NYC-SITE.COM | Il più consultato forum di discussione su New York
16 Dicembre 2018, 08:05:09 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizie: Scopri tutte le sezioni del forum per trovare le informazioni che ti occorrono
 
   Home   Guida Ricerca Gallery Accedi Registrati Chat  

Pagine: [1]   Vai giù
  Stampa  
Autore Discussione: NEW YORK ROUND 3, QUESTA VOLTA A PASQUA!  (Letto 11466 volte)
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
Lisaè
Newbie
*

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Messaggi: 27


E-mail
« inserito:: 08 Aprile 2013, 13:12:32 »


Ebbene si, complice il fatto di avere il compagno che attualmente studia a NY e nonostante ci si sia appena visti durante il suo SpringBreak, la settimana prima di Pasqua decido per l'ennesima pazzia e compro il volo. Partenza da Venezia con un diretto Delta martedì 26/03 e rientro con Air France con scalo a Parigi martedì 2/04, in modo da atterrare a Venezia il mercoledì mattina pronta per andare a lavoro!  Shocked
Piccoli dettagli:per me è la terza volta in questa splendida città (per chi volesse qui http://www.nyc-site.com/forum/appena-rientrati/primo-viaggio-a-manhattan/ il racconto del mio primo viaggio, mentre il secondo non l'ho mai scritto perché partita in ritardo causa uragano che ha sconvolto tutti i piani del viaggio, facendomi vedere una NY completamente diversa) ma in questa vacanza condividerò i primi 4 giorni con la famiglia del mio compagno, arrivati qualche giorno prima di me e alla loro prima volta a NY. Il gruppo quindi è così composto:io (Elisa, piacere di conoscere tutti voi), il mio compagno Ale, che come detto sopra studia lì da agosto dello scorso anno, la sua famiglia con gli zii e i cuginetti formata da 5 adulti e 2 bambini, per un totale di 9 persone! Ora bando alle sciocchezze e iniziamo con il racconto!
Atterro per la prima volta al JFK, gasatissima perché l'aereo ha 45 minuti di anticipo per poi mettermi in coda per i controlli e finire ultima grazie alle signorine che smistano i visitatori...totale:1 ora e 15 in coda, mai successo!  Angry Nel frattempo mi offro di aiutare ai controlli la coppia italiana davanti a me che non parla inglese ed è al suo primo viaggio a NY. Alla fine decidono di seguirmi e prendere l'Airtrain per il centro città. Con la metro riesco a farli scendere a pochi passi dal loro hotel, mentre io proseguo per l'Upper West Side, dove vive Ale.

Piccolo consiglio forse banale:per i possessori di smartphone consiglio di scaricarsi prima della partenza le applicazioni sia della metro che dei bus, assolutamente gratuite e utilizzabili offline!

Arrivo a casa per le 18, carica e per niente stanca! Ale è appena rientrato dalle lezioni e i suoi ci aspettano in zona Times Square per mangiare insieme. Il piano è di scendere dalla 96th e prendere un express ma in stazione troviamo tutti i treni cancellati (la notte stessa scopriremo che una persona si è buttata sui binari poche strade dopo). Tentiamo con un bus, ma sono talmente pieni a causa delle metro bloccate che non si fermano neanche. Alla fine riusciamo a prendere un taxi, anche qui aspettando parecchio. Morale della favola, arriviamo intorno alle 21, ma chi se ne importa, sono finalmente a NY!
Il gruppo è piuttosto stanco dopo aver girato tutto il giorno e optiamo per un hamburger da Five Napkin Burger ad Hell's Kitchen (9th Ave 45th St, già provato nei precedenti viaggi e assolutamente consigliato!). Purtroppo, essendo in 9, ci danno 40 minuti di attesa e allora attraversiamo la strada e andiamo in un locale vicinissimo (prometto di rintracciare il nome al più presto). Il servizio è un pò lento, ma le porzioni sono abbondanti e le costolette di agnello BBQ molto saporite! Usciamo dal locale verso mezzanotte, tutti insieme andiamo alla metro. Noi risaliamo nell'Upper West Side, il gruppo scende verso l'hotel The  Roger (tra Madison Ave e 32yh). Appuntamento per la mattina successiva, tutti insieme verso Brooklyn!
Per il momento buona notte NY!
Registrato
framant
Supreme Member
**

Popolarità: 15
Scollegato Scollegato

Sesso: Femmina
Messaggi: 2.151


In God we trust


« Risposta #1 inserito:: 08 Aprile 2013, 16:54:39 »


Inizio promettente....aspetto il seguito!  Wink
Bentornata| Smiley
Registrato
Spino
Moderatore
Supreme Member
*****

Popolarità: 74
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 7.152


I love the Big Apple


WWW E-mail
« Risposta #2 inserito:: 08 Aprile 2013, 20:19:51 »


Ottimo inizio.
Registrato

Lisaè
Newbie
*

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Messaggi: 27


E-mail
« Risposta #3 inserito:: 08 Aprile 2013, 23:49:10 »


Citazione
Bentornata|

Grazie per il sostegno! In effetti il rientro è sempre traumatico, soprattutto se dopo pochi giorni dal rientro ti viene una mega influenza! Almeno ho tempo per il mio racconto.  Grin

Mercoledì 27/04
Raggiungiamo il gruppo all'hotel per poi prendere la metro verde e dirigerci a Lower Manhattan. Oggi in programma c'è l'attraversamento del ponte di Brooklyn! Finalmente al terzo tentativo dovrei farcela, dopo aver desistito al primo viaggio, a causa del pochissimo tempo (ci eravamo concessi giusto una scappata in metro dall'altra parte del fiume per vedere Manhattan galleggiare sull'acqua), e anche al secondo viaggio per l'allagamento post uragano.
Arriviamo all'inizio del ponte (direzione Manhattan-Brooklyn) verso le 11 circa, con una splendida giornata di sole che almeno ci scalda un pò visto il ventaccio. Prima o poi anch'io riuscirò a vedere NY senza avere addosso il piumino!
La passeggiata è davvero bella e ce la prendiamo con calma, impiegandoci un'ora abbondante tra pause relax e foto varie. Arrivati in fondo sulla sponda di Brooklyn, attraversiamo il Brooklyn War Memorial per poi passeggiare attraverso Brooklyn Heights e vedere le bellissime case in Brownstones. Ritorniamo sotto il ponte costeggiando il fiume, con l'immancabile sosta per le foto di rito fatte dalla piattaforma (per chi avesse occasione, Ale mi ha detto che è davvero suggestivo vedere un concerto all'interno della Bargemusic). Questa volta con noi c'è anche un appassionato di fotografia dotato di reflex..finalmente avrò qualche bella foto seria!!
Il vento è davvero gelido e velocemente cerchiamo di raggiungere la metro. Prima però facciamo sosta alla Jacques Torres Chocolate, assolutamente consigliata per gli amanti di cioccolato e biscotti.  Tongue
Camminando attraverso Dumbo e raggiungiamo la metro a York St per prendere la F, direzione Coney Island! Con noi ci sono due bambini che mi offrono un'ottima scusa per andare a vedere il Luna Park!  Grin
Cosa vi posso dire? A me è piaciuto tantissimo! Forse perché c'era davvero uno splendido sole, forse perché la spiaggia e il Luna Park non erano affollati, forse perché tra tutte le cose che mi aspettavo di NY, un posto del genere non l'avevo proprio preso in considerazione, ma a me, anzi, a noi tutti ha regalato alcune ore di vero relax! Ci guardiamo attorno pensando alle migliaia di persone che affollavano quelle spiagge prima dell'avvento dell'aria condizionata (in internet si trovano bellissime foto in B&N) e anche il luna park, che oggi rappresenta solo vagamente ciò che era in passato, offre ancora dei bei momenti di brivido per gli amanti del genere. Tutti insieme decidiamo per un giro nella Wonder Wheel, ovviamente nella cabina che oscilla! Tante urla ma anche tante risate e alcune foto del panorama davvero belle! Come se non bastasse, in quattro facciamo anche un giro su una specie di montagne russe che però si fanno da distesi..provare per credere (devo ancora vedere le foto con la mia faccia allucinata)! E infine, giusto per non farsi mancare nulla, io e un altro pazzo saliamo sul Cyclone, le famose montagne russe in legno (queste le suggerisco davvero solo ai duri di cuore o di stomaco, che dir si voglia)! Da notare che quando ero a Melbourne mi ero rifiutata di salire sulle vecchie montagne russe in legno provenienti proprio dal Luna Park di Coney Island perché mi sembravano poco sicure!  laugh
Sono circa le 4 di pomeriggio ed optiamo per un hot dog da Nathan's. Il locale dove ogni anno si tiene la famosa gare di mangiatori di hot dog purtroppo è ancora chiuso a causa dei danni dell'uragano, ma quello davanti alla spiaggia fortunatamente è aperto. Hot dog delizioso  Tongue e panino all'aragosta niente male!
Torniamo alla metro passeggiando lungo Surf Ave e nel frattempo mi riprometto di tornare a Coney Island, magari quest'estate quando potrò godermi appieno il posto. Riprendiamo la metro F per poi cambiare al volo e salire sulla G, direzione Williamsburg. Scendiamo a Nassau Av per percorrere Bedford Av. La prima parte attraversa un parco, perciò il quartiere non sembra niente di speciale, ma dopo pochi passi iniziano i locali pieni di giovani, una bellissima via piena di luci, bella gente e vetrine che si alternano a ristoranti. Sembra davvero un bel quartiere dove poter vivere (maledetto Visto che non ho!!!). Ormai è il tramonto e decidiamo per una deviazione verso est sull'East River per scattare qualche bella foto. Da qui l'Empire si mostra in tutta la sua bellezza!
Ritorniamo su Bedford Av per salire sulla parallela Driggs Av e prendere il bus che ci porta abbastanza vicini alla Pizzeria Grimaldi. Tendenzialmente non amo mangiare italiano quando sono all'estero, ma qualcuno del gruppo inizia ad avere nostalgia e dopo aver letto tante recensioni positive su questo posto mi sembrava veramente un torto non provare! Arriviamo al locale e troviamo un pò di coda, ma effettivamente il servizio è veloce e nel giro di quindici minuti è il nostro turno. Arrivati alla porta veniamo accolti da un italiano della Costiera Amalfitana (scusate ma proprio non ricordo il nome) che ci chiede se siamo pazzi ad arrivare in nove alle nove di sera. In pochi minuti ci trova due tavoli abbastanza vicini e iniziamo a mangiare. Le pizze sono giganti e il servizio rapido. Sinceramente non mi sento di definirla una delle migliori pizze di NY (Se volete scoprire un'altra pizzeria che secondo me merita di più dovrete aspettare e leggere il mio racconto del giovedì!). Da qui torniamo alla piattaforma sotto al ponte per fare le ultime foto, questa volta di notte con le luci dei grattacieli ad illuminare Manhattan. Si è fatta quasi mezzanotte, noi siamo in giro dalla mattina e adesso il vento è ancora più forte. In tutta velocità andiamo alla metro per rientrare a casa.
Una giornata davvero bella, rilassante, con ritmi diversi rispetto a quelli che si hanno quando si visita Manhattan. Dopo Coney Island mi ripropongo di tornare anche a Williamsburg ed in generale a Brooklyn che mi ha fatto davvero una ottima impressione!
Registrato
flapane
Gold Member
***

Popolarità: 5
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 581



WWW
« Risposta #4 inserito:: 09 Aprile 2013, 10:41:40 »


Fai bene a visitare Williamsburg, é una piacevole sorpresa, ed ancora in pieno rinnovamento.

Sent from my T-Mobile Vibrant using Tapatalk
Registrato

2010 EastCoast Gallery
2011 Midwest Gallery
2012 NYNJ Gallery

[img]http://my.flightmemory.com/pic/flapane.gif[/im
axel84
Junior Member
*

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 59



E-mail
« Risposta #5 inserito:: 09 Aprile 2013, 13:57:28 »


preannuncia bellissimi emozioni Coney Island! a settembre sarà la nostra prima volta a NY e gli dedicheremo un intera giornata  Cheesy
Registrato
Lisaè
Newbie
*

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Messaggi: 27


E-mail
« Risposta #6 inserito:: 09 Aprile 2013, 15:48:46 »


Citazione
Fai bene a visitare Williamsburg, é una piacevole sorpresa, ed ancora in pieno rinnovamento.

Come dicevo, ho avuto davvero una bella impressione. Mi hanno parlato molto bene anche di Park Slope per cui la prossima estate, in cui potrò fermarmi più a lungo, conto di approfondire la mia conoscenza del sobborgo Brooklyn, aggiungendoci un giro al museo, magari uno dei sabati sera in cui rimane aperto.

E ora riprendiamo con il mio viaggio!

Giovedì 28/03
Questa mattina il gruppo si divide:la famiglia va a visitare il MOMA, mentre io e il mio compagno ci dedichiamo alla zona di Chelsea, in particolare si va in esplorazione al Chelsea Market. La struttura è affascinante e una volta dentro si è assorbiti all'interno di una bolla, non si sa più se è mattina, pomeriggio o notte. Bello, ci piace! Luci di diversi colori, cascata di acqua da un tubo che esce dal soffitto, tante vetrine diverse da guardare. L'ambiente è molto piacevole e noi dobbiamo solo decidere dove fare colazione (vista l'ora parlerei più di brunch o pranzo!). Qui c'è veramente l'imbarazzo della scelta! Noi optiamo per Ronnybrook Diary. Si mangia attorno al bancone centrale, con i camerieri che vi lavorano all'interno. Le pareti sono tutte ricoperte da casse di legno, che in caso di bisogno vengono estratte per formare dei mini tavolini. I prodotti sono freschissimi e alcuni sono addirittura di origine biologica. Assolutamente promosso! Prima di lasciare il market ci rifacciamo gli occhi con i bellissimi biscotti di Eleni's per poi uscire e salire sulla High Line, decidendo di percorrerla quasi tutta in direzione nord. Una passeggiata bellissima, che consiglio a tutti per poter avere una visuale completamente diversa sui quartieri sottostanti. Sembra davvero strano come pochi metri in altezza ti possano allontanare dalla frenesia dei marciapiedi di Manhattan! La percorriamo fino alla 30th per poi scendere ed andare a recuperare il gruppo al MOMA. Una volta riuniti prendiamo il bus per scendere al Pier 83, pronti per la Semi Circle Cruise di due ore con partenza alle 16. La guida presente sul battello racconta tantissimi aneddoti su tutte le attrazioni visibili dall'acqua e noi ci possiamo godere la vista riposandoci al tempo stesso. Il tempo non è dei migliori, fuori pioviggina e il cielo è grigio, ma la vista merita ugualmente! Un saluto a Lady Liberty, al ponte di Brooklyn, poi il Manhattan Bridge e via così fino al Palazzo dell'Onu. Da qui si torna indietro. Rientriamo verso le 18, giusto in tempo per prendere un bus al volo per poi cambiare e salire con la metro verso Morningside Heights. Questa sera ci aspetta un concerto della MSM Afro-Cuban Jazz Orchestra al Borden Auditorium (Broadway e la 122nd). Il concerto è uno spettacolo!!! Titolo della serata "Que viva Harlem!", un omaggio a tutte le correnti musicali che hanno influenzato il Latin Jazz. Il livello dell'orchestra è spettacolare, il programma divertente e il direttore Sanabria uno spasso, tra assoli alle percussioni e passi di ballo! Il concerto finisce verso le 21.30 e noi dobbiamo ancora cenare. Visto che la pizza della sera precedente non ci aveva del tutto soddisfatti, il mio compagno non vuole far partire la famiglia senza che ne abbiano assaggiata una all'italiana e allora saliamo su Broadway in direzione nord fino al 3143 per cenare alla Bettolona. L'ambiente è piacevole, tra i camerieri era presente anche un ragazzo italiano, il forno è a legna e i prodotti sono di buona qualità. Se vi piace la pizza sottile, assolutamente consigliata! Anche i primi non fanno rimpiangere l'Italia (lo so, siamo a NY e non si dovrebbe cercare la cucina italiana che si può benissimo mangiare quando siamo a casa, ma stasera va così). Il dolce decidiamo di mangiarlo in un Diner dell'Upper West Side, visto che è già giovedì e la famiglia ripartirà sabato mattina. Passeggiamo nel quartiere e attraversiamo la Columbia University, anche di sera merita un giro! Con un bus scendiamo alla 100th, sempre su Broadway e siamo al Metro Diner. Il locale è davvero un classico, con sedili in pelle rossa, porzioni abbondanti e sempre pronti a riempirti la tazza di caffè! Mega fetta di cheesecake per me, giusto per andare a letto leggeri, mentre qualcuno opta per i pancake o la torta al cioccolato. Se vi capitasse di essere in zona, anche questo locale è tra i consigliati! Beh che dire, questa sera non ci siamo fatti mancare proprio nulla! Nel frattempo abbiamo fatto quasi l'una, il gruppo prende la metro per rientrare in hotel mentre noi facciamo due passi verso casa. Anche per questa notte: buona notte New York!
Registrato
Lisaè
Newbie
*

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Messaggi: 27


E-mail
« Risposta #7 inserito:: 09 Aprile 2013, 15:53:55 »


Citazione
preannuncia bellissimi emozioni Coney Island! a settembre sarà la nostra prima volta a NY e gli dedicheremo un intera giornata


Come ho scritto, a me è piaciuto davvero tanto! Considerando poi che il Luna Park aveva aperto da un paio di giorni, che alcuni locali erano ancora chiusi per l'uragano e che di sicuro non era la stagione migliore, posso solo immaginare che a settembre sarà ancora meglio! Magari ci incontreremo visto che vorrei fermarmi fino a metà del mese!
Registrato
flapane
Gold Member
***

Popolarità: 5
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 581



WWW
« Risposta #8 inserito:: 09 Aprile 2013, 21:48:48 »


Ah, finalmente Coney Island ha riaperto!
Da Napoletano, non posso che consigliarti di mangiare la VERA pizza al "Numero 28" e da "Starita", che ha aperto la filiale americana un annetto fa o poco più. Ogni 7-10 giorni, ci sta bene, per evitare di assuefarsi eccessivamente al cibo americano.
Registrato

2010 EastCoast Gallery
2011 Midwest Gallery
2012 NYNJ Gallery

[img]http://my.flightmemory.com/pic/flapane.gif[/im
axel84
Junior Member
*

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 59



E-mail
« Risposta #9 inserito:: 09 Aprile 2013, 22:58:47 »


è uno dei miei pallini Coney Island, subito tra gli immancabili fin dall' inizio della programmazione della vacanza!
per quanto riguarda l high line pensavamo di fare il percorso contrario rispetto al vostro, partire da nord per poi scender fino a Chelsea market, prender qualcosa da mangiare tranquillamente a battery park e nel pomeriggio visita della federal reserve e di ground zero  Smiley
la columbia poi l' avremo a due passi da casa, immancabile sarà qualche giretto alla sua scoperta.. come vedrò di far rientrare nel programma una colazione mega abbondante da metro diner   Cheesy
Se sarai ancora in città in quel periodo allora mettiam in conto d' offrirvi un aperitivo in cambio di un po' di preziosi consigli!
Registrato
axel84
Junior Member
*

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 59



E-mail
« Risposta #10 inserito:: 09 Aprile 2013, 23:06:08 »


Ah, finalmente Coney Island ha riaperto!
Da Napoletano, non posso che consigliarti di mangiare la VERA pizza al "Numero 28" e da "Starita", che ha aperto la filiale americana un annetto fa o poco più. Ogni 7-10 giorni, ci sta bene, per evitare di assuefarsi eccessivamente al cibo americano.
ecco un altro buon consiglio, la proveremo! occhio però che anche la mia morosa ha origini napoletane, se non è ottima te la vedi tu con lei  laugh
Registrato
Lisaè
Newbie
*

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Messaggi: 27


E-mail
« Risposta #11 inserito:: 10 Aprile 2013, 16:35:49 »


Citazione
Da Napoletano, non posso che consigliarti di mangiare la VERA pizza al "Numero 28" e da "Starita", che ha aperto la filiale americana un annetto fa o poco più. Ogni 7-10 giorni, ci sta bene, per evitare di assuefarsi eccessivamente al cibo americano.

Grazie per la dritta, ovviamente le proverò appena torno!

Citazione
Se sarai ancora in città in quel periodo allora mettiam in conto d' offrirvi un aperitivo in cambio di un po' di preziosi consigli!

Sarebbe un piacere! Non ho ancora fissato le date di preciso, ma conto di fermarmi fino a metà settembre..

Venerdì 29/03
Anche oggi ci dividiamo: il gruppo sale al Top of The Rock, il mio compagno va a lezione e io.. Cosa potrà fare una ragazza a NY avendo a disposizione un paio d'ore in solitaria?? Ma ovviamente una mini sessione di shopping!  Cheesy
Destinazione Century21! Questa volta non scendo nel solito a Lower Manhattan ma provo quello al Lincoln Center, così ne approfitto per farmi una passeggiata e rivedere Metropolitan, Julliard & Co. Arrivo verso le 10 e mi godo un paio d'ore immersa tra vestiti, borse e scarpe. Fortunatamente a quest'ora non c'è una grande folla quindi riesco a fare qualche acquisto. Tutto sommato mi è piaciuto di più rispetto a quello di downtown, forse per le dimensioni leggermente più umane! Verso ora di pranzo mi raggiunge anche Ale, entrambi non abbiamo fatto ancora colazione e il chiosco di waffle proprio davanti al Century21 si rivela una deliziosa risorsa.
Da qui attraversiamo la città con un bus per riunirci al gruppo a Central Park, lato east sulla 72nd. Tutti insieme iniziamo una bella passeggiata nel parco, una vera e propria attraversata anzi! In successione vediamo: The Pilgrim, Conservatory Water, Hans Cristian Andersen, Alice in Wonderland, The Lake, Boathouse Cafè, Bethesda Fountain, The Falconer, Strawberry Fields. Nonostante avessi già visitato più zone di Central Park, alcune di queste sono una novità anche per me. Purtroppo vediamo la Bethesda Fountain ancora spenta per l'inverno (so che è stata riaperta proprio in questi giorni) ma alcuni artisti di strada e un paio di piccoli cori gospel che si esibiscono sotto alla terrazza rendono comunque bella l'atmosfera. Arrivati davanti al Dakota Building, io e il mio compagno lasciamo il gruppo per andare a Times Square e vedere se ci sono biglietti disponibili per i musical della serata al TKTS. Una volta arrivati ci accorgiamo che la fila è davvero impressionante e tutti i biglietti per i musical più famosi sono già stati venduti addirittura a prezzo pieno. In effetti è Pasqua e l'aumento di turisti rispetto alle giornate precedenti si nota eccome! Niente musical - sigh - ci dispiace davvero tanto per il gruppo, ma avranno sicuramente occasione di tornare. Ci prendiamo una pausa ad uno Starbucks, tentando di trovare qualcosa di carino per la serata, ma siamo in 9 con due bambini..
Il gruppo nel frattempo si è spostato sulla Fifth Av per fare acquisti e noi due, prima di raggiungerli, decidiamo di andare a prendere la funivia di Roosvelt! Dopo averne sentito tanto parlare in questo forum, questa volta non posso farmela scappare! Vi si accede con la solita MetroCard e in pochi secondi ci si ritrova a guardare Manhattan dall'alto. Bellissima!! Consigliatissima!! Passare accanto al Queensboro Bridge guardando le auto dall'alto in basso fa quasi impressione. Una volta arrivati a Roosvelt Island, visto che la giornata fredda non è proprio l'ideale per godersi il parco e noi siamo abbastanza stanchi, saliamo nel bus che gira "tutta" l'isola per soli 25 cent. Un modo comodo, rilassante e caldo per dare almeno un'occhiata a questa piccola striscia di terra. Ritorniamo a Manhattan riprendendo la funivia e poi un bus per ritrovarci col gruppo davanti alla New York Public Library. Da qui facciamo una passeggiata attraverso Bryant Park e lentamente ci dirigiamo verso l'albergo per una pausa prima di cena. Mentre il gruppo si sistema, io e ale cerchiamo disperatamente un ristorante messicano per la serata. Ne abbiamo chiamati almeno 5 o 6 (ovviamente tra quelli consigliati), ma purtroppo di venerdì sera e senza avere una prenotazione diventa impossibile trovare un posto per 9. Ormai sono le 9 di sera, siamo tutti un pò stanchi e decidiamo di andare a mangiare da Heartland Brewery, il pub sotto l'Empire State Building. Il posto è molto grande, cucina tipica americana e ottime birre! Non sono un'esperta ma la 100% Black Angus Steak non è per niente male, i prezzi sono contenuti e i dolci giganti (provare il Brownie per credere!). Purtroppo è già venerdì sera e la partenza del gruppo è prevista per il sabato pomeriggio, quindi almeno per l'ultima notte, vogliamo portare il fratello del mio compagno a fare un giro. Dopo aver accompagnato tutti all'albergo, in tre ci dirigiamo verso Morninside Heights, per raggiungere alcuni amici e bere qualcosa. Destinazione El Porton, bar ristorante messicano in cui si beve una ottima piña colada, frequentato da universitari, messicani e gente di Harlem.
Dopo questo, torniamo a casa alle 4..anche per oggi buona notte New York!
Registrato
Lisaè
Newbie
*

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Messaggi: 27


E-mail
« Risposta #12 inserito:: 11 Aprile 2013, 13:56:33 »


Sabato 30/03
Oggi è il giorno della partenza del gruppo e io e il mio compagno ci mettiamo a loro disposizione. Dopo aver lasciato le camere dell'albergo, usciamo per il loro ultimo giro per Manhattan (ovviamente "ultimo" per questa volta!). Poiché il negozio di fotografia B&H è chiuso per tutta le settimana di Pasqua, tentiamo in un altro negozio specializzato in fotografia vicino al Flatiron Building, ma niente da fare. Da qui passeggiamo nel quartiere per tornare all'Empire e poi sulla Fifth Av per gli ultimi acquisti. Pranzo velocissimo, recuperiamo le valigie in albergo e li accompagniamo a Penn Station per prendere la metro che li porterà all'AirTrain. Qui, purtroppo, ci si saluta.  Embarrassed

Da qui io e Ale decidiamo per una visita a Union Square e al bellissimo mercatino biologico. Quanta roba buona! Crostata ai mirtilli, ciambelline al succo di mele e soprattutto la bellezza di Union Square. Ce ne stiamo li, passeggiando tra i banchetti e gli artisti di strada. Prima di tornare a casa saliamo nel centro commerciale per una vista della città dall'alto e poi si torna a casa.

Per cena usciamo piuttosto tardi ed essendo due appassionati di cucina Thai cerchiamo un buon ristorantino nuovo da provare. Alla fine optiamo per il Pure ad Hell's Kitchen. Il locale è piccolino, la cucina in fondo ma al centro c'è un cuoco che prepara i noodle a mano. Se cercato qualcosa di più thai che newyorkese, questo è assolutamente il posto giusto!
Con il bus rientriamo a casa.
Anche per questa notte Buona notte NY!
Registrato
Brooklyn-Italia
Newbie
*

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Messaggi: 43


E-mail
« Risposta #13 inserito:: 12 Aprile 2013, 05:08:12 »


 Bellissimo racconto Lisae'.Vedo ke' tu ,con la tua piccola squadra( ahah )vi siete divertiti .Sembra che vale la pena fare un po il compito prima di partire e sopratutto di seguire  le molte suggerizione di questo eccellente sito. Leggendo vedo ke' sei stata colpita dal piccolo fulmine di Brooklyn. Molte persone nemmeno considerano visitare pensando solamente a Manhattan. Quanto riguarda la pizza , come residente,non trovo niente di nuovo a leggere ke' la Grimaldi non ti e impressionata.  Per il tuo prossimo ritorno , o anche per gli  altri, vorrei suggerirti di provare girare Brooklyn con bici. se vedi il banner in questa  pagina , Il Brooklyn Bike Tours offre spettacolari visite di questo grande sobborgo .Une dei quali e di visitare quartieri etnici e pedalare lungo fiume con spettacolari viste del skyline al tramonto, mentre visitare le piu' famose pizzerie di Bklyn  e assaggiare le pizze cotte nei forni di mattone con legno a stile Napolitano. Nel frattempo, se volete informazioni da prima  mano su Brooklyn, questo sito  e un eccellente metodo per trovare risposte alle vostre domande ..
Ciao ,
Brooklyn Tony
Registrato
Lisaè
Newbie
*

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Messaggi: 27


E-mail
« Risposta #14 inserito:: 15 Aprile 2013, 17:21:41 »


Grazie per i suggerimenti Brooklyn-Italia, sto segnando tutto nella mia lista per il mio ritorno in estate! E ora riprendiamo il racconto dalla domenica di Pasqua:

Il programma è di andare a seguire una messa ad Harlem ma...ci svegliamo tardissimo dopo aver spento allegramente le sveglie!  Shocked
Via di corsa in strada per prendere un taxi e precipitarci alla Bethel Gospel Assembly(su suggerimento proprio di Flapane del forum). Da sottolineare che la domenica precedente il mio compagno aveva provato ad entrare con la famiglia ma si era visto rifiutare l'ingresso perché in troppi. é Pasqua, è tardissimo (la messa sta per iniziare) ma noi ci proviamo lo stesso! All'ingresso inizialmente ci rifiutano, poi una signora si impietosisce e ci fa salire assieme ad un altro gruppetto, avvisandoci però che essendo la domenica di Pasqua i turisti non possono entrare per dare precedenza alle persone della comunità (direi assolutamente comprensibile). Una volta sopra, veniamo fatti accomodare in una stanza con un paio di televisori e ci invitano a seguire la messa in attesa che si liberi qualche posto. Lì per lì ci sembra una cosa davvero per turisti...ma ormai è Pasqua, la messa sta per cominciare e anche volendo sarebbe troppo tardi per cercare un'altra chiesa e così rimaniamo seduti. La messa inizia e nel giro di dieci minuti la sala si riempie di persone della comunità, circa un centinaio, tutte vestite a festa che iniziano a cantare seguendo il monitor! A quel punto non ci sembra più una trovata per turisti, ma una vera e propria soluzione avendo troppe persone. La messa, nonostante il monitor, è piuttosto coinvolgente (viene addirittura dedicato un canto alle persone che sono lì per la prima volta) e dopo circa un'ora finalmente riusciamo ad entrare in chiesa! é davvero incredibile vedere quanto la comunità partecipi in queste celebrazioni. Dopo circa un'altra ora e mezza la messa è finita e noi cerchiamo un posticino per il Brunch.
Facciamo un tentativo da Amy Ruth's Restaurant ma la coda è lunghissima, il vento gelido e soprattutto in coda non si avanza di un millimetro (ci riproverò questa estate). Dopo 15 minuti desistiamo e optiamo per il Native, altro locale consigliato per il brunch. Questo mi pare meno turistico di Amy e l'hamburger di salmone è delizioso! Ormai è pomeriggio e fuori fa freddo, perciò dopo un velocissimo giro al mercatino di Harlem, prendiamo la metro per andare verso casa nell'Upper West Side facendo prima una pausa da Magnolia Bakery. Per chi non lo sapesse, questa è la pasticceria diventata famosa per alcune puntate di Sex and the city, anche se Carrie e Miranda andavano in quella del village! Beh, voi non potete capire la bontà della cheesecake al caramello e di quella al cioccolato  Tongue indescrivibile! Assolutamente consigliata per i golosi! Finalmente rientriamo a casa per riposarci un pò, la settimana intensa inizia a farsi sentire. Per la serata di Pasqua decidiamo di andare al cinema per provare il famoso schermo IMAX. Il mio compagno, essendo studente, ha un paio di biglietti a prezzo ridotto e così ne approfittiamo! La scelta ricade su Oz the Great and the powerful, ovviamente 3D, alla sala di Times Square. Voto:10! Lo schermo è davvero gigante e per la prima volta finisco un film in 3D senza avere gli occhi che mi bruciano.  Cry
Usciamo verso le 22.30 senza aver cenato e cerchiamo in zona qualcosa di non troppo turistico. Alla fine torniamo verso casa nell'Upper West Side per mangiare al Metro Diner vicino a casa. Qui non si sbaglia mai.
Dopo l'ennesima ricca giornata, anche questa volta posso dire: buona notte New York!
Registrato
Pagine: [1]   Vai su
  Stampa  
 
Vai a:  

 

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.11 | SMF © 2006-2009, Simple Machines LLC | Sitemap XHTML 1.0 valido! CSS valido!
Copyright 1998- © HNS srl - Partita IVA 07431360010
Pagina creata in 0.192 secondi con 23 query. (Pretty URLs adds 0.063s, 2q)