NYC-SITE.COM | Il più consultato forum di discussione su New York
21 Settembre 2020, 13:59:29 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizie: Cerchi un hotel a New York? Clicca qui!
 
   Home   Guida Ricerca Gallery Accedi Registrati Chat  

Pagine: [1]   Vai giù
  Stampa  
Autore Discussione: Districarsi a NY  (Letto 3767 volte)
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
nyclover
Newbie
*

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Messaggi: 7


W questo FORUM!!!


« inserito:: 18 Maggio 2005, 18:33:08 »


Ciao a tutti, sono Andrea. Sono riuscito a coronare il mio sogno. Dopo essermi dovuto accontentare per tanti anni di assorbirne l'atmosfera per mezzo dei dischi, dei libri e dei film, finalmente ho potuto organizzare la mia prima vacanza, il mio debutto assoluto, a New York. Partirò il prossimo giugno. In vista dell'evento, non mi sento di condividere i timori di alcuni degli altri partecipanti a questo forum. Non ho paura dell'aereo, non sono in ansia per il fuso orario e nemmeno sono afflitto da quelle angosce tipicamente provinciali in virtù delle quali si pensa che già all'arrivo in aeroporto si debba affrontare malintenzionati pronti a passarti un coltello sotto la gola. Temo semplicemente di venire travolto, di non riuscire a pianificare con calma le cose da vedere, di far confusione, insomma di non riuscire ad ottimizzare i pochi giorni di permanenza e di ritrovarmi il giorno della partenza con la sensazione di essere stato a New York poco e male. La guida offerta da questo sito mi sembra fin troppo essenziale, per contro le guide turistiche classiche sono un po' troppo ponderose. C'è qualcuno che gentilmente mi sappia fornire la classica sana via di mezzo, almeno delle indicazioni di massima per far sì che non riparta da New York con la sensazione di aver sprecato un'occasione?
Ciao e grazie dell'attenzione.
ANDREA

Registrato
Spino
Moderatore
Supreme Member
*****

Popolarità: 74
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 7.152


I love the Big Apple


WWW E-mail
« Risposta #1 inserito:: 18 Maggio 2005, 21:31:45 »


Ciao Andrea. Intanto complimenti perche' mi pare che tu abbia l'approccio giusto verso la Grande Mela. New York e' una citta' nella quale puoi veramente trovare tutto cio' che cerchi, ma per poterti meglio aiutare, forse dovresti specificare meglio per esempio quanto tempo ci starai e poi quali sono i tuoi interessi, poiche' un conto e' pianificare un semplice "mordi e fuggi" di qualche giorno, altra cosa e' pensare a qualcosa da fare per un periodo piu' lungo.
Fammi sapere e vedro' come poterti aiutare.
Registrato

romapaterson
Newbie
*

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Messaggi: 7


W questo FORUM!!!


« Risposta #2 inserito:: 19 Maggio 2005, 01:53:09 »


Ciao Andrea, io sto a NY e ti scrivo dalla mia scuola.
E' veramente una citta' unica, cosi' diversa da Roma.......
Direi che potresti pianificare il viaggio tranquillamente da qui, ma se ti serve qualsiasi cosa fammi sapere, io rimarro negli USA fino a fine giugno per studiare!

A presto.

raffaella    Grin Grin Grin Grin Grin
Registrato
nyclover
Newbie
*

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Messaggi: 7


W questo FORUM!!!


« Risposta #3 inserito:: 21 Maggio 2005, 17:18:06 »


Caro Spino, sono Andrea, ti ringrazio anzitutto per l'interessamento. Ti comunico che starò a New York per un periodo non superiore agli otto giorni effettivi. Non mi interessa naturalmente fare la tipica vacanza da adolescente provinciale (non sono nè l'uno nè l'altro), di quelle finalizzate alla visita delle discoteche di tendenza e dei negozi di articoli sportivi. Vorrei cercare di fare la classica vacanza che mi permetta di rendere più concreto possibile il mio ancora teorico immaginario newyorkese, fatto di musei, di luoghi topici, dei centri di cultura, di parchi, delle vie e strade principali.
Ciao e ancora grazie.
ANDREA


Citazione
Ciao Andrea. Intanto complimenti perche' mi pare che tu abbia l'approccio giusto verso la Grande Mela. New York e' una citta' nella quale puoi veramente trovare tutto cio' che cerchi, ma per poterti meglio aiutare, forse dovresti specificare meglio per esempio quanto tempo ci starai e poi quali sono i tuoi interessi, poiche' un conto e' pianificare un semplice "mordi e fuggi" di qualche giorno, altra cosa e' pensare a qualcosa da fare per un periodo piu' lungo.
Fammi sapere e vedro' come poterti aiutare.

Registrato
nyclover
Newbie
*

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Messaggi: 7


W questo FORUM!!!


« Risposta #4 inserito:: 21 Maggio 2005, 17:22:43 »


Cara Raffaella, ciao da Andrea. Grazie per la tua risposta e per la disponibilità. Io sarò a New York dal 13 al 23 giugno.
Ciao e grazie ancora.


Citazione
Ciao Andrea, io sto a NY e ti scrivo dalla mia scuola.
E' veramente una citta' unica, cosi' diversa da Roma.......
Direi che potresti pianificare il viaggio tranquillamente da qui, ma se ti serve qualsiasi cosa fammi sapere, io rimarro negli USA fino a fine giugno per studiare!

A presto.

raffaella    Grin Grin Grin Grin Grin

Registrato
Spino
Moderatore
Supreme Member
*****

Popolarità: 74
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 7.152


I love the Big Apple


WWW E-mail
« Risposta #5 inserito:: 21 Maggio 2005, 18:20:30 »


Citazione
Caro Spino, sono Andrea, ti ringrazio anzitutto per l'interessamento. Ti comunico che starò a New York per un periodo non superiore agli otto giorni effettivi. Non mi interessa naturalmente fare la tipica vacanza da adolescente provinciale (non sono nè l'uno nè l'altro), di quelle finalizzate alla visita delle discoteche di tendenza e dei negozi di articoli sportivi. Vorrei cercare di fare la classica vacanza che mi permetta di rendere più concreto possibile il mio ancora teorico immaginario newyorkese, fatto di musei, di luoghi topici, dei centri di cultura, di parchi, delle vie e strade principali.
Ciao e ancora grazie.
ANDREA




Ok, la situazione ora è molto più chiara.
Dunque, io ti dico quello che ho fatto io la prima volta che sono stato a New York (cinque giorni) e che credo sia stato utile. Naturalmente sono sempre opinioni personali che non è detto che vadano bene per chiunque.
Iniziamo con la prima cosa, a mio avviso più intelligente da fare che è un tour su bus della Gray Line (c'è anche con guida italiana se ci sono problemi con l'inglese, l'unica cosa diversa è che con la guida italiana il bus non è aperto ma tradizionale). Questo giro ti darà una vista "d'insieme" abbastanza completo della città in modo che poi, se ci sono zone particolari che ti hanno colpito, potrai tornare a vedertele con più calma. Tieni presente che New York è una città che deve essere visitata soprattutto a piedi, preparati quindi a lunghe passeggiate e non dimenticarti le scarpe da jogging.
I luoghi dove andare assolutamente a mio parere sono:
1) Empire State Building; dopo il crollo delle torri gemelle è il posto dove salendo all'ultimo piano, si può godere una vista mozzafiato della città. Se è una bella giornata ti consiglio di andarci al tramonto, non ti dico perchè, ma mi ringrazierai.
2) Rockfeller Center; questa è la zona più ricca di grattaceli, puoi arrivare con la metropolitana al Grand Army Plaza e poi scendere lungo la Avenue of Americas (o se preferisci Sesta Avenue) se sei fortunato e ci capiti per ora di pranzo puoò capitare di vedere qualche spettacolo all'aperto (a me sono capitate tre coriste jazz accompagnate da pianoforte e contrabbasso, indimenticabili. Inoltre da li puoi farti una passeggiata lungo la Quinta Avenue facendo magari una capatina nella Cattedrale di St. Patrick. E' una zona anche particolarmente ricca di negozi carini da vedere.
3) Greenwich Village; è la zona dei locali e degli studenti. Se ti piace la musica jazz puoi passare una serata al classico Blue Note oppure al Village Vanguard (ti consiglio il lunedì sera quando si esibisce la big band del locale), inoltre nella zona capita spesso di vedere mercatini all'aperto dove puoi comprare a buon prezzo.
4) Pier 17; è un molo dove è stato costruito un complesso a tre piani ricco di ristoranti e negozietti. E' un centro assolutamente turistico dove passare qualche ora guardando, se sei fortunato, qualche spettacolo all'aperto (a me è capitata una rassegna di musica latina live) o artisti di strada (notevoli).
5) Battery Park; da qui parte un traghetto che gratuitamente ti porta a Staten Island, è un buon modo per fare fotografie allo skyline di New York.
6) Ground Zero; il luogo dove sorgevano le torri gemelle e vicino a Wall Street e la zona finanziaria.

Poi ci sono i luoghi storici e i musei.

1) Ellis Island; è il luogo dove arrivavano gli immigrati ed è il luogo che rappresenta la speranza. Te lo consiglio caldamente, se vuoi c'è anche la possibilità per qualche dollaro di noleggiare un lettore a cassette con la spiegazione in Italiano. Inoltre lo stesso traghetto ti porterà anche sull'isola dove è posizionata la Statua della Libertà: per motivi di sicurezza non è al momento visitabile all'interno (non era comunque nulla di particolare).
2) Nazioni Unite; una guida (ce n'è una anche italiana) ti faranno visitare le grandi sale dove si riuniscono i potenti del mondo (a me è rimasta impressa la grande sala centrale dove Nikita Khrushchev si tolse una scarpa sbattendola sopra un banco). E' un tour, se non ricordo male gratuito, abbastanza veloce ma meritevole di una capatina (all'interno c'è anche un self service dove fare il pranzo con pochi dollari).
3) Museo di Storia Naturale; personalmente mi ha un po' deluso perchè qui a Milano ne abbiamo uno forse migliore, è però posizionato a fianco di Central Park ed è quindi una buona scusa per fare un giro all'interno del parco.
4) Guggenheim Museum; se ti piace l'arte è un luogo da vedere non solo per il contenuto ma anche per l'architettura dell'edificio stesso.

Ok, quanto descritto è giusto un assaggio delle altre tantissime cose da fare e da vedere, fammi sapere se hai degli interessi particolari e sia io che altri qui all'interno del forum ti aiuteremo sicuramente.
Ciao
Registrato

nyclover
Newbie
*

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Messaggi: 7


W questo FORUM!!!


« Risposta #6 inserito:: 21 Maggio 2005, 19:00:17 »


Ciao Spino, sono nuovamente Andrea. Ti ringrazio per la tua micro-guida ragionata, che per la sua gran parte coincide con quelle che sono le mie intenzioni. Siccome sono un appassionato di musica e dato che intendo fare anche un piccolo tour musicale, ho già provveduto a prenotare un tavolo al Village Vanguard. Andrò poi alla Carnegie Hall e alla Casa del Blues di B.B. King. E che mi dici a proposito delle strade e dei quartieri? Immagino ovviamente la Quinta, Soho, Chelsea, Chinatown, Little Italy, giusto? Un'altra domanda, visto che sei così gentile. La 52° e il Village hanno un grande passato culturale, in riferimento al jazz e alla controcultura: che cosa rimane oggi, di quel passato?
Mi dici che sei di Milano. Io sono di Chiaravalle, cittadina-dormitorio in provincia di Ancona.
Alla prossima.
ANDREA

Citazione

Ok, la situazione ora è molto più chiara.
Dunque, io ti dico quello che ho fatto io la prima volta che sono stato a New York (cinque giorni) e che credo sia stato utile. Naturalmente sono sempre opinioni personali che non è detto che vadano bene per chiunque.
Iniziamo con la prima cosa, a mio avviso più intelligente da fare che è un tour su bus della Gray Line (c'è anche con guida italiana se ci sono problemi con l'inglese, l'unica cosa diversa è che con la guida italiana il bus non è aperto ma tradizionale). Questo giro ti darà una vista "d'insieme" abbastanza completo della città in modo che poi, se ci sono zone particolari che ti hanno colpito, potrai tornare a vedertele con più calma. Tieni presente che New York è una città che deve essere visitata soprattutto a piedi, preparati quindi a lunghe passeggiate e non dimenticarti le scarpe da jogging.
I luoghi dove andare assolutamente a mio parere sono:
1) Empire State Building; dopo il crollo delle torri gemelle è il posto dove salendo all'ultimo piano, si può godere una vista mozzafiato della città. Se è una bella giornata ti consiglio di andarci al tramonto, non ti dico perchè, ma mi ringrazierai.
2) Rockfeller Center; questa è la zona più ricca di grattaceli, puoi arrivare con la metropolitana al Grand Army Plaza e poi scendere lungo la Avenue of Americas (o se preferisci Sesta Avenue) se sei fortunato e ci capiti per ora di pranzo puoò capitare di vedere qualche spettacolo all'aperto (a me sono capitate tre coriste jazz accompagnate da pianoforte e contrabbasso, indimenticabili. Inoltre da li puoi farti una passeggiata lungo la Quinta Avenue facendo magari una capatina nella Cattedrale di St. Patrick. E' una zona anche particolarmente ricca di negozi carini da vedere.
3) Greenwich Village; è la zona dei locali e degli studenti. Se ti piace la musica jazz puoi passare una serata al classico Blue Note oppure al Village Vanguard (ti consiglio il lunedì sera quando si esibisce la big band del locale), inoltre nella zona capita spesso di vedere mercatini all'aperto dove puoi comprare a buon prezzo.
4) Pier 17; è un molo dove è stato costruito un complesso a tre piani ricco di ristoranti e negozietti. E' un centro assolutamente turistico dove passare qualche ora guardando, se sei fortunato, qualche spettacolo all'aperto (a me è capitata una rassegna di musica latina live) o artisti di strada (notevoli).
5) Battery Park; da qui parte un traghetto che gratuitamente ti porta a Staten Island, è un buon modo per fare fotografie allo skyline di New York.
6) Ground Zero; il luogo dove sorgevano le torri gemelle e vicino a Wall Street e la zona finanziaria.

Poi ci sono i luoghi storici e i musei.

1) Ellis Island; è il luogo dove arrivavano gli immigrati ed è il luogo che rappresenta la speranza. Te lo consiglio caldamente, se vuoi c'è anche la possibilità per qualche dollaro di noleggiare un lettore a cassette con la spiegazione in Italiano. Inoltre lo stesso traghetto ti porterà anche sull'isola dove è posizionata la Statua della Libertà: per motivi di sicurezza non è al momento visitabile all'interno (non era comunque nulla di particolare).
2) Nazioni Unite; una guida (ce n'è una anche italiana) ti faranno visitare le grandi sale dove si riuniscono i potenti del mondo (a me è rimasta impressa la grande sala centrale dove Nikita Khrushchev si tolse una scarpa sbattendola sopra un banco). E' un tour, se non ricordo male gratuito, abbastanza veloce ma meritevole di una capatina (all'interno c'è anche un self service dove fare il pranzo con pochi dollari).
3) Museo di Storia Naturale; personalmente mi ha un po' deluso perchè qui a Milano ne abbiamo uno forse migliore, è però posizionato a fianco di Central Park ed è quindi una buona scusa per fare un giro all'interno del parco.
4) Guggenheim Museum; se ti piace l'arte è un luogo da vedere non solo per il contenuto ma anche per l'architettura dell'edificio stesso.

Ok, quanto descritto è giusto un assaggio delle altre tantissime cose da fare e da vedere, fammi sapere se hai degli interessi particolari e sia io che altri qui all'interno del forum ti aiuteremo sicuramente.
Ciao

Registrato
Spino
Moderatore
Supreme Member
*****

Popolarità: 74
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 7.152


I love the Big Apple


WWW E-mail
« Risposta #7 inserito:: 21 Maggio 2005, 20:24:58 »


Citazione
Ciao Spino, sono nuovamente Andrea. Ti ringrazio per la tua micro-guida ragionata, che per la sua gran parte coincide con quelle che sono le mie intenzioni. Siccome sono un appassionato di musica e dato che intendo fare anche un piccolo tour musicale, ho già provveduto a prenotare un tavolo al Village Vanguard. Andrò poi alla Carnegie Hall e alla Casa del Blues di B.B. King. E che mi dici a proposito delle strade e dei quartieri? Immagino ovviamente la Quinta, Soho, Chelsea, Chinatown, Little Italy, giusto? Un'altra domanda, visto che sei così gentile. La 52° e il Village hanno un grande passato culturale, in riferimento al jazz e alla controcultura: che cosa rimane oggi, di quel passato?
Mi dici che sei di Milano. Io sono di Chiaravalle, cittadina-dormitorio in provincia di Ancona.
Alla prossima.
ANDREA



Strade e quartieri in ordine come da te citati.
1) Quinta Avenue: Ricca di negozi di tutti i tipi ma soprattutto di alta moda, qui ci trovi le più grandi firme del mondo sia per quanto riguarda l'abbigliamento che, ad esempio, le gioiellerie.
2) Soho: ultimamente è passato da zona degli artisti a luogo un po' snob (mia opinione). Zona ricca di gallerie d'arte e di negozi. A me francamente non piace molto ma ripeto è un parere assolutamente personale.
3) Chinatown; come dice la parola stessa quartiere cinese. Qui trovi una sequela di negozi che vendono bigiotteria, orologi di marca falsi, negozi di alimentari cinesi con dentro cose indescrivibili (gamberetti secchi, verdure strane, ecc...). E' un luogo caratteristico che se si ha tempo vale la pena di essere visitato.
4) Little Italy; praticamente non esiste più essendo stato quasi completamente "ingurgitato" da Chinatown. Sono rimasti giusto un paio di negozi che vendono souvenirs italiani e qualche ristorante che di italiano non ha nulla.
Se proprio ci vuoi fare un salto per curiosità approfitta di quando sarai a Chinatown per fare una piccola deviazione, ma ti garantisco che ormai è solo una curiosità.

Discorso diverso merita quella che tu chiami controcultura.
Personalmente non ho frequentato così a fondo la città per fare un'analisi così approfondita (spero di farlo l'anno prossimo), ma la sensazione che ho avuto io è che culturalmente New York si sia leggermente appiattita su standard più tradizionale. Credo che nella zona del Village o in Washington Square si possano ancora trovare delle sacche, ad esempio per quanto riguarda i movimenti gay o di lesbiche (che non demonizzo ma che non mi interessano) ma, ad esempio musicalmente, non vedo nulla in controtendenza, ho sempre visto molto di commerciale.
Se sei appassionato di musica ti consiglio invece qualcosa di molto tradizionale che è un gospel ad Harlem. Ci sono agenzie che organizzano tour per questo. Io ci sono stato una volta, è tutto estremamente turistico (credo che per gustare al massimo quell'atmosfera bisognerebbe essere di colore e vivere stabilmente ad Harlem), però è stata una bella esperienza.
Infine ti dico: cammina, cammina ed ancora cammina.
Solo così scoprirai l'anima della Big Apple e tanti luoghi magari nascosti ma interessanti e particolari.
Registrato

nyclover
Newbie
*

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Messaggi: 7


W questo FORUM!!!


« Risposta #8 inserito:: 23 Maggio 2005, 17:52:12 »


Ciao Spino, da Andrea. Grazie per le ulteriori indicazioni. Credo che, dopo che ci si sia costruiti un programma di massima, la cosa migliore da fare è quella che dici tu: camminare. Mi ha solo un po' amareggiato sapere da te che in alcune zone, come il Village, la componente turistica è diventata predominante, ma del resto me l'aspettavo. Dico sempre che sarei dovuto nascere a metà degli anni '40, così da avere vent'anni a metà dei '60 e potermi godere certi contesti contro-culturali al loro massimo splendore. Invece nacqui a metà dei '60 e nel pieno della mia giovinezza spopolava la commercialità in tutte le sue gradazioni. Tant'è. Ad ogni modo, me la godrò lo stesso. New York è sempre New York, la città di mille film, registrazioni discografiche, libri e telefilm di culto (adoro "Friends").
ANDREA

Citazione

Strade e quartieri in ordine come da te citati.
1) Quinta Avenue: Ricca di negozi di tutti i tipi ma soprattutto di alta moda, qui ci trovi le più grandi firme del mondo sia per quanto riguarda l'abbigliamento che, ad esempio, le gioiellerie.
2) Soho: ultimamente è passato da zona degli artisti a luogo un po' snob (mia opinione). Zona ricca di gallerie d'arte e di negozi. A me francamente non piace molto ma ripeto è un parere assolutamente personale.
3) Chinatown; come dice la parola stessa quartiere cinese. Qui trovi una sequela di negozi che vendono bigiotteria, orologi di marca falsi, negozi di alimentari cinesi con dentro cose indescrivibili (gamberetti secchi, verdure strane, ecc...). E' un luogo caratteristico che se si ha tempo vale la pena di essere visitato.
4) Little Italy; praticamente non esiste più essendo stato quasi completamente "ingurgitato" da Chinatown. Sono rimasti giusto un paio di negozi che vendono souvenirs italiani e qualche ristorante che di italiano non ha nulla.
Se proprio ci vuoi fare un salto per curiosità approfitta di quando sarai a Chinatown per fare una piccola deviazione, ma ti garantisco che ormai è solo una curiosità.

Discorso diverso merita quella che tu chiami controcultura.
Personalmente non ho frequentato così a fondo la città per fare un'analisi così approfondita (spero di farlo l'anno prossimo), ma la sensazione che ho avuto io è che culturalmente New York si sia leggermente appiattita su standard più tradizionale. Credo che nella zona del Village o in Washington Square si possano ancora trovare delle sacche, ad esempio per quanto riguarda i movimenti gay o di lesbiche (che non demonizzo ma che non mi interessano) ma, ad esempio musicalmente, non vedo nulla in controtendenza, ho sempre visto molto di commerciale.
Se sei appassionato di musica ti consiglio invece qualcosa di molto tradizionale che è un gospel ad Harlem. Ci sono agenzie che organizzano tour per questo. Io ci sono stato una volta, è tutto estremamente turistico (credo che per gustare al massimo quell'atmosfera bisognerebbe essere di colore e vivere stabilmente ad Harlem), però è stata una bella esperienza.
Infine ti dico: cammina, cammina ed ancora cammina.
Solo così scoprirai l'anima della Big Apple e tanti luoghi magari nascosti ma interessanti e particolari.

Registrato
Spino
Moderatore
Supreme Member
*****

Popolarità: 74
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 7.152


I love the Big Apple


WWW E-mail
« Risposta #9 inserito:: 23 Maggio 2005, 20:25:29 »


Citazione
Mi ha solo un po' amareggiato sapere da te che in alcune zone, come il Village, la componente turistica è diventata predominante, ma del resto me l'aspettavo.


No, attenzione, forse mi sono spiegato male io. Non ho detto che il Village è prettamente turistico (anche se alcuni locali sono un'attrattiva per i turisti), ho invece detto che la cultura è un po' appiattita, ma è un parere personale che forse risente del fatto che, come già detto, non ho approfondito molto questo aspetto. Spero che tu lo possa frequentare un po' più approfonditamente in modo da relazionarci al tuo ritorno.
Buon viaggio.
Registrato

contedracula
Gold Member
***

Popolarità: 3
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 467


W questo FORUM!!!


« Risposta #10 inserito:: 25 Maggio 2005, 05:40:34 »


Citazione
Mi ha solo un po' amareggiato sapere da te che in alcune zone, come il Village, la componente turistica è diventata predominante, ma del resto me l'aspettavo. Dico sempre che sarei dovuto nascere a metà degli anni '40, così da avere vent'anni a metà dei '60 e potermi godere certi contesti contro-culturali al loro massimo splendore. Invece nacqui a metà dei '60




Beh! Considera che anche tu sarai un turista e che la città finalmente in questi ultimi anni si è ripresa dalla crisi turistica. Nel 2002 i turisti si contavano ed i prezzi degli alberghi erano ai minimi storici considera che nell'albergo dove io ho residenza ( quella domiciliare non dove abito ) mediamente una camera costa 350$ a notte nel 2002 c'erano offerte da 1000$ a settimana oggi non trovi posto prima di 3 mesi.

Hanno aperto da qualche mese la Statua Della Libertà ma attenzione nella statua vera e propria cioè nella famosa corona non si sale si arriva sotto al piede.
Ti consiglio per visitare le attrazioni principali il City Pass costa 53$ eviti code e risparmi qualcosa ma poi assolutamente non deve mancare la METROCARD costo 24$ per week puoi farla ovunque in tutte le stazioni della SubWay.

Occhio ai negozi di elettronica potrebbe essere allettante visto il cambio ( e lo è ) ma ti sconsiglio tutto ciò che è in MidTown Beh io sono Napoletano ( ciò naso per il PACCO ) ma li ti ritrovi ad aver speso quasi quanto in italia ma senza garanzia. vai da B&H io sono un appassionato di foto ho comprato quasi tutto li hanno anche video con Standard PAL.

Ti sembrerà assurdo ricevere queste notizie ( non vai a NY per comprare queste cose ) ma sinceramente è materiale che usano tutti anche i non turisti perciò se ti va di fare l'affare in alcuni posti è il momento giusto grazie al cambio.

Se vai in compagnia di una ragazza beh un giretto da Macy*s lo farei.

Merita una visita il quartiere Brooklyn Heights li ci sono dei bellissimi palazzi storici uno dei punti più vintage della città.

Potrei continuare per ore a scrivere ma adesso tocca a te, sudati la città vedrai che non ti deluderà

Ciao
Registrato

contedracula
Gold Member
***

Popolarità: 3
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 467


W questo FORUM!!!


« Risposta #11 inserito:: 25 Maggio 2005, 05:51:58 »


Ah dimenticavo meno turistica la zona di East Harlem merita el Barrio Shocked ed il suo museo ed un giro nel marcato della Marqueta zona UpTown

Ciao
Registrato

Pagine: [1]   Vai su
  Stampa  
 
Vai a:  

 

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.11 | SMF © 2006-2009, Simple Machines LLC | Sitemap XHTML 1.0 valido! CSS valido!
Copyright 1998- © HNS srl - Partita IVA 07431360010
Pagina creata in 0.15 secondi con 24 query. (Pretty URLs adds 0.026s, 2q)