NYC-SITE.COM | Il più consultato forum di discussione su New York
09 Aprile 2020, 01:21:28 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizie: Tour e Attrazioni a New York. Prenotali on line. Clicca qui!
 
   Home   Guida Ricerca Gallery Accedi Registrati Chat  

Pagine: 1 2 3 [4] 5 6 ... 28   Vai giù
  Stampa  
Autore Discussione: THE THIRD COMING (From West coast to New York)  (Letto 80555 volte)
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
Claudia81
Supreme Member
**

Popolarità: 5
Scollegato Scollegato

Sesso: Femmina
Messaggi: 1.945


W questo FORUM!!!


E-mail
« Risposta #45 inserito:: 01 Agosto 2008, 17:28:04 »


Ragazzi/e ed in particolar modo Luca, guardate questo filmato

http://www.comedycentral.com/videos/index.jhtml?videoId=168622&title=authentic-bender


il punto più importante è al trentesimo secondo....  
è la Lombard street postata nella foto n.62  Grin
Registrato

78Luca
Supreme Member
**

Popolarità: 3
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 2.973


W questo FORUM!!!


« Risposta #46 inserito:: 01 Agosto 2008, 17:50:15 »


Citazione
Ragazzi/e ed in particolar modo Luca, guardate questo filmato

http://www.comedycentral.com/videos/index.jhtml?videoId=168622&title=authentic-bender


il punto più importante è al trentesimo secondo....  
è la Lombard street postata nella foto n.62  Grin
Che spettacolo!!!!! Davvero bello!!!!

Come sempre grazi emille a tutti!  Smiley

Hai ragione Ettore, per un attimo ho pensato davvero di entrare (il locale poi è anche molto carino), ma proprio il pesce ed i crostacei non mi piacciono...
Registrato

<a href="http://www.cazzetti.it" target="_blank">[/url]
Claudia81
Supreme Member
**

Popolarità: 5
Scollegato Scollegato

Sesso: Femmina
Messaggi: 1.945


W questo FORUM!!!


E-mail
« Risposta #47 inserito:: 01 Agosto 2008, 17:57:32 »


Peccato, quei granchi sembrano così appetitosi  Smiley
Registrato

Gana
Newbie
*

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Messaggi: 28


I Love NYC-Site.com Forum!


« Risposta #48 inserito:: 01 Agosto 2008, 19:27:15 »


..il consiglio di Spino andava seguito!!! ..noi abbiamo mangiato lì.. e al pensiero le papille gustative ballano ancora la rumbaaaaa!!! Cheesy Cheesy Wink
Registrato
potus878
Junior Member
*

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Messaggi: 139


I Love NYC-Site.com Forum!


« Risposta #49 inserito:: 02 Agosto 2008, 09:59:39 »


Citazione
..il consiglio di Spino andava seguito!!! ..noi abbiamo mangiato lì.. e al pensiero le papille gustative ballano ancora la rumbaaaaa!!! Cheesy Cheesy Wink
Mi dite qual'è il locale ?
Grazie mille  Smiley
Registrato
78Luca
Supreme Member
**

Popolarità: 3
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 2.973


W questo FORUM!!!


« Risposta #50 inserito:: 02 Agosto 2008, 19:44:40 »


Citazione
Citazione
..il consiglio di Spino andava seguito!!! ..noi abbiamo mangiato lì.. e al pensiero le papille gustative ballano ancora la rumbaaaaa!!! Cheesy Cheesy Wink
Mi dite qual'è il locale ?
Grazie mille  Smiley
Crub House al Pier 39, lo vedi nella mia foto N°52
Registrato

<a href="http://www.cazzetti.it" target="_blank">[/url]
potus878
Junior Member
*

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Messaggi: 139


I Love NYC-Site.com Forum!


« Risposta #51 inserito:: 02 Agosto 2008, 23:19:03 »


Citazione
Citazione
Citazione
..il consiglio di Spino andava seguito!!! ..noi abbiamo mangiato lì.. e al pensiero le papille gustative ballano ancora la rumbaaaaa!!! Cheesy Cheesy Wink
Mi dite qual'è il locale ?
Grazie mille  Smiley
Crub House al Pier 39, lo vedi nella mia foto N°52
Grazie mille
Registrato
78Luca
Supreme Member
**

Popolarità: 3
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 2.973


W questo FORUM!!!


« Risposta #52 inserito:: 04 Agosto 2008, 08:08:50 »


Ok, sia io che Enea siamo di carnagione abbastanza chiara, ma mai avrei pensato di scottarmi semplicemente camminando sotto il Sole di questa città. Il nostro colorito è quello tipico del ciclista, faccia, collo e braccia rosse con il resto del corpo bianco! Non te ne rendi conto mentre passeggi, ma il Sole della California picchia davvero forte! Per fortuna Enea ha portato con se la crema doposole che almeno all’inizio trasmette un senso di sollievo.
Come se non bastasse mi tocca anche aggiustare lo sciacquone del water!!! Incredibile!
Premendo la levetta per far scorrere l’acqua questa non scende, così apro la cassetta e vedo che la catenella si è staccata dalla leva. Ci metto un attimo a sistemarla, ma mi sembra il colmo dover aggiustare un cesso a San Francisco.
Dopo la cena e la doccia ci prepariamo per uscire. San Francisco non è per nulla una città con locali eleganti, per cui indosso jeans con una camicia nera abbastanza sportiva portata fuori dai pantaloni. Probabilmente sarò comunque il più elegante in città. Indosso anche una giacca leggera, visto che la sera fa freschino, intorno ai 16°. La night life della città non propone mega discoteche o locali che si possano veramente definire da ballo, per cui l’ideale sarebbe assistere a qualche concerto in questo tempio della musica. Purtroppo però nel periodo di nostra permanenza non c’è nulla che mi interessi. Certamente il locale per musica live più storico è il Fillmore (1805 Geary Blvd, angolo Fillmore St., Japantown, a nord di Haight St. www.thefillmore.com Storico locale dove è iniziato il movimento che ha avuto come culmine la Summer of love. Ad ogni concerto regalavano la locandina dell’evento ed una mela, visto che la gente spendeva i soldi in musica e droghe e non rimaneva più nulla per il cibo!)
Non ricordo se era poco prima che arrivassi o se poco dopo, comunque qua, oltre che a tenersi tutte le date più importati, ci passeranno i Block Party con i Does it offend you, yeah? come band di supporto: per me sarebbe un concerto impedibile!!! Altra data interessante poco dopo che ce ne andremo sarà quella degli scozzesi Fratellis.
Altre sale storiche che hanno ospitato concerti memorabili purtroppo ora non esistono più:
Winterland: 2101 Sutter Street (at the corner of Post Street and Steiner Street, Pacific Heights)
Locale importante del movimento della Summer of love, chiuso nel 1978
Ora è un ristorante d’atmosfera. (415) 563-5025 www.winterlandrestaurant.com
Avalon Ballroom: 1268 Sutter Street (one building east of the corner of Sutter and Van Ness)
Altro locale live importante. Adesso è un teatro.

Il Cafè Du Nord: (2170 Market St., Upper Market St., vicino a Castro www.cafedunord.com ex spaccio di alcolici clandestino stile anni ’30. Jazz, blues) è invece un locale che ospita concerti di gruppi minori, ma basta dare un’occhiata sul myspace di tante band per capire quanto è frequentato.
Per preparare bene un viaggio come questo servirebbe un anno di tempo per tutte le ricerche, noi lo abbiamo programmato in 6 mesi, con il matrimonio di un nostro amico (Giuly, ndr) di mezzo, le feste di addio al celibato, più tutti vari appuntamenti con il nostro libro. Come se non bastasse 10 giorni prima di partire mi sono insaccato un dito; una settimana di stecca, tolta giusto un paio di giorni prima della partenza! Risultato, non è che abbia segnato tanti locali in città per trascorrere la serata, anche perché non è che ce ne siano tantissimi. Facciamo così affidamento sulla joonbug list, di cui mi arrivano settimanalmente le newsletter e che lo scorso anno ci aveva ben consigliato a Boston. Per stasera propone il Fluid (662 Mission St.), ma prima voglio passare da alcuni locali che avevo segnato, giusto per farci un giro almeno. Andiamo così al 111 Minna (111 Minna Street, SoMa), locale classificato come art gallery/bar/nightclub (We are in the business of Art & Leisure).
Come consigliato da Pippo, per entrare nei locali portiamo con noi il passaporto, ma ci fanno entrare anche con la sola carta d’identità (ma tranquilli, arriverà anche il momento in cui servirà il passaporto…). Questo locale mi sembra davvero fantastico! Appese alla pareti ci sono un sacco di quadri e poi ci sono anche tanti oggetti particolari. Ho delle foto che fanno davvero schifo, comunque vi metto quello che ho (N° 67 e 68, link http://www.flickr.com/photos/29070477@N05/) . Ad ogni modo è un locale dove passare una serata tranquilla a chiacchierare con gli amici, ma non è quello che vogliamo noi, per cui andiamo al Fluid. La gente in fila non mi sembra granché; decidiamo comunque di provare.
Registrato

<a href="http://www.cazzetti.it" target="_blank">[/url]
78Luca
Supreme Member
**

Popolarità: 3
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 2.973


W questo FORUM!!!


« Risposta #53 inserito:: 04 Agosto 2008, 08:09:11 »


L’ingresso costa 20 $, davvero un’esagerazione se penso che è tanto quanto si paga al Marquee a NY. Il locale è pienissimo, c’è un grande bar centrale con il percorso tutto intorno. Sarebbe tipo un lounge, però con musica alta e disgustosa. Non mi piace per nulla neanche la gente (80% asiatici, 10% neri, 10% bianchi). Insomma, è vero che c’è una Chinatown vastissima, ma i miei gusti sono troppo diversi. Fuori inoltre ci sarà anche freschino, ma qua dentro c’è davvero caldo! Alla fine c’è anche qualche bella ragazza, ed anzi, ce n’è una che per un attimo fa la robot-dance! “Ehi, guarda quella! Come diceva Austin Power di sua moglie Liz Hurley quando ha scoperto che in realtà era un robot, è un’autopa!”  
Dopo un’oretta decidiamo che ne abbiamo abbastanza ed usciamo. Mentre percorriamo un breve tratto di Market St. (la via principale per lo shopping) diretti verso il Bambuddha lounge (601 Eddy St., Tenderloin, situato ai bordi di una piscina adiacente al Phoenix hotel http://www.bambuddhalounge.com), incrociamo un ragazzo ed una ragazza. Non capisco esattamente quello che dicono mentre ci scorrono davanti, ma mi suona molto come “Prenditi una birra amico!” mentre con il braccio allungato ci passano due lattine. Che spettacolo!
Non possiamo che accettarle, esaltati e divertiti! Solo dopo qualche minuto che beviamo mi viene in mente che in America (o almeno nello Stato di NY, ma credo proprio in tutta America) non si possono bere alcolici per strada. Ok che questa è una birra light, ma fatto sta che la scoliamo in due sorsi e procediamo. Del Bambuddha avevo letto sulla Lonely “Seguite le top model che entrano e ordinate un coco-tini o un lychee-tini…”
Non vedevo l’ora di seguire una bella modella, anche se so perfettamente che le guide per i locali sono molto inaffidabili. Inoltre avrei preso proprio volentieri un bell’apple-tini, drink preferito di JD di Scrubs! Attraversiamo il quartiere di Tenderloin, letteralmente gremito di homeless! Di questo quartiere si dice che stanno sorgendo un gran numero di bar alla moda, ma che è anche frequentato dai senza tetto; beh, almeno la seconda affermazione è di sicuro vera! È una cosa impressionante, non ne avevo mai visti tanti tutti insieme. Ci sentiamo un po’ a disagio non essendoci abituati, e da Italiani sospettosi e diffidenti teniamo bene gli occhi aperti. Quel che ci deve entrare in testa però è che qua non siamo in Italia, dove avremmo tutti i sacrosanti motivi per stare sull’attenti, ed in realtà non sono affatto pericolosi; se ne stanno semplicemente a chiacchierare tra di loro. Al massimo ti chiedono “Got change?” (Hai del resto?). Penso davvero che San Francisco sia la città con più homeless d’America. È una situazione che si può anche vedere nel bellissimo film “La ricerca della felicità”. Secondo me però la loro è anche una scelta di vita. Insomma, va bene la crisi di fine anni ’90, ma ce ne sono davvero troppi per non pensare che sia una condizione che accettano. Mentre camminiamo vediamo inoltre uno strano tipo, tutto da solo, intento a fare delle strane mosse da ninja! “Ma che cavolo di gente c’è in giro?!?!?”
Arriviamo al Bambboddha, ma purtroppo è chiuso. La descrizione della Lonely comunque di sicuro mi sembra esagerata, anche se dalle foto del sito effettivamente sembra molto bello. Percorriamo un altro tratto del Tenderloin, che mi sembra abbastanza degradato ma con anche diversi bei murales, in direzione Union sq. Ad un certo punto ci ritroviamo al Clifton hotel (496 Geary St) con la sua Redwood room, lounge al piano terra. Entriamo e scopriamo che è un lounge davvero fantastico! Arredato davvero con ottimo gusto e di gran classe! Purtroppo a quest’ora è praticamente deserto, così usciamo diretti verso casa. Sono già le 3 am quando ci sdraiamo.
Registrato

<a href="http://www.cazzetti.it" target="_blank">[/url]
Spino
Moderatore
Supreme Member
*****

Popolarità: 74
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 7.152


I love the Big Apple


WWW E-mail
« Risposta #54 inserito:: 04 Agosto 2008, 10:07:45 »


Grazie Luca per tutto quello che ci stai regalando.
Tornando alla Crab House, se c'è qualcuno che ci vuole andare, consiglio come antipasto i roasted mussels (sono cozze preparate in un modo che non vi dico per non rovinare la sorpresa) e poi un bel granchio con ricetta della casa. Mi fermo qui  Grin Grin Grin
Registrato

MegRyan
Supreme Member
**

Popolarità: 3
Scollegato Scollegato

Sesso: Femmina
Messaggi: 2.867


I've a dream: New York

megryan1975@hotmail.com
WWW
« Risposta #55 inserito:: 04 Agosto 2008, 10:43:49 »


Luca i tuoi racconti sono sempre molto interessanti e pieni di informazioni utlili.
Smiley
Registrato

Meg Ryan
potus878
Junior Member
*

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Messaggi: 139


I Love NYC-Site.com Forum!


« Risposta #56 inserito:: 04 Agosto 2008, 11:17:38 »


Citazione
Grazie Luca per tutto quello che ci stai regalando.
Tornando alla Crab House, se c'è qualcuno che ci vuole andare, consiglio come antipasto i roasted mussels (sono cozze preparate in un modo che non vi dico per non rovinare la sorpresa) e poi un bel granchio con ricetta della casa. Mi fermo qui  Grin Grin Grin
Di sicuro terro cara questa informazione, sono in partenza il 9 di agosto ed un assaggio di queste prelibatezze non me lo faccio mancare  Wink
Registrato
shop86
Gold Member
***

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 869


The best Forum!


« Risposta #57 inserito:: 04 Agosto 2008, 14:45:15 »


Non pensavo che la situazione homeless fosse rispecchiata esattamente nel film “La ricerca della felicità”....un motivo in più per apprezzare questa fantastica pellicola!!!
Registrato


 The city that never sleeps
78Luca
Supreme Member
**

Popolarità: 3
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 2.973


W questo FORUM!!!


« Risposta #58 inserito:: 05 Agosto 2008, 08:16:46 »


Troppo gentili come sempre, grazie a voi che aveve voglia di leggere i miei lunghi racconti!
Registrato

<a href="http://www.cazzetti.it" target="_blank">[/url]
78Luca
Supreme Member
**

Popolarità: 3
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 2.973


W questo FORUM!!!


« Risposta #59 inserito:: 05 Agosto 2008, 08:17:14 »


04/07/2008 Venerdì
Sveglia ore 8.30. Oggi è il giorno dell’Indipendenza Americana e la città si appresta a festeggiare adeguatamente. Nei giornalini con eventi presi in ostello (Bay City Guide, www.baycityguide.com, anche qua ci sono tante mappe da scaricare) scopriamo che al Fisherman’s Wharf ci saranno concerti ed una parata, a partire dall’1 pm, mentre in serata, con inizio alle 9 pm, ci saranno i fuochi d’artificio sulla baia!.
Colazione con dei biscotti portati dall’Italia e siamo subito fuori. E’ una giornata un po’ uggiosa e dopo un po’ che cammino infilo la giacca; non c’è freddo ma non voglio ritrovarmi fradicio senza nemmeno accorgermene. Meglio che non ci sia il Sole comunque, così abbiamo un po’ di tregua per la scottatura. Andiamo su Market St. e ne percorriamo un piccolo tratto in direzione ovest, attraversando di nuovo il Tenderloin, fino ad arrivare al Civic Center. Qua si trovano i più importanti edifici comunali, come la City Hall (foto N°69, link http://www.flickr.com/photos/29070477@N05/), costruita sul modello di San Pietro in Vaticano, e la Main Library. Anche in queste zone troviamo un sacco di barboni, molti con un carrello della spesa dove tengono le loro cose. Se vedete in giro un carrello sappiate che nelle vicinanze c’è anche il proprietario. Torniamo su Market St. fino ad arrivare al quartiere di Mission, zona abitata prevalentemente da ispanici. La Lonely dice che anche quando il resto della città è sotto la nebbia qua splende sempre il Sole! Questo perché è più in alto rispetto ad altri quartieri. Percorriamo Dolores St., la strada principale, e questo quartiere ci piace subito davvero un sacco! Sembra di essere in Messico! Tutto il viale è costeggiato da palme e case davvero molto carine (foto N° 70). Arriviamo alla Mission Doleres Basilica (foto N° 71), tipica missione spagnola e al Mission Dolores Park (foto N° 72). Ci sono tante famiglie che fanno giocare i bambini e che preparano il pic-nic. Inoltre la Lonely aveva ragione, da qua si vedere che nel resto della città c’è un po’ di foschia, mentre qua non ce n’è per niente. Giriamo un po’ a zig-zag tra le vie (davvero splendido questo quartiere, con tante belle case!) fino alla 20th St., che percorriamo verso ovest in direzione Castro. A Mission troviamo anche diversi negozi vintage; al civico N°826 di Valencia St. la Lonely prometteva che avremmo trovato  un negozio che vendeva articoli da pirata! Che Spettacolo! Purtroppo però arriviamo che è presto, aprirà nel pomeriggio, comunque scrutando tra l’oscurità del locale qualcosa in tema con i pirati sembra che ci sia davvero!
Castro è il famoso quartiere gay della città, con la sua arteria principale Castro St. che è letteralmente cosparsa di bandiere con l’arcobaleno (foto N° 73) e di negozi di abbigliamento in tema con la zona. Pensavo che la fama gay di questo quartiere fosse un po’ montata (come del resto capita in tanti gay village di altre città), ma mi rendo subito conto invece che non c’è una sola persona in giro che sia eterossuale! Sempre su questa via, che percorriamo verso nord, sorge il Castro theatre. Da Castro non saremmo neanche troppo lontani per Twin Peaks (solo però un quartiere omonimo della cittadina ai confini con il Canada protagonista della celebre serie tv di primi anni ‘90), collina dalla quale si ha una vista stupenda della città, ma se vogliamo assistere ai festeggiamenti dobbiamo procedere secondo i programmi; speriamo di poterci tornare. Dopo un po’ di cammino arriviamo in Alamo square, grazio parchetto sul quale sorge (in Steiner St.) forse un dei simboli di San Francisco, cioè le Painted Ladies, le “Sette sorelle”, ovvero sette case una a fianco all'altra in puro stile vittoriano, magnifiche (foto N° 74). Davvero bello anche il contrasto coi i palazzi del downtown in lontananza.
Proseguiamo in direzione nord, ma mentre giriamo in un’area residenziale ci accorgiamo di essere osservati dall’alto (foto N° 75), spettacolo! Troviamo anche una fantastica Cadillac (foto N° 76); quanto sarebbe bello farsi un viaggio nel deserto con quella!
Arriviamo ad Alta Plaza, un parco a più livelli sulla cui sommità si trovano campi da tennis e da basket, ma non distruggetevi le gambe come abbiamo fatto noi per andare fin su, non ne vale proprio la pena ed inoltre nemmeno il panorama è granché. Andiamo in Fillmore St., dove ci fermiamo un attimo al Noha's NY Bagels (2213 Fillmore St., foto N° 77). Enea prende un Bagel, mentre io un ottimo cinnamon twist. Mentre gustiamo i nostri dolcetti mi accorgo che sul bancone c’è un contenitore che invita a lasciare il proprio biglietto da visita per una specie di concorso (foto N° 78). Inserisco allora uno dei biglietti pubblicitari che abbiamo stampato e distribuito in giro per fare pubblicità al nostro libro (foto N°79); ci sta anche bene!
Registrato

<a href="http://www.cazzetti.it" target="_blank">[/url]
Pagine: 1 2 3 [4] 5 6 ... 28   Vai su
  Stampa  
 
Vai a:  

 

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.11 | SMF © 2006-2009, Simple Machines LLC | Sitemap XHTML 1.0 valido! CSS valido!
Copyright 1998- © HNS srl - Partita IVA 07431360010
Pagina creata in 0.18 secondi con 23 query. (Pretty URLs adds 0.047s, 2q)