NYC-SITE.COM | Il più consultato forum di discussione su New York
18 Agosto 2019, 03:26:21 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizie: Musical a New York. Prenota il tuo spettacolo. Clicca qui!
 
   Home   Guida Ricerca Gallery Accedi Registrati Chat  

Pagine: 1 ... 23 24 [25] 26 27 28   Vai giù
  Stampa  
Autore Discussione: THE THIRD COMING (From West coast to New York)  (Letto 76003 volte)
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
78Luca
Supreme Member
**

Popolarità: 3
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 2.973


W questo FORUM!!!


« Risposta #360 inserito:: 27 Ottobre 2008, 09:43:44 »


La doccia dell’ostello si rivela sorprendentemente ancora più comoda di quel che pensavo, con un piatto doccia enorme e quindi comodissimo. Quasi ai livelli di Las Vegas!
L’unica cosa scomoda è che alcuni bagni non hanno la porta che si chiude a chiave, così bisogna esporre il proprio badge sull’oblò opacizzato della porta per far vedere che è occupato.
Una bella doccia era proprio quel che ci voleva dopo aver sofferto veramente molto il cambio di clima rispetto a San Diego.
Per stasera ho grandi progetti e già sono ottimamente organizzato.
Il venerdì è la serata migliore del Marquee, ma quest’anno vorrei andare in locali nei quali ancora non sono stato, per cui, a malincuore, vi rinuncio e scelgo di andare all’Ultra (37 West 26th St., btw Broadway and 6th Ave http://www.theultranyc.com/). Questo tra l’altro è il locale in cui era andato Ivo, l’amico di Fabio Volo, in “Italo Americano”.
Quest’anno per le liste per entrare nei locali non dovrei avere troppe difficoltà, alla fine, con due anni di esperienza alle spalle, ho trovato il sito che permette di entrare nei locali in cui voglio andare io, cioè www.veroslist.com
Mi sono iscritto alle newsletter e per stasera proponevano giusto l’Ultra ed il Marquee.
Attraverso Marion (marion@eventpremiere.com  Cel. 917-557-5787), una delle PR che coordina gli ingressi, mi ero fatto mettere in lista in entrambi; si sa mai che alla fine non resista alla tentazione di andare al favoloso Marquee…
Per stasera veroslist propone anche il Touch, locale di recente apertura che quest’anno ha sostituito il Float (240 W 52nd Street between 8th Avenue & Broadway, http://www.touchnewyorkcity.com/). Enea ci andrà, ma non me ne parlerà molto bene.
Marion è Francese, ma ha sempre risposto alle mie e-mail in un Italiano perfetto nonostante le prime volte le scrivessi in Inglese. Mi ha scritto anche che lei stasera sarà all’Ultra, bene, sono proprio curioso di vederla.
Altro contatto per la veroslist è direttamente Veronique, la PR principale (vero@veroslist.com Cell. 917-568-0979). Lei non avrò mai occasione di sentirla, comunque non  credo parli Italiano.
Finalmente stasera posso tornare a vestirmi in modo elegante, dopo che per qualche giorno i vestiti erano rimasti in valigia. Speriamo che riscuota lo stesso successo dell’anno scorso!
Indosso quindi l’abito gessato blu, camicia nera a costine e cravattino nero sottile.
So già che come uscirò dall’aria condizionata ci sarà da soffrire parecchio, soprattutto nelle caldissime stazioni metro sarà di sicuro un inferno!
Mi preparo in fretta in modo da uscire presto e poter quindi fare un giro nel Meatpackig District e a Chelsea, prima di andare all’Ultra.
Un’ultima sistemata al nodo della cravatta, quindi esco dalla stanza.
Non faccio nemmeno in tempo a richiudermi la porta alle spalle che vengo accolto da un bel “Wow!” di ammirazione!
Mi volto trovando una bella donna sui 38-40, con figlia all’incirca di 10 anni al seguito.
Cominciamo bene!
Bastava tornare a NY per trovare un po’ di gente che ne capisse qualcosa!
Anche loro stanno scendendo per andare nella hall, così facciamo la corsa in ascensore insieme.
Appena le porte di questo si richiudono, la madre mi chiede dove sono diretto e, quando dico che me ne vado a Chelsea per club, risponde “Ti divertirai di sicuro!”, con la figlia che mi guarda fisso dal basso verso l’alto neanche fossi il principe azzurro!
Certo che se stasera tutte le ragazze faranno così mi divertirò di sicuro sì!
Appena esco dall’ostello con la giacca indosso, mi arriva una prima botta intensa di calore, anche se temevo persino peggio.
Mentre mi incammino verso Columbus Circle per prendere la metro verso Chelsea, la mia prima destinazione per stasera, penso che è la prima volta che passeggio lungo Central Park di sera. Il parco mantiene comunque il suo fascino anche con questa semi-oscurità.
Come scendo nella stazione mi arriva la botta di caldo definitiva. Non riesco a stimare che temperatura ci possa essere, ma di sicuro siamo sui 40 C°. Resisto davvero pochissimo tempo con la giacca addosso, la sfilo subito ed avvolgo anche le maniche della camicia.
Il caldo lo si combatte come si può.
Per fortuna il treno arriva in pochi minuti ed una volta in carrozza benedico chi ha inventato l’aria condizionata.
Ricordo che tutti gli altri anni alla prima corsa in metro mi sono sempre sbagliato, prendendo un treno espresso anziché il local e vedendo poi il treno che tirava dritto alla fermata nella quale sarei invece dovuto scendere.
Stavolta, vecchio mio, non mi freghi più!
Ed invece quando arriviamo alla 23rd St, il treno anziché fermarsi tira dritto!
E che cavolo! Ci avevo anche guardato che non fosse un espresso!
Evidentemente devo aver visto male. Continua quindi inesorabilmente la serie negativa della prima corsa in metro, per il terzo anno di fila.
Scendo quindi alla 14th St. nel Meatpacking district; poco male, evidentemente il destino vuole che cominci da qui.
Non appena inizio il mio giro esplorativo mi accorgo immediatamente che la zona ha già avuto dei cambiamenti significativi rispetto all’ultima volta che ci sono venuto, solamente nove mesi fa.  
Sulla 9th Ave all’altezza della 14th St. hanno messo dei tavolini nel mezzo della strada, ricavando una piazzetta, e sempre qui hanno già aperto il nuovo Apple store. Questo però, per quanto possa essere bello, bisogna ammettere che il suo stile moderno nel contesto del quartiere non c’entra assolutamente nulla! L’intensa luce che proviene dal suo interno rovina anche un po’ l’atmosfera della zona, che per il resto ha luci piuttosto basse.
Ci sono inoltre un sacco di ristoranti nuovi ed hanno già tirato su un palazzo sulla 10th Ave.
La sensazione è che i cambiamenti comunque siano in peggio, cioè che come in Italia ci siano sempre meno club e sempre più ristoranti.
Ma ai ragazzi non piace più andare a ballare?!?
Registrato

<a href="http://www.cazzetti.it" target="_blank">[/url]
78Luca
Supreme Member
**

Popolarità: 3
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 2.973


W questo FORUM!!!


« Risposta #361 inserito:: 27 Ottobre 2008, 09:45:36 »


Mi incammino sulla 9th Ave verso sud passando davanti al Pastis (foto N° 559 link http://www.flickr.com/photos/30807432@N04/ 9th Ave at 14th St. http://www.pastisny.com/), celebre bistrot che si può ammirare anche nel fantastico film di Woody Allen “Melinda e Melinda”, uno tra i miei preferiti del grande Woody!
Praticamente di fronte si trova il Gansevoort hotel con al suo fianco il One (1 Little West 12), bellissimo lounge-disco.
Passo dal Kiss & Fly, locale di recente apertura che ha preso il posto dell’Aer lounge (W13rd St. at 9th Ave). Lo sorso anno questo locale era completamente sventrato ed impacchettato, ora lo hanno già aperto da qualche mese. Ero particolarmente curioso di vederlo in quanto avevo letto che era costruito nel Vegas-style ed ispirato dai party di Ibiza. Tuttavia non mi fa una grande impressione, vedo solo che ci sono tanti tavoli con gente a cena.
Chiedo al buttafuori se si tratta solamente di un ristorante.
Risponde che da un lato c’è il ristorante e dall’altro il club.
Ho letto inoltre che nascosto nel muro c’è un piccolo angolo segreto che sarebbe tipo la zona VIP, anche se si può vederla solamente entrando.
Arrivo davanti al 5ninth (all’inizio di Little West 12 at 9th Ave.
 http://www.5ninth.com/5NinthFlashLogo.html), bar che lo scorso anno ci era piaciuto davvero molto. Purtroppo però non ho tempo per entrare, così procedo lungo la via.
Arrivo al Revel (10 Little West 12 http://www.revel-ny.com/), il nostro amatissimo “Indie” del viaggio del 2006, dove vedo che hanno messo un banchetto all’ingresso, non so se è una cassa (mi confermerà Enea, quando arriverà a NY anche lui, che dopo una certa ora adesso si pagano 5 $ per entrare; scandalosi!). L’atmosfera comunque non è decisamente più quella di una volta, per cui non entro nemmeno.
Passo davanti al Cielo (18 Little West 12, http://cieloclub.com/) che a quest’ora sembra piuttosto tranquillo, ed arrivo al Tenjune (26 Little West 12, http://www.tenjunenyc.com/), ristorante che lo scorso anno aveva un’atmosfera favolosa e quest’anno pure. Sicuramente uno per posti più cool di NY.
Praticamente di fronte, dall’altro lato della strada, c’è il Budda house.
Arrivo fino in fondo alla via, poi mi incammino verso nord sulla 10th Ave.
Passo davanti a Hogs & Heifers (13rd st at 10 Ave, http://www.hogsandheifers.com/), bar in stile Coyote Ugly, anche se adesso mi sembra piuttosto tranquillo, poi procedo fino ad arrivare all’Earth NYC (116A 10th Avenue, btw 17th and 18th Street, www.earth-nyc.com), nuovo ristorante che guardandolo in internet mi sembra davvero fantastico. Da fuori si vede poco comunque.
Stando sulla 10th Avenue avvisto anche la teleferica di cui ci parlava Maurizio20.

Il Meatpacking è ora davvero affollato di ragazzi che girano tra club e ristoranti e la 9th Ave ha il traffico praticamente bloccato da una marea di taxy in coda. Una lunga fila gialla.
Davvero fantastica questa zona, peccato solo che sono troppo di fretta per potermela godere appieno e soprattutto che quest’anno ho soltanto due serate a disposizione.
Mi incammino verso Chelsea entrando solo un attimo al favoloso Buddakan (220 9 Ave at 16th st, http://www.buddakannyc.com/). Sicuramente uno dei miei ristoranti preferiti, anche se purtroppo non ho mai cenato in nessuno. Il locale è enorme e meraviglioso, anche se adesso, essendo week end, è troppo affollato. C’è un sacco di gente che viene qui anche solamente per farsi un drink.
Mi incammino ora velocemente verso Chelsea senza soste fino alla 21st St, che percorro fino ad arrivare al civico 547 W tra la 10th e 11st Avenues. Qua ci sarebbe dovuto essere El Flamingo, locale nel quale vanno a ballare la meravigliosa Charlize Theron ed il bravissimo Kennet Braght nel film “Celebrity” di Woody Allen. Ora però è diventata una galleria d’arte, per altro già chiusa anche questa.
Arrivo al Marquee (289 10th Avenue at 27th St. www.marqueeny.com). Sono davvero sicuro che voglio proprio andare all’Ultra?!?!
Ancora non c’è molta gente in fila ma, per quel poco che vedo, la serata di sicuro promette bene…
Passo oltre prima che inizi seriamente a pensare di rimanere qui.
Anche questa zona di Chelsea è molto cambiata. La 27th St., che era sempre molto illuminata, ora è proprio buia. Così però ha molto più fascino ed è ancora più bella.
Passo davanti al Bungalow 8 (515 W 27th St. tra 9th Ave e 10th Ave), dove purtroppo non ho mai avuto l’occasione di andare (anche se la scritta “No Vacancy” all’ingresso rivela che entrare qui è veramente dura…) e quindi al Pink Elephant (527W 27th st. http://www.pinkelephantclub.com/home.html).
È  piacevole rivedere quello schifoso di “Step Back”, lo stupido buttafuori da noi così rinominato in quanto non fa altro che ripetere continuamente questa frase. Noto con piacere che continua ad indossare le scarpe da ginnastica con le molle sopra al vestito elegante…
Ci sono ancora anche Angelo e tutti gli altri soliti coglionazzi che regolano l’ingresso a questo locale. Perdonatemi l’astio nei loro confronti, ma è risaputo che questi del Pink Elephant sono davvero insopportabili. Maledetto Bouncer!
Giusto a fianco c’è un locale nuovo, il Mansion (530W 28th St http://www.mansionnewyork.com/). Non avrò occasione di andarci, ma confermerà anche Enea che al sabato è davvero bello e si entra con la veroslist.
L’Home (532 West 27th St www.homeguesthouse.com), il suo gemello Guest House (542 W 27th St.) ed il Cain (544 W 27th St. tra 10th & 11th Aves www.cainnyc.com) sembrano essere ancora piuttosto tranquilli, ma sono sicuro che tra poco saranno pieni di belle ragazze.
Il Pre Post, meraviglioso ristorante-lounge nel quale eravamo stati un paio di volte nel 2006, purtroppo non esiste definitivamente più, al suo posto hanno fatto un lounge-disco. Chiedo al buttafuori come si chiama ora il locale e mi risponde “Suzie Wong’s” (547 West 27th Street, http://www.suziewongnyc.com/).
Registrato

<a href="http://www.cazzetti.it" target="_blank">[/url]
78Luca
Supreme Member
**

Popolarità: 3
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 2.973


W questo FORUM!!!


« Risposta #362 inserito:: 27 Ottobre 2008, 09:47:06 »


Non mi sembra granchè comunque, almeno vedendolo da fuori. Di sicuro il Pre Post era tutta un’altra cosa, oltre al fatto che era praticamente l’unico locale un po’ d’atmosfera della zona
Termino velocissimamente il mio giro esplorativo di Chelsea, che è sicuramente l’area con i locali più eleganti, poi mi dirigo all’Ultra.
Prima di entrarvi però faccio un salto al vicino 40/40 Club (6 West 25th Street, http://www.the4040club.com), locale che Contedracula ci aveva presentato come uno dei nuovi hip place di Manhattan. Quando vi arrivo davanti però non mi sembra nulla di entusiasmante, almeno vedendo la gente al suo esterno. Probabile che non sia la serata giusta o che sia già superato anche questo.
Passo allora all’Ultra. Chissà perché mi ero convinto che Marion fosse una delle ragazze delle liste all’ingresso. Fatto sta che chiedo di lei, ma sembrano non conoscerla nemmeno. Allora mi fanno entrare pagando 15 $. Ho sbagliato io però, in realtà lei è solo una che ha una lista (o meglio la gestisce con Veronique), se avessi nominato “Veroslist” anziché dire “Marion” sarei entrato gratis. Pazienza.
Il locale è ancora praticamente vuoto (poco più delle 11 pm) e grande poco più dell’Home.
Ne approfitto per fare un giro esplorativo, non che ci impieghi molto comunque, e per scattare una foto (N° 560), anche se non rende assolutamente l’atmosfera del locale, in realtà molto migliore di come appare. Tra l’altro praticamente becco l’unico momento in cui c’è luce, visto che per il resto del tempo sarà sempre abbastanza buio.
Qua dentro comunque anche con la giacca indosso si sta bene, anzi venendo da fuori sento la differenza di temperatura ed all’inizio ho pure qualche brivido di freddo a causa dell’aria condizionata!
Mentre aspetto che arrivi un po’ di gente, prendo un coca e rum da una bella barista (10 $ + 1 $ di mancia) e ne approfitto anche per fare due chiacchiere con lei, dato che non è ancora molto impegnata. Nemmeno lei comunque conosce Marion.
Vedo arrivare un gruppo di 5-6 ragazze, tutte piuttosto carine, ma anche un po’ svampite.
Non fanno altro che scattarsi foto a vicenda di continuo.
Nel frattempo inizia ad arrivare altra gente, così mi stacco dalla zona bar e vado a fare un altro giro. Vedo che in un tavolo, insieme ad una decina di ragazzi, c’è una biondina davvero molto carina. Lineamenti dolci, fisico snello e slanciato, pantaloni aderentissimi bianchi; bellissima.
Ovvio che rimango in zona. Mi accorgo però che lei è l’unica ragazza del gruppo, così lascio perdere. Non si sa mai che uno di loro sia il suo ragazzo.
Ero un po’ preoccupato per il fatto di andare per club da solo. Non per una questione di sicurezza, ma perché avevo il timore che dopo un po’ magari mi sarei annoiato.
Devo ammettere che all’inizio, appena entrato quando c’era poca gente, un po’ iniziavo a stancarmi, ma uscendo da solo sei anche un po’ obbligato a cercare di darti da fare, quindi ci sono anche le note positive.
Vedo che c’è anche un altro ragazzo da solo, lui però se ne sta un po’ più in disparte di me che invece cerco di inserirmi nella mischia. A volte ho l’impressione che mi segua per cercare di spalleggiarmi.
Ad ogni modo il locale non è niente di che. Probabilmente quando c’era venuto Ivo sarà stato molto simile a com’è ora, solo che le ragazze presenti, attratte dalla telecamera, si buttavano tutte su di lui facendo apparire il locale una bolgia!
La musica è abbastanza carina (il che significa che va già molto bene!), tra le canzoni che mettono riconosco “American Boy” di Estelle, “Around the World” dei Daft Punk, “Sexy back” di Justine Timberlake (che a distanza di ormai due anni da quando è uscita va ancora molto forte!), “Gimme More” di Britney Spears, “Highway to Hell” degli ACDC e la favolosa “Smells like Teen Spirit” dei Nirvana.  
Alle 12.30 am mi rendo conto che comunque questo locale non è niente di chè e che sto sprecando la serata. Decido allora decido di ricominciare tutto da capo ed andarmene al Marquee.
Mi incammino il più velocemente possibile, ma quando arrivo, verso l’1 am, trovo una lunghissima fila all’ingresso. Qua trovo sempre il solito barbetta che l’anno scorso indossava i guanti in pelle anche se c’erano circa 20 C°. Insopportabile. Gli altri però sono ok.
Mi aggiro allora un po’ avanti ed indietro per studiare il da farsi. Nel mentre un ragazzo in fila, vedendomi in giacca e cravatta, mi chiede se sono uno che lavora nel locale…
Ma no!! Anche qua?!?! Siamo a New York caro, apri gli occhi!!!
Va beh che era uno spagnolo, già detto abbastanza.
Senza un aiuto non ce la farò mai ad entrare, c’è davvero troppa gente. Mi viene allora in mente che dall’altra parte della strada, proprio di fronte al Marquee, c’è un telefono pubblico.
Decido di provare a chiamare Marion, del resto lei stessa mi aveva scritto che se avevo qualche problema all’ingresso potevo chiamarla.
Le dico che sono in fila, ma che c’è troppa gente e non riesco ad entrare.
Risponde che anche lei è li all’ingresso e dice di andare sotto la bandiera blu che si trova di fianco l’entrata.
Faccio come dice e… Sorpresa!!!
Marion è proprio quella fantastica biondina con i pantaloni bianchi che c’era all’Ultra!
Davvero bellissima!
Le dico allora che prima l’avevo vista all’Ultra e risponde che pure lei mi aveva visto.
È in compagnia dei suoi amici e mi spiega che per entrare, visto che ormai è tardissimo, dobbiamo un po’ riequilibrare il numero dei maschi e delle femmine in modo che siano più o meno pari.
Dice che stanno arrivando un paio di sue amiche e che quindi dovremmo riuscire ad entrare in pochi minuti.
Poco male, ne approfitto per fare due chiacchiere con lei…
Registrato

<a href="http://www.cazzetti.it" target="_blank">[/url]
78Luca
Supreme Member
**

Popolarità: 3
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 2.973


W questo FORUM!!!


« Risposta #363 inserito:: 27 Ottobre 2008, 09:48:55 »


È stupita nel vedermi da solo, così le racconto tutta la storia, che sono già stato un paio di settimane in California in viaggio con un amico, che lui è rimasto li per questioni universitarie e che anche io fino a stamattina ero a San Diego.
San Diego, non mi sembra vero, sembra già trascorso un secolo da quando l’ho lasciata, eppure non è trascorso neppure un giorno intero ancora.
È Francese, ma parla italiano molto bene perché ha vissuto in Italia per tre anni. I suoi amici sono tutti suoi connazionali, risultato, parla in Francese tutto il giorno e dice di conoscere meglio l’Italiano dell’Inglese!
Peccato, preferirei parlare un po’ in Inglese, sarebbe molto più intrigante, anche se così è senz’altro più comodo.
Rimaniamo a chiacchierare per un po’, poi arrivano le sue amiche e finalmente entriamo, a gratis!
Grande Veroslist!
È veramente appagante entrare senza pagare in un locale ambito come il Marquee, oltretutto scavalcando l’immensa ressa che c’era all’ingresso.
Marion dice che deve restare un attimo all’ingresso e che magari ci vediamo dopo in giro.
Purtroppo però la perdo di vista e non riesco più ad incontrarla, salvo una volta che la trovo con un ragazzo che a questo punto penso proprio sia il suo boy-friend.
Come entro mi rendo subito conto che proprio non c’è alcun motivo per andare alla ricerca di altri locali, il Marquee è e resta il miglior posto in assoluto!
Adesso non avverto più quello strano sentimento di disagio che avvertivo all’Ultra, qua ormai è come se fossi di casa e di certo non mi dispiace!
Ci sono davvero un sacco di belle ragazza, ma l’unico problema è che per la stragrande maggioranza sono già in coppia. Ci sono anche veramente tantissimi Spagnoli, New York in questo periodo sembra letteralmente invasa da loro, e la cosa non mi fa certo piacere dato che preferisco di gran lunga i popoli anglo-sassoni rispetto ai latini.
Gli Spagnoli poi sono particolari, hanno ritmi di vita eccessivamente lenti per i miei gusti ed inoltre anche il loro modo di vestire non mi piace, anche se stasera va già molto meglio del solito.
Sempre meglio trovare Spagnoli che Italiani comunque, se devo stare tra connazionali allora non vado neanche all’estero! In agosto immagino che New York ne sia invasa…
Comunque il risultato è che sono di nuovo decisamente il più elegante e praticamente l’unico in giacca e cravatta.
Ma anche qua a New York?!?! Maledetti spagnoli…
Cosa succede quindi? Che almeno in 3-4 mi chiedono dov’è il bagno!
Ebbasta!!
Il locale è stra-pieno, anche troppo, anzi decisamente troppo, ma almeno il livello delle ragazze qua è sempre il più alto. Certo però che la prima volta che eravamo venuti qui, un venerdì sera di Ottobre 2006, non potrò proprio scordarla, con tutte quelle meravigliose e superfantastiche modelle che avevamo trovato!
Faccio vari giri, sia al piano terra che al piano di sopra, ed anche nel privè al piano terra. Non entro mai in pista però, anche volendo sarebbe impossibile talmente è pressata la gente.
La musica è più o meno in linea con quella degli anni passati, abbastanza carina. Tra i pezzi che mettono riconosco “Rise Up” di Yves Larock, “World holds on” di Bob Sinclair, “Love is gone” di David Guetta, il fantastico remix di “Like a Prayer” di Madonna e “I kissed a girl” di Katy Perry, che in Italia ancora non avevo mai sentito, ma che in America rimarrà in vetta alla classifica dei singoli più venduti praticamente per tutta l’estate.
Ad ogni modo la serata scorre senza grandi avvenimenti, bella ma niente di eccezionale.
Alle 3 am esco ed arrivo a casa alle 4 am. Alla fine anche con la metro diretta ci si mette comunque un sacco di tempo visto che c’è da stare ad aspettare il treno.
Speravo di impiegarci molto meno quest’anno per tornare a casa (gli altri anni avevamo sempre dovuto fare un cambio di linea ed impiegavamo praticamente un’ora e mezza), ma pazienza.
L’importante è essere di nuovo a New York.
Registrato

<a href="http://www.cazzetti.it" target="_blank">[/url]
Claudia81
Supreme Member
**

Popolarità: 5
Scollegato Scollegato

Sesso: Femmina
Messaggi: 1.945


W questo FORUM!!!


E-mail
« Risposta #364 inserito:: 27 Ottobre 2008, 11:01:09 »


Grande come sempre Luca!!!!!
Registrato

ettore82
Supreme Member
**

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1.412

I Love NYC-Site.com Forum!

ettoredrockstar
WWW E-mail
« Risposta #365 inserito:: 27 Ottobre 2008, 13:49:50 »


finalmente.... di nuovo nella city Smiley
Registrato
shop86
Gold Member
***

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 869


The best Forum!


« Risposta #366 inserito:: 27 Ottobre 2008, 13:56:09 »


Bella notte Luca! E' incredibile quella strada quanti locali abbia uno dietro l'altro, ma precisamente quale hai percorso? Cmq ti appoggio in pieno riguardo agli spagnoli, non li sopporto per le tue stesse ragioni ed in più c'era un invasione anche quando sono andato io! Angry
Registrato


 The city that never sleeps
78Luca
Supreme Member
**

Popolarità: 3
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 2.973


W questo FORUM!!!


« Risposta #367 inserito:: 27 Ottobre 2008, 15:36:01 »


Citazione
Bella notte Luca! E' incredibile quella strada quanti locali abbia uno dietro l'altro, ma precisamente quale hai percorso? Cmq ti appoggio in pieno riguardo agli spagnoli, non li sopporto per le tue stesse ragioni ed in più c'era un invasione anche quando sono andato io! Angry
Ho girovagato per tutte le strade del Meatpacking, dalla 11st alla 14th St e poi a Chelsea sulla 27th. Ormai ci sono passato molte volte, ma è sempre fantastico andarci!

Naturalmente grazie a tutti  Cheesy
Registrato

<a href="http://www.cazzetti.it" target="_blank">[/url]
Fetentella
Supreme Member
**

Popolarità: 13
Scollegato Scollegato

Sesso: Femmina
Messaggi: 4.565


I Love Big Apple


WWW
« Risposta #368 inserito:: 27 Ottobre 2008, 17:00:10 »


Grande serata newyorkese!!!! Wink
Registrato

Claudia 65
fla
Silver Member
**

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Sesso: Femmina
Messaggi: 243


I Love NYC-Site.com Forum!


E-mail
« Risposta #369 inserito:: 27 Ottobre 2008, 18:07:14 »


Citazione
Ovvio che rimango in zona. Mi accorgo però che lei è l’unica ragazza del gruppo, così lascio perdere. Non si sa mai che uno di loro sia il suo ragazzo.

questo e' 1 errore che fanno tutti!
in realta' non e' mai in questo modo(o quasi)
poi dipende come ti poni,2 chiacchiere non creano scompiglio (credo)
Registrato
pippo65
Gold Member
***

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 749


You cannot stop New York City


« Risposta #370 inserito:: 27 Ottobre 2008, 18:13:58 »


Sì è vero, di spagnoli ce n'erano davvero tanti anche ad agosto: io ho dato la "colpa" alle tariffe basse dei voli Iberia.
Ah...Marion...purtroppo quando sono andato io lei era in ferie...c'era solo Veronique...peccato!
Registrato
78Luca
Supreme Member
**

Popolarità: 3
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 2.973


W questo FORUM!!!


« Risposta #371 inserito:: 27 Ottobre 2008, 19:03:39 »


Citazione
Grande serata newyorkese!!!! Wink
Oooh Yessss!  Wink
Registrato

<a href="http://www.cazzetti.it" target="_blank">[/url]
78Luca
Supreme Member
**

Popolarità: 3
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 2.973


W questo FORUM!!!


« Risposta #372 inserito:: 27 Ottobre 2008, 19:10:15 »


Citazione
Citazione
Ovvio che rimango in zona. Mi accorgo però che lei è l’unica ragazza del gruppo, così lascio perdere. Non si sa mai che uno di loro sia il suo ragazzo.

questo e' 1 errore che fanno tutti!
in realta' non e' mai in questo modo(o quasi)
poi dipende come ti poni,2 chiacchiere non creano scompiglio (credo)
Magari hai ragione, dipende sempre da chi trovi comunque.
In Italia la rissa potrebbe scattare anche per molto meno... non credo comunque che i francesi siano così gelosi.
Ad Ibiza una volta sono stato a chiacchierare con una tedesca per una ventina di minuti, per poi scoprire che il tipo a fianco non solo era con lei, ma era il suo ragazzo! E mica mi ha detto nulla! Non controllava neanche!
Registrato

<a href="http://www.cazzetti.it" target="_blank">[/url]
78Luca
Supreme Member
**

Popolarità: 3
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 2.973


W questo FORUM!!!


« Risposta #373 inserito:: 27 Ottobre 2008, 19:16:07 »


Citazione
Sì è vero, di spagnoli ce n'erano davvero tanti anche ad agosto: io ho dato la "colpa" alle tariffe basse dei voli Iberia.
Ah...Marion...purtroppo quando sono andato io lei era in ferie...c'era solo Veronique...peccato!
NY allora è stata invasa dagli spagnoli per tutta l'estate ed oltre!
Per Marion ti rifarai l'anno prossimo  Wink
Veronique l'ho vista solo di sfuggita, comunque per Enea anche lei ha un suo perchè...
Registrato

<a href="http://www.cazzetti.it" target="_blank">[/url]
pippo65
Gold Member
***

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 749


You cannot stop New York City


« Risposta #374 inserito:: 28 Ottobre 2008, 11:21:09 »


Citazione
Per Marion ti rifarai l'anno prossimo  Wink
Veronique l'ho vista solo di sfuggita, comunque per Enea anche lei ha un suo perchè...

Ah sì sì...ma Marion è Marion!!!
Registrato
Pagine: 1 ... 23 24 [25] 26 27 28   Vai su
  Stampa  
 
Vai a:  

 

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.11 | SMF © 2006-2009, Simple Machines LLC | Sitemap XHTML 1.0 valido! CSS valido!
Copyright 1998- © HNS srl - Partita IVA 07431360010
Pagina creata in 0.312 secondi con 22 query. (Pretty URLs adds 0.124s, 2q)