NYC-SITE.COM | Il più consultato forum di discussione su New York
16 Dicembre 2018, 08:06:47 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizie: Tour e Attrazioni a New York. Prenotali on line. Clicca qui!
 
   Home   Guida Ricerca Gallery Accedi Registrati Chat  

Pagine: 1 ... 25 26 [27] 28   Vai giù
  Stampa  
Autore Discussione: THE THIRD COMING (From West coast to New York)  (Letto 66755 volte)
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
78Luca
Supreme Member
**

Popolarità: 3
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 2.973


W questo FORUM!!!


« Risposta #390 inserito:: 04 Novembre 2008, 10:17:52 »


Cavolo, mi spiace veramente tantissimo, non riesco a credere che abbiano davvero levato la panchina. Per sicurezza faccio allora un altro giro in zona per essere sicuro di non aver sbagliato via, ma purtroppo non ci sono errori.
Il tempo passa per tutti lo sai, nessuno indietro lo riporterà nemmeno noi… e nemmeno New York.
Arrivo casualmente nella splendida e vicina Sutton Place (foto N° 606), dalla quale si ha sempre una bella vista su Roosevelt Island e sull’East River. In questa tranquilla ed armoniosa piazzetta c’è anche qualche piccolo divertimento per bambini e di fatti trovo diverse mamme con figli al seguito.
A questo punto mi prendo una pausa dalle ricerche delle location dei film e vado da Abercrombie sulla 5th Avenue. Cerco sempre le magliette che avevo visto sul sito, ma di nuovo non le trovo ed esco solo rimbambito dalla musica e dal profumo pesante diffuso nell’ambiente. Peccato davvero per questa micidiale combinazione perché come stile il negozio sarebbe anche molto bello.
Passo allora da H&M a prendere un paio di jeans che avevo visto in California, ma che avevo deciso di prendere a NY in quanto qui non ci sono tasse sull’abbigliamento. Mi piacciono molto i jeans di questa catena ed inoltre i miei modelli preferiti costano sempre anche meno di 40 $.
La prossima location che mi appresto a visitare si trova nei pressi della  St. Bartholomew's Church, lungo la 51st Street at Lexington Avenue. Qua c’è la grata, nei pressi della stazione metro, che faceva alzare la gonna a Marilyn Monroe nel film “Quando la moglie è in vacanza”.
Purtroppo però tutto mi appare di nuovo molto cambiato col tempo (foto N° 607), tant’è vero che nel film di grate ce n’erano due, una a fianco all’altra, mentre adesso ne è rimasta soltanto una.
È comunque emozionante avere la consapevolezza di trovarsi in un posto tanto “immortale”, calpestare la stessa grata sulla quale è passata anche colei che probabilmente può essere considerata la stella più luminosa nella storia di Hollywood, anche se nel corso degli anni la grata sarà stata sostituita più volte.
È ora arrivato il momento di andare in una delle location che più mi piacerebbe vedere, cioè da dove è stata scattata la foto che compare sulla locandina di quel capolavoro di “C’era una volta in America”.
L’indirizzo è 28 Washington st, Dumbo, Brooklyn (si può vedere anche con la street view di google maps). Inoltre vorrei davvero visitare il fantastico parchetto che si trova giusto li vicino, l’Empire Fulton Ferry Sate Park.
Salgo sulla metro praticamente al volo per andarci, ma purtroppo, andando di fretta, sbaglio linea. Scendo allora per cambiarla, ma la stazione dalla quale passa la linea corretta è chiusa!
E che cavolo!
Evidentemente il destino non mi vuole proprio a Dumbo.
Visto che si sta facendo tardi, a malincuore, decido di lasciar perdere, ripromettendomi di andarci nel prossimo viaggio.
Sono ormai già le 2 pm, per pranzare mi piacerebbe andare da “Pane Peppe” a Tribeca (295 Greenwich St.) e mangiarmi di nuovo il panino più buono ed enorme della storia dell’umanità (lo scorso anno avevo anche postato la foto!), ma fa davvero troppo caldo per mangiarmi tutta quella roba. Mi accontento allora di un paio di ottimi hot dog.
Credo che luglio ed agosto siano i mesi meno indicati per visitare New York. È vero che in città nel periodo estivo sono organizzati tantissimi eventi gratuiti, tutti di ottimo livello tra l’altro, ma andare in giro con quest’afa, costantemente fradici di sudore, è davvero pesante. Se ci mettiamo inoltre che la città è ancor più presa d’assalto dai turisti (ad agosto immagino sia pieno di Italiani ovunque!), ecco allora che credo sia meglio scegliere altri periodi. Tra la fine di settembre e l’inizio di ottobre, nei miei precedenti viaggi ho sempre trovato un clima meraviglioso!
Comunque, per chi non si limita ad un unico viaggio, questa città è sicuramente da visitare anche in stagioni diverse tra loro; ogni volta si scopriranno cose nuove e sempre entusiasmanti.
Già che mi ritrovo in zona, decido di fare un salto al vicino Washington Square Park.
 L’atmosfera pacifica che si respira in questo parco mi ha sempre messo una profonda serenità. Lo scorso anno eravamo rimasti a chiacchierare con gli amici del forum (Audrey, Fla e Filippo1975, ndr) seduti su un muretto, vicino alla fontana. Era stato solamente un piccolo ritrovo, ma che ancora ricordo con molto piacere.
Quando arrivo vedo però che la fontana non c’è più! È stata rimossa! (foto N° 608, scattata da sotto l’arco)
Ma come?!?!
La zona è tutta transennata a causa di lavori di ristrutturazione, immagino.
Mi sento però come se fossi appena stato vittima di un’ingiustizia; insomma venire qua e non trovare la bellissima fontana ti fa rimanere davvero male! Spero davvero la rimettano al suo posto nel più breve tempo possibile. (sempre che la rimettano!)
Vado allora a vedere il ristorante dove Jack Nicholson andava tutti i giorni per incontrare Carol (Helen Hunt), la cameriera del favoloso film “Qualcosa è cambiato”.
Ad essere cambiato però non è solamente qualcosa, è proprio tutto!
Il posto in realtà si chiama Cru (24 Fifth Avenue at 5th St., foto N° 609), ma adesso è chiuso e non è che si veda più di tanto. Sbirciando dalle vetrine vedo comunque che è totalmente diverso rispetto a come appare nel film.
Vedo una persona uscire da una porta di servizio del palazzo nel quale si trova il ristorante, così mi ci lancio subito dentro. Non so bene dove finirò, ma di sicuro voglio scoprirlo.
Mi ritrovo così in un corridoio lussuosissimo, luccicante e dalle tonalità dorate (foto N° 610).
Proprio un palazzo degno di stare sulla 5th Avenue!
Mi inoltro quatto quatto fino a quando arrivo ad una specie di reception. Torno allora subito indietro visto che non so nemmeno se potrei stare effettivamente qua dentro. Immagino comunque che si tratti di un corridoio che porta ad appartamenti.
Registrato

<a href="http://www.cazzetti.it" target="_blank">[/url]
78Luca
Supreme Member
**

Popolarità: 3
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 2.973


W questo FORUM!!!


« Risposta #391 inserito:: 04 Novembre 2008, 10:18:56 »


Mi incammino sul “peggior marciapiede di New York” (Chi ha visto il film capirà… Foto N° 611), fino ad arrivare all’appartamento in cui abitava il grande Jack nel film (31-33 West 12th Street, tra 5th e 6 th Ave foto N° 612), ma anche qua non è che riconosca granché.
Incomincia a farsi tardi, così faccio un ultimo giro in Union Square, dove scatto la mia ultima foto mentale della città, poi mi rimetto in moto diretto ora verso l’ostello.
Purtroppo quest’anno non ho nemmeno fatto in tempo a passare da quella meraviglia di Bryant Park, ma devo comunque dare ufficialmente inizio alla ”operazione rientro”.
Non avverto però quei sentimenti malinconici che ho sempre sentito ogni volta che me ne andavo da questa città; stavolta sono veramente appagato.
Sono stato in viaggio per una marea di giorni, ho fatto e visto praticamente tutto quello che mi ero prefissato, il mio tour è giunto ora alla sua naturale conclusione.
A New York ho dovuto tralasciare qualcosa rispetto a quanto preventivato, visto che c’è stato anche il fuori programma di Coney Island, ma poco importa, tornerò di nuovo. E poi qua non ti basta mai nemmeno una vita.
Tra la metro ed il camminare lungo le afose strade, arrivo all’ostello completamente fradicio di sudore. E si che io non sono uno che suda tanto!
In previsione di ciò mi ero già preparato il cambio in valigia. Mi apparto quindi nel bagno della lobby (tenendo chiusa la porta appoggiandoci lo zaino contro, neanche fossi un homeless in un bagno pubblico!), mi do una bella sciacquata e mi cambio maglietta e jeans.
Sono le 3.30 pm, sono pronto per ripartire.
Esco dall’ostello trascinando le valige, adesso davvero pesantissime, e con lo zaino sulle spalle che ha raggiunto un peso incalcolabile, manco ci avessi messo del piombo dentro!
Vado a prendere la metro a Columbus Circle, ma il treno sembra non arrivare mai!
La stazione è un vero e proprio Inferno, tra il caldo e l’agitazione perché il treno sembra non arrivare mai, inizio di nuovo a grondare di sudore!
So che la domenica i treni passano meno frequentemente che durante la settimana, ma sembra proprio che non arrivi! Il mio volo parte solamente alle 8 pm, ma sarebbe meglio arrivare in aeroporto tre ore prima.
Quando sto quasi per uscire dalla stazione alla ricerca di un taxy, ecco che finalmente arriva il treno! Mezz’ora di orologio ho aspettato in questo forno di stazione!
Non è ancora finita però (anzi, non sarà neppure iniziata…), quando ormai mancano poche fermate per arrivare ad Howard Beach, il capomacchina avvisa che dobbiamo tutti scendere dal treno in quanto siamo giunti al suo capolinea!
Rincominciano i timori di non arrivare in tempo al check in (nonostante abbia sempre un ampissimo margine di tempo), ma per fortuna arriva presto un altro treno che ci porta a destinazione.
Arrivato al JFK svolgo comodamente le normali procedure, ma ci fanno salire in aereo già con un’ora di ritardo.
Non è ancora niente però…
La sfortuna vuole che in aereo io sia completamente circondato da una numerosissima famiglia ebrea casinista! Non staranno mai fermi e zitti nemmeno per un attimo durante il volo! Per fortuna almeno c’è un sedile vuoto tra me, che sono sul lato finestrino, ed il mio compagno di fila.
Saliti a bordo passa un sacco di tempo, ma l’aereo non decolla, non so per quale motivo.
Come se non bastasse il mio crescente nervosismo per il timore di perdere la coincidenza a Londra, il mio “compagno” di volo si pappa beato e tranquillo due paninazzi ed un dolce gigante, chiedendo allo steward di portargli da bere almeno quattro volte! Tutto questo ancor prima di partire!
È come buttare benzina sul fuoco sul mio crescente nervosismo…
Tanto per rasserenarmi il comandante annuncia che il motivo di tutto questo ritardo è un guasto ad una uscita di sicurezza!
Ogni tanto l’aereo si muove, forse per placare l’irritabilità dei viaggiatori, ma si vede chiaramente che non facciamo altro che girare intorno!
Alla fine, con un ritardo accumulato di tre ore e mezzo, partiamo nonostante i problemi all’aereo.
Non so quale sia la procedura da seguire per un guasto del genere, se è normale partire comunque o se invece bisognerebbe cambiare il velivolo, ma di certo non sono molto tranquillo ed inoltre sono già sicuro che a Londra non arriverò in tempo per prendere la mia coincidenza. Almeno su questo aspetto mi metto quindi l’anima in pace.
Ci pensa subito il mio compagno di volo però a farmi tornare nella disperazione… Durante tutto il viaggio non farà altro che mangiare, aprire di continuo le cappelliere per prendere non si sa bene cosa, andare in giro per l’aereo, sputare in modo davvero disgustoso in un fazzoletto di carta (che schifo! Ho ancora il filo di bava davanti agli occhi!) e giocare con la biro.
Vi giuro che è andato avanti a più riprese, con punte anche della durata di mezz’ora (!!!), a togliere il tappo alla biro, girarla, e rimettere il tappo dall’altra parte!!!
Basta!!!!! Stai fermo, porca *****!!!!
Anche se chiudo gli occhi avverto comunque la sua malefica presenza e ritorno così a sbuffare, a maledire la British Airways perché perderò la mia coincidenza, perché non so ancora quando riuscirò a tornare a casa, e perché sarà un volo di m****!!!
La ragazza che si trova dall’altra parte del corridoio ogni tanto mi guarda e mi sorride, quasi a volermi confortare vedendo quanto mi è andata male come compagno di volo! Lui ed il suo stupido gioco della biro!
Ad ogni modo una volta decollati praticamente non faccio che dormire tanto sono stanco.
Arriviamo a Londra alle 11 am, esattamente l’orario in cui parte la mia coincidenza.
La British Airways mi offre quindi un buon di ben 5 £ per mangiare… (non ne avrò nemmeno a sufficienza per la mia English breakfast!) e mi danno la carta d’imbarco per il volo successivo delle 14.45.
Registrato

<a href="http://www.cazzetti.it" target="_blank">[/url]
78Luca
Supreme Member
**

Popolarità: 3
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 2.973


W questo FORUM!!!


« Risposta #392 inserito:: 04 Novembre 2008, 10:20:25 »


Il volo verso Malpensa, nonostante sia veramente molto affollato (tanto che ho rischiato mi imbarcassero su quello successivo ancora!), va decisamente meglio.
Le due ore scarse di volo mi danno modo di sbollire la tensione accumulata su quello precedente e di ripercorrere mentalmente tutte le tappe e gli episodi più significativi, ma anche quelli più divertenti, che hanno caratterizzato questo viaggio.
Non ero mai stato per così tanto tempo via da casa e nemmeno così lontano, ma i ricordi riaffiorano burrascosi come un torrente di alta montagna e mi fanno rivivere tutti questi splendidi 19 giorni.
Mi viene in mente allora San Francisco, con le sue incredibili salite, il giro in bici sul Golden Gate Bridge tra la nebbia, la terribile e massacrante pendenza di Arguello Blvd nel Presidio che ci ha succhiato ogni singola goccia di energia residua, la gente a piedi che superava Enea in bicicletta, l’ostello dove abbiamo dovuto aggiustare 3-4 volte lo sciacquone del water, i fuochi d’artificio del 4 Luglio tra la nebbia, la mitica libreria City Lights con  la straordinaria atmosfera da ritrovo dell’epoca beat, l’inseguimento dei Rangers nello Yosemite Park, i 50 C° della Death Valley, lo sfolgorante mondo di Las Vegas, l’avvistamento del miraggio nel Mojave Desert, la scala delle meraviglie al Ketchup a Los Angels, il tour nell’ospedale di Scubs, gli appostamenti per conoscere Heidi di “The Hills”, le straordinarie spiagge di Los Angeles e della Orange County, il surf, l’Oceano, la perfezione di Newport Beach, i migliaia di chilometri percorsi in auto on the road, l’arrivo di una “camionata” di ragazze superfantastiche a San Diego, la “consegna” del nostro libro alla Rizzoli a New York, il Siren Music Festival a Coney Island… e centinaia di altre tappe ed episodi indimenticabili.
Un sogno ad occhi aperti, un sogno che mai avrei nemmeno sperato di poter realizzare, ma che invece è diventato realtà, non so nemmeno io come.
Non sono assolutamente triste però, se gli altri anni sul volo di ritorno temevo fosse un addio all’America, adesso ho la consapevolezza che è soltanto un arrivederci, che tornerò di nuovo.
È stato un viaggio perfetto, non ho assolutamente rimpianti, non potevo neanche sperare andasse meglio di così.
Ripercorrere tutto mentalmente è una vera gioia, mi trasmette la carica necessaria per affrontare il rientro alla mia vita di tutti i giorni.
Nonostante il volo un po’ traumatico sono nemmeno stanco, anche se quando andrò a letto dormirò per ben 12 ore filate interrotte solo da mio padre il giorno dopo che mi viene a svegliare per andare a pranzare, altrimenti chissà quanto tiravo dritto. Effettivamente di arretrati di sonno ne avevo parecchi, visto tutte le ore di riposo che mi sono venute a mancare nel corso del viaggio e soprattutto a New York.
Arriverà poi anche il momento di iniziare questo mio nuovo resoconto, giunto ormai al terzo capitolo per quel che riguarda i miei viaggi americani. Se ricordate giusto all’inizio del racconto scrivevo la mia intenzione di fare stavolta un riepilogo molto più breve e stringato del solito, meno male che non ce l’ho fatta. Durante la narrazione come sempre mi sono fatto prendere la mano, mi sono reso conto che dovevo immortalare quello che avevamo vissuto. Non siamo certo i primi e non saremo nemmeno gli ultimi a fare un viaggio del genere, ed anzi auguro davvero a tutti di realizzare una cosa di questo tipo. Spero anche che il prossimo viaggio sarà, se possibile, ancora più entusiasmante e ancora più on the road.
Nel frattempo però questa storia andava raccontata, perché nulla di ciò che abbiamo vissuto andasse perduto, dagli avvenimenti più esilaranti alle straordinarie bellezze naturalistiche dei parchi americani, fino alle città californiane, a Las Vegas e a New York. Insomma andava fatto.

Arriverà poi anche il momento della resa dei conti, cioè quella in cui calcolare quanto mi è venuto a costare questo viaggio, che riepilogo di seguito:
VOLI: 984,05 €
ALBERGHI: 666,01 €
MACCHINA: 222,35 €
ASSICURAZIONE SANITARIA 59,97 €
SPESE IN VIAGGIO: 666,83 € (di cui 250 $ di shopping e 160 $ in benzina)

TOTALE: 2599,21 €

Tanto? Poco?
Questo stabilitelo voi, orientativamente avevo intuito fin prima di partire che il costo totale si sarebbe aggirato tra i 2500 ed i 3000 €, che per me sono tantissimi.

Ma una vacanza on the road in California non ha prezzo.


THE END
Registrato

<a href="http://www.cazzetti.it" target="_blank">[/url]
Claudia81
Supreme Member
**

Popolarità: 5
Scollegato Scollegato

Sesso: Femmina
Messaggi: 1.945


W questo FORUM!!!


E-mail
« Risposta #393 inserito:: 04 Novembre 2008, 12:05:23 »


GRANDISSSSSSSIMO LUCA
davvero magnifico il tuo racconto e come sempre una fonte inesauribile di informazioni.
Inoltre è stato fantastico rileggere nel finale un sunto totale degli eventi più significativi ed inoltre GRAZIE MILLE per nn aver fatto un riassunto breve del tuo viaggio perchè è stato davvero un piacere leggerti.  Smiley
Registrato

pippo65
Gold Member
***

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 749


You cannot stop New York City


« Risposta #394 inserito:: 04 Novembre 2008, 14:12:05 »


 Cry Cry Cry E adesso?
Come facciamo senza il racconto quotidiano?
Luca, ti toccherà inventarti un viaggio in America per "tenerci in tempo" fino al prossimo!

Bravo, e complimenti come sempre!!!
Registrato
shop86
Gold Member
***

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 869


The best Forum!


« Risposta #395 inserito:: 04 Novembre 2008, 14:45:32 »


Per ora voglio dirti solo GRAZIE.
Registrato


 The city that never sleeps
Winter Flower
Gold Member
***

Popolarità: 3
Scollegato Scollegato

Sesso: Femmina
Messaggi: 546


New York...not just a dream!!


E-mail
« Risposta #396 inserito:: 04 Novembre 2008, 15:04:31 »


[size=12]complimenti luca e GRAZIE... il tuo racconto mi ha davvero appassionata!  Smiley mi dispiace per la tua disavventura in aereo.. però è troppo divertente per come lo hai raccontato "nei minimi dettagli"... non potevi trovare un compagno di viaggio peggiore :-? almeno per i tuoi prossimi viaggi vai tranquillo visto che il peggio l'hai vissuto! Grin anche se... al peggio non c'è mai fine  Lips Sealed[/size][/b]
Registrato

Fetentella
Supreme Member
**

Popolarità: 13
Scollegato Scollegato

Sesso: Femmina
Messaggi: 4.565


I Love Big Apple


WWW
« Risposta #397 inserito:: 04 Novembre 2008, 16:30:50 »


Sono felice che ti sei fatto prendere la mano,il racconto è fantastico,dettagliato fin nei minimi particolari (vedi fazzoletto di carta del vicino sull'aereo )....grazie Luca al prossimo racconto di viaggio
Registrato

Claudia 65
fla
Silver Member
**

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Sesso: Femmina
Messaggi: 243


I Love NYC-Site.com Forum!


E-mail
« Risposta #398 inserito:: 04 Novembre 2008, 16:35:47 »


certo non mi aspettavo togliessero la fontana..spero' sia 1 esperimento temporaneo!

mi spiace che il racconto sia finito,le storie su ny rimangono le mie parti preferite !
Registrato
Spino
Moderatore
Supreme Member
*****

Popolarità: 74
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 7.152


I love the Big Apple


WWW E-mail
« Risposta #399 inserito:: 04 Novembre 2008, 17:46:02 »


Grazie Luca. Ho voluto aspettare la fine del racconto per farti i complimenti. Sei ormai diventato veramente una guida e i tuoi racconti, in questo senso, sono delle vere miniere alle quali attingere.
Ti ringrazio anche perche' non e' da tutti avere la costanza che hai avuto tu nel redarre dettagliatamente il tuo viaggio. Credo che questo forum grazie a te ma anche agli altri utenti che come te hanno scritto il loro racconto, stia diventando un punto di riferimento nel mondo internet per coloro i quali cercano informazioni su New York e l'aumento delle iscrizioni e' la piu' classica delle dimostrazioni.
Se stiamo crescendo lo si deve anche alla qualita' degli utenti che frequentano con costanza e passione questo spazio.
Grazie ancora.
Registrato

MegRyan
Supreme Member
**

Popolarità: 3
Scollegato Scollegato

Sesso: Femmina
Messaggi: 2.867


I've a dream: New York

megryan1975@hotmail.com
WWW
« Risposta #400 inserito:: 04 Novembre 2008, 18:43:34 »


Eccomi, ..... che dire... Bellissimo ed emozionante !
Sò benissimo quello che ha richiesto questo racconto per essere così. Un lavoro immane. E ti capisco benissimo perchè è un po' ... come dire lo sforzo che ho fatto anche io a beneficio di tutti quelli che vorranno leggerlo e di tutti quelli che useranno le tue informazioni per prendere degli spunti per i loro viaggi.

Ho conosciuto delle persone che mi hanno scritto sul mio blog personale, chiedendomi come potevano fare per il loro viaggio, trovando consigli, opinioni e quant'altro.
Sono soddisfazioni, sono ricordi immensi che rimangono impressi per sempre nella tua scrittura.
Complimenti ancora.
 Cheesy
Registrato

Meg Ryan
78Luca
Supreme Member
**

Popolarità: 3
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 2.973


W questo FORUM!!!


« Risposta #401 inserito:: 04 Novembre 2008, 19:14:56 »


Da parte mia non posso fare altro che ringraziare tutti voi che mi avete sempre seguito con costanza.
Scrivere un racconto è bellissimo perchè ti permette in un qualche modo di rimanere "in viaggio", proseguire ulteriormente tutto quello che si ha vissuto ed immortalare il tutto per averne sempre un nitido ricordo. Ovvimante è anche piacevole ricevere delle testimonianze positive da parte del lettore, quindi non mi resta che girarvi indietro tutti i vostri ringraziamenti!
Registrato

<a href="http://www.cazzetti.it" target="_blank">[/url]
78Luca
Supreme Member
**

Popolarità: 3
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 2.973


W questo FORUM!!!


« Risposta #402 inserito:: 12 Novembre 2008, 09:59:04 »


Come ogni anno, alla fine del racconto, sono a fare una sorta di indice che possa anche brevemente riassumere tutte le tappe toccate. Può tornare utile se si cerca qualcosa in particolare, ma anche per rivivere in un concentrato di poche righe tutto quello cha abbiamo vissuto in questi 19 giorni.

02/07/2008 Mercoledì: Partenza da Milano Linate ed arrivo a notte ormai inoltrata a San Francisco.
Link: http://www.nyc-site.com/cgi-bin/forum/YaBB.pl?num=1217225021/15 A partire dalla mia Reply N° 16

03/07/2008 Giovedì: San Francisco.
Prima esplorazione della città, Union Square ed i suoi dintorni, Chinatown, Transamerica Building, North Beach (Little Italy), Lusty Lady Theater, City Lights Books, Vesuvio Cafè, Financial Distric, Embarcadero, Hyatt Hotel, Justin Herman Plaza, Ferry Building, Bay Bridge, Rincon point park, giro sul Cable Car da Powell St. fino a Bay St., Fisherman’s Wharf, Pier 39, Telegraph Hill, Coit Tower, Washington square, Russian Hill, San Francisco Rock Poster, Lombard St., Yerba Buena Gardens, Metreon, Macy’s.
Sera: Giro in zona Union Square e SoMa, poi 111 Minna, Fluid, Tenderloin, Phoenix hotel, Clifton hotel.
Link: http://www.nyc-site.com/cgi-bin/forum/YaBB.pl?num=1217225021/30 A partire dalla mia Reply N° 34

04/07/2008 Venerdì: San Francisco
Tenderloin, Civic Center, Mission, Castro, Alamo square con le Painted Ladies, Alta Plaza, Fillmore St., Lafayette park, Nob Hill, Pier 39 con celebrazioni per l’Indipendenza Americana, Washington Sq., North Beach, Market St.
Sera: Pier 39 con i fuochi d’artificio tra la nebbia, cena da Johnny Rockets, SoMa, 1015 Folsom, Ruby Skye, Rooftop bar del Marriott hotel.
Link: http://www.nyc-site.com/cgi-bin/forum/YaBB.pl?num=1217225021/45 A partire dalla mia Reply N° 59

05/07/2008 Sabato: San Francisco
Berkeley, Union Sq., Aquatic Park, Ghirardelli Sq., Fort Mason, Marina, Palace of Fine Arts, Cow Hollow, celebrazioni di San Firmino in un bar a North Beach
Sera: Cena da Tad’s steak house, poi in giro per i bar di Mission.
Link: http://www.nyc-site.com/cgi-bin/forum/YaBB.pl?num=1217225021/60 A partire dalla mia Reply N° 66

06/07/2008 Domenica: San Francisco.
Giro di tutta la città in bicicletta. Fisherman’s Wharf, Marina, Presidio, Fort Point, attraversamento del Golden Gate Bridge tra la nebbia fino ad arrivare a Sausalito, Presidio, la massacrante Arguello Blvd, Baker beach, Sea Cliff, Lincoln Park, Sutro Baths, prima vista dell’Oceano Pacifico, Cliff House, Golden Gate Park, de Young museum, Stow lake, Botanical Garden, Japanese Tea Garden, Conservatory of Flower, Haight – Ashbury, discesa di Lombard St. in bicicletta, cena da Tad’s steak house.
Sera: in giro da solo per Marina, Golden Gate Bridge by night (deludente), Matrix Fillmore.
Link: http://www.nyc-site.com/cgi-bin/forum/YaBB.pl?num=1217225021/60 A partire dalla mia Reply N° 69

07/07/2008 Lunedì: Partenza da San Francisco ed arrivo a Mammoth Lakes.
Sveglia alle 5.45 am, noleggio auto, Yosemite Park (con inseguimento dei Rangers sulla Tioaga Road!), Mono Lake, Bodie (già chiuso), Mammoth Lakes.
Sera: Pizzata a Mammoth Lakes.
Link: http://www.nyc-site.com/cgi-bin/forum/YaBB.pl?num=1217225021/75 A partire dalla mia Reply N° 86

08/07/2008 Martedì: Partenza da Mammoth Lakes ed arrivo a Las Vegas.
Sveglia alle 6 am, Bishop, Lone Pine, Death Valley, Las Vegas.
Sera: Cena a buffet al Luxor, giro in auto lungo lo Strip, serata al Pure e al Pussycat Dolls Lounge, all’interno del Caesars Palace.
Link: http://www.nyc-site.com/cgi-bin/forum/YaBB.pl?num=1217225021/105 A partire dalla mia Reply N° 110

09/07/2008 Mercoledì: Sveglia alle 9.30 am, giro di tutti i principali resort di Las Vegas, pranzo a buffet al Montecarlo, bagno nella piscina del Luxor al tramonto.
Sera: Cena a buffet al Luxor, giro in auto lungo lo Stip, breve visita al Palms, poi serata al LAX, all’interno del Luxor.
Link: http://www.nyc-site.com/cgi-bin/forum/YaBB.pl?num=1217225021/120 A partire dalla mia Reply N° 134

10/07/2008 Giovedì: Partenza da Las Vegas ed arrivo a Los Angeles.
Sveglia alle 6.30 am, Red Rock Canyon, Mojave Desert (con avvistamento del miraggio!), Calico Ghost Town, arrivo a Los Angeles.
Serata all’Area.
Link: http://www.nyc-site.com/cgi-bin/forum/YaBB.pl?num=1217225021/165 A partire dalla mia Reply N° 178

11/07/2008 Venerdì: Los Angeles
Centro commerciale Beverly Center, Sacred Heart Hospital (dove viene girato Scrubs), giro del Downtown, WeHo, Pan Pacific Park, Farmer’s Market, The Grove, appostamento da Bolthouse per incontrare Heidi, Cafè Sushi, Hillside Villas (o presunta tale).
Sera: Giro in auto sul Sunset Strip, Sky Bar del Mondorian Hotel, The Standard Hotel, giro sull’Hollywood Blvd, serata spettacolare al The Highlands all’interno del centro commerciale Hollywood & Highland.
Link: http://www.nyc-site.com/cgi-bin/forum/YaBB.pl?num=1217225021/180 A partire dalla mia Reply N° 190

12/07/2008 Sabato: Los Angeles
In giro tra West Hollywood, Westwood, Brentwood, Bel Air e Beverly Hills. Visita al Getty Center, giro lungo le strade con le abitazioni delle celebrities tra Bel Air e Beverly Hills, Mulholland Drive, Hollywood Blvd con Walk of Fame, Kodak Theatre e Chinese Theatre, Rodeo Drive a Beverly Hills, infine giro in auto sul Sunset Strip.
Sera: In giro ad Hollywood, poi finale di serata al Whisky a go-go
Link: http://www.nyc-site.com/cgi-bin/forum/YaBB.pl?num=1217225021/225 A partire dalla mia Reply N° 227

13/07/2008 Domenica: Los Angeles
Spiagge a nord di Los Angeles: Malibu, Santa Monica, Venice beach, lungo la Pacific Coast Highway.
Serata: Ketchup (con scala delle meraviglie…), poi in giro per Hollywood.
Link: http://www.nyc-site.com/cgi-bin/forum/YaBB.pl?num=1217225021/225 A partire dalla mia Reply N° 236
Registrato

<a href="http://www.cazzetti.it" target="_blank">[/url]
78Luca
Supreme Member
**

Popolarità: 3
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 2.973


W questo FORUM!!!


« Risposta #403 inserito:: 12 Novembre 2008, 10:00:41 »


14/07/2008 Lunedì: Los Angeles
Spiagge a sud di Los Angeles: Ingresso in Orange County con Seal beach ed Huntington Beach, Griffith Park con Hollywood Bowl, Griffith Observatory ed Hollywood Sign, tour dell’ospedale di Scrubs e di nuovo appostamento da Bolthouse per incontrare Heidi.
Sera: Giro a piedi lungo il Sunset Strip, Ketchup, Katana, poi Hyde Lounge.
Link: http://www.nyc-site.com/cgi-bin/forum/YaBB.pl?num=1217225021/240 A partire dalla mia Reply N° 254

15/07/2008 Martedì: Orange County (OC)
Surf a Seal Beach, Hermosa Beach, Redondo Beach, la “perfetta” Newport Beach, Corona del Mar.
Sera: in giro per bar a Newport.
Link: http://www.nyc-site.com/cgi-bin/forum/YaBB.pl?num=1217225021/270 A partire dalla mia Reply N° 272

16/07/2008 Mercoledì: Partenza da Newport ed arrivo a San Diego.
Laguna Beach, Dana Point, La Jolla, San Diego, Balboa Park ed Old Town, infine riconsegna dell’auto.
Sera: In giro per il Gaslamp Quarter, Roftop bar del Marriott Hotel, Ivy Hotel (con “camionata” di ragazze superfantastiche!), W Hotel, Whiskey Girl.
Link: http://www.nyc-site.com/cgi-bin/forum/YaBB.pl?num=1217225021/300 A partire dalla mia Reply N° 300

17/07/2008 Giovedì: San Diego.
In giro per tutta la città in bicicletta. Gaslamp Quarter, Embarcadero, Coronado con Hotel Del, Ocean Beach, Seaport Village, Hyatt Hotel, Horton Plaza, City Park.
Sera: In giro per il Gaslamp Quarter, W Hotel.
Link: http://www.nyc-site.com/cgi-bin/forum/YaBB.pl?num=1217225021/300 A partire dalla mia Reply N° 312

18/07/2008 Venerdì: Trasferimento da San Diego a New York.
Giro in Times Square, Columbus Circle, Time Worner Center.
Sera: In giro per il Meatpacking District, Chelsea, poi Ultra e Marquee.
Link: http://www.nyc-site.com/cgi-bin/forum/YaBB.pl?num=1217225021/345 A partire dalla mia Reply N° 349

19/07/2008 Sabato: New York
Central Park, 5th Avenue, Rockefeller Center, Morgan Libray Expansion, Flatiron District, libreria Rizzoli (con consegna del libro!), Coney Island al Siren Music Festival, City Hall, Fulton St, Pier 17, Ground Zero, Century 21, WFC, Wall St., Soho, Bleecker St e Greenwich Village, Yogurtland, Magnolia Bakery, Doma Cafè, Hudson Bar and Books, Union Square con Barnes & Nobel e cena da Whole Food, TWC a Columbus Cirlce, Barnes & Nobel vicino al Lincoln Center.
Sera: Giro del Meatpacking District, Hudson Bar and books, giro a Chelsea, Room Service, di nuovo a Chelsea e poi ancora al Room Service.
Link: http://www.nyc-site.com/cgi-bin/forum/YaBB.pl?num=1217225021/375 A partire dalla mia Reply N° 375

20/07/2008 Domenica: New York e volo di ritorno verso Milano.
Check out dall’ostello, Upper West Side, 72nd St. Station, Zabar’s, Central Park, Metropolitan Museum, Guggenhaim Museum, Upper East Side, The Hotel Carlyle, location dei film “Manhattan”, “Quando la moglie è in vacanza” e “Qualcosa è cambiato”, Washington Square Park, Union Square, rientro in ostello e trasferimento al JFK.
Link: http://www.nyc-site.com/cgi-bin/forum/YaBB.pl?num=1217225021/375  A partire dalla mia Reply N° 388

That’s all!
Registrato

<a href="http://www.cazzetti.it" target="_blank">[/url]
Claudia81
Supreme Member
**

Popolarità: 5
Scollegato Scollegato

Sesso: Femmina
Messaggi: 1.945


W questo FORUM!!!


E-mail
« Risposta #404 inserito:: 12 Novembre 2008, 10:57:55 »


Grazie a te Luca ancora una volta  Smiley
Registrato

Pagine: 1 ... 25 26 [27] 28   Vai su
  Stampa  
 
Vai a:  

 

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.11 | SMF © 2006-2009, Simple Machines LLC | Sitemap XHTML 1.0 valido! CSS valido!
Copyright 1998- © HNS srl - Partita IVA 07431360010
Pagina creata in 0.268 secondi con 23 query. (Pretty URLs adds 0.105s, 2q)