontare.
Nel frattempo chiedo come posso inserire un piccolo filmato (1 minuto circa).
Ci si vede. Cool
Registrato
framant
Supreme Member
**

Popolarità: 15
Scollegato Scollegato

Sesso: Femmina
Messaggi: 2.151


In God we trust


« Risposta #25 inserito:: 20 Marzo 2012, 16:03:32 »


Evviva, corto è tornato!!!! Rimaniamo in attesa..... Wink Grin
Registrato
Spino
Moderatore
Supreme Member
*****

Popolarità: 74
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 7.152


I love the Big Apple


WWW E-mail
« Risposta #26 inserito:: 20 Marzo 2012, 18:01:28 »


Nel frattempo chiedo come posso inserire un piccolo filmato (1 minuto circa).
Ci si vede. Cool

Purtroppo nel forum non si può, speriamo che in futuro la Redazione riesca ad attivare questa possibilià. In alternativa potresti pubblicarlo su Youtube o su Vimeo oppure posso ospitarlo sul mio sito.
Registrato

cortomaltese11
Newbie
*

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 30



« Risposta #27 inserito:: 10 Aprile 2012, 09:18:46 »


Mattina del primo dell’anno a New York.
Suona sempre in modo particolare tutte le volte che ci penso mi sembra impossibile.
Ci alziamo con relativa calma e alle 10 siamo lungo le streets di una  NY che pare più sonnacchiosa, per la prima volta ci pare così.
Magnolia Bakery verso la fifth per assaggiare queste megaabbondanti fette di torta, il locale è piccolo ma molto famigliare e non cè praticamente nessuno.





Arriviamo a Nike town e naturalmente la giriamo tutta e compriamo a go go.
Oggi senza aver programmato nulla ci accorgiamo che sarà la giornata dello shopping, o meglio la mattinata dello shopping (la giornata è una parola grossa e dispendiosa).
Senza tediare con i particolari abbiamo visitato e apprezzato NBA store, Hollister, Nike town, Tiffany, Apple store etc. la mattina la trascorriamo lungo la quinta, niente da dire mi sentivo proprio a mio agio peccato che sapessi bene quanto potevo spremere dalla mia carta di credito.
Bene… carici di pacchi e shopper rientriamo in albergo e  riusciamo subito, direzione Central Park.
Prendiamo la metro fino  a Columbus circle e iniziamo a passeggiare per uno dei luoghi veramente più particolari della grane mela.










Ora tutti noi abbiamo acquisito come normale, il fatto che nei nostri parchi italiani ci siano persone o gruppi di persone che esibiscono abilità o estrosità in generale e penso di poter dire che qui siamo alle origini di quello che tutti noi vediamo nei nostri parchi.








Questa signora avrà avuto settant’anni e da quando ho cercato di fotografarla non si è più girata.




In questa sono stato fortunato ho scattato proprio mentre il ragazzo vedendomi ha diretto la sua mega bolla verso di noi.



Il parco è veramente grande e in dicembre se non cè neve risulta abbastanza piatto ma il cinema ci scorre  sempre nelle vene (autumn in New York) e percorriamo i vari viali e andiamo in direzione Dakota.





Come dissi alcune pagine fà per le torri gemelle  anche per strawberry fields anche se ero piccolo, mi ricordo i dolore che usciva dalle immagini televisive, mentre il cronista da New York annunciava l’assassinio di John Lennon.
Ora siamo lì e respiriamo la storia, una storia moderna che non sappiamo quanto spazio prenderà rispetto a quella classica ma comunque è storia che abbiamo vissuto e che a differenza di quella classica possiamo toccarla con mano dopo averla vista e vissuta.

http://www.youtube.com/watch?v=ASVsXiwNBVo


La giornata la terminiamo dentro Columbs Circle (ci scappa ancora qualche acquisto) e rientriamo per cena al nostro solito Dely.

Domani sarà ancora New York e New York saremo noi ci sentiamo sempre più dentro nella big apple.
Registrato
Ale1977
Newbie
*

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Messaggi: 4


« Risposta #28 inserito:: 14 Aprile 2012, 09:11:59 »


Bellissimo racconto e bellissime foto.
Complimenti!
Per caso ricordi il nome del locale in cui hai mangiato il 31 sera? Mi attira proprio quel piatto e poi ad un prezzo veramente ragionevole.
Registrato
cortomaltese11
Newbie
*

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 30



« Risposta #29 inserito:: 20 Aprile 2012, 10:12:28 »


Ciao
x Ale,
devo dire che ti ringrazio della domanda in quanto, non ricordandomi del nome del BBQ dell'ultimo dell'anno sono dovuto recarmi per le strade di NYC per risalire al locale ( NO non è che sono tornato là, ho solo sfruttato street view  Tongue) questo è il link del locale, mi pare di capire che tra i fondatori cè anche Justin Timberlake.

http://www.southernhospitalitybbq.com/hk/

Come gia raccontato io sono andato in quello sulla 9th

Ciao appena riesco devo finire gli ultimi tre giorni passati nella Big Apple.

Saludos   Grin
Registrato
Pagine: 1 [2] 3   Vai su
  Stampa  
 
Vai a:  

 

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.11 | SMF © 2006-2009, Simple Machines LLC | Sitemap XHTML 1.0 valido! CSS valido!
Copyright 1998- © HNS srl - Partita IVA 07431360010
Pagina creata in 0.252 secondi con 23 query. (Pretty URLs adds 0.102s, 2q)