NYC-SITE.COM | Il più consultato forum di discussione su New York
13 Novembre 2019, 10:37:39 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizie: Benvenuto sul NYC-Site.com Forum, dove la tua passione incontra New York!
 
   Home   Guida Ricerca Gallery Accedi Registrati Chat  

Pagine: [1]   Vai giù
  Stampa  
Autore Discussione: Citazioni-Aforismi su New York  (Letto 16634 volte)
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
Luca80
Junior Member
*

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 139


What a wonderful city!


WWW E-mail
« inserito:: 25 Febbraio 2013, 00:54:18 »


Ciao a tutti, apro questo nuovo post per racchiudere (con il vostro aiuto) citazioni e aforismi da libri-film-interviste... ma naturalmente anche frasi venute dal vostro cuore!

Che ne dite?

Ovviamente possiamo anche commentarle, magari chi ne inserisce di nuove sarebbe bello che citasse la fonte.
Parto io:



"New York è esistita per me simultaneamente come una mappa da studiare e un luogo a cui aspirare - una città di cose e una città di simboli, il luogo in cui mi trovo realmente e il luogo in cui vorrei essere anche quando effettivamente ci sono già."
(Adam Gopnik - "Una casa a New York" - Ed. Le fenici)
Registrato

11/03/2010 - 22/03/2010 NYC
16/11/2012 - 20/11/2012 Washington + NYC
Luca80
Junior Member
*

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 139


What a wonderful city!


WWW E-mail
« Risposta #1 inserito:: 21 Agosto 2013, 18:12:05 »


... continua...

"New York: Un esperimento per vedere se tutto il mondo potesse vivere in un solo luogo"
(Visitatore anonimo)

"New York è difficile da amare, visto che viene ricostruita ogni 10 anni"
(1840 Philip Hone, ex Sindaco di NY)
Registrato

11/03/2010 - 22/03/2010 NYC
16/11/2012 - 20/11/2012 Washington + NYC
Luca80
Junior Member
*

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 139


What a wonderful city!


WWW E-mail
« Risposta #2 inserito:: 27 Agosto 2013, 20:54:25 »


"Moriremo nell'ultima trincea, piuttosto che arrenderci e consegnare da codardi questa meravigliosa città".
(De Witt Clinton, Sindaco di New York durante la guerra contro l'Inghilterra 1813).
Registrato

11/03/2010 - 22/03/2010 NYC
16/11/2012 - 20/11/2012 Washington + NYC
Luca80
Junior Member
*

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 139


What a wonderful city!


WWW E-mail
« Risposta #3 inserito:: 31 Agosto 2013, 02:12:32 »


"New York è una città brutta e sporca. Il suo clima è indecente. Le sue strategie politiche farebbero terrore a qualsiasi bambino. Il suo traffico è una follia. La sua competitività è micidiale. Ma su una questione non vi sono dubbi: dopo essere vissuti a New York, dopo aver fatto della città la vostra casa, nessun altro luogo potrà più reggere il confronto".
(1953 John Steinbeck)
Registrato

11/03/2010 - 22/03/2010 NYC
16/11/2012 - 20/11/2012 Washington + NYC
Luca80
Junior Member
*

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 139


What a wonderful city!


WWW E-mail
« Risposta #4 inserito:: 10 Settembre 2013, 00:30:00 »


"Vale davvero la pena di andare lontano (stavo attraversando l'America per andare a Thaiti), se qui mi sento pieno d'energia? Le proporzioni della strada e l'altezza delle case danno una sensazione di spazio. Vi si respira meglio che nelle vecchie case strette. Vi si ha l'impressione d'ampiezza in cui l'ordine vi da un senso di sicurezza. In una strada di New York potete pensare con tutto comodo, cosa divenuta impossibile, bisogna riconoscerlo, nel nostro caos Parigino. Evidentemente non parlo solo delle strade strette, ma piuttosto di quello spirito Americano che sembra realizzarsi sempre più liberamente nel cuore di una città come New York. I grattacieli non sono affatto come li si immagina nelle fotografie. A partire dal decimo piano, inizia già il cielo perchè la costruzione è erosa dalla luce. La luce e i suoi riflessi allegeriscono la materia dell'edificio."
(1930 Henry Matisse)
Registrato

11/03/2010 - 22/03/2010 NYC
16/11/2012 - 20/11/2012 Washington + NYC
Luca80
Junior Member
*

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 139


What a wonderful city!


WWW E-mail
« Risposta #5 inserito:: 25 Settembre 2013, 11:11:51 »


“Ci si sente a casa a New York, perché le guide servono solo a stare meglio e a sapere come si pronunciano le parole, ma per vivere basta alzare lo sguardo e incrociarlo con quello degli altri”.
(Stefano d'Andrea, L'amerikano, Colla Editore, 2012)
Registrato

11/03/2010 - 22/03/2010 NYC
16/11/2012 - 20/11/2012 Washington + NYC
Spino
Moderatore
Supreme Member
*****

Popolarità: 74
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 7.152


I love the Big Apple


WWW E-mail
« Risposta #6 inserito:: 28 Settembre 2013, 09:56:44 »


Capitolo primo. "Adorava New York. La idolatrava smisuratamente..." No, è meglio "la mitizzava smisuratamente", ecco. "Per lui, in qualunque stagione, questa era ancora una città che esisteva in bianco e nero e pulsava dei grandi motivi di George Gershwin..." No, fammi cominciare da capo... capitolo primo. "Era troppo romantico riguardo a Manhattan, come lo era riguardo a tutto il resto: trovava vigore nel febbrile andirivieni della folla e del traffico. Per lui New York significava belle donne, tipi in gamba che apparivano rotti a qualsiasi navigazione..." Eh no, stantio, roba stantia, di gusto... insomma, dai, impegnati un po' di più... da capo. Capitolo primo. "Adorava New York. Per lui era una metafora della decadenza della cultura contemporanea: la stessa carenza di integrità individuale che porta tanta gente a cercare facili strade stava rapidamente trasformando la città dei suoi sogni in una..." Non sarà troppo predicatorio? Insomma, guardiamoci in faccia: io questo libro lo devo vendere. Capitolo primo. "Adorava New York, anche se per lui era una metafora della decadenza della cultura contemporanea. Com'era difficile esistere, in una società desensibilizzata dalla droga, dalla musica a tutto volume, televisione, crimine, immondizia..." Troppo arrabbiato. Non devo essere arrabbiato. Capitolo primo. "Era duro e romantico come la città che amava. Dietro i suoi occhiali dalla montatura nera, acquattata ma pronta al balzo, la potenza sessuale di una tigre..." No, aspetta, ci sono: "New York era la sua città, e lo sarebbe sempre stata..."

(Woody Allen, Manhattan 1979)
Registrato

Alan
Newbie
*

Popolarità: 1
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 32


I Wanna Be A Part Of It...


E-mail
« Risposta #7 inserito:: 29 Settembre 2013, 18:21:02 »


"New York è una città brutta e sporca. Il suo clima è indecente. Le sue strategie politiche farebbero terrore a qualsiasi bambino. Il suo traffico è una follia. La sua competitività è micidiale. Ma su una questione non vi sono dubbi: dopo essere vissuti a New York, dopo aver fatto della città la vostra casa, nessun altro luogo potrà più reggere il confronto".
(1953 John Steinbeck)

Questo è quello che trovo più vicino al mio pensiero, potrei, vorrei averlo scritto io  Wink

Registrato

"scelgo il paradiso per il clima, l'inferno per la compagnia" (M. Twain)
flapane
Gold Member
***

Popolarità: 5
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 581



WWW
« Risposta #8 inserito:: 07 Ottobre 2013, 13:22:30 »


Steinbeck non ha mai visto il traffico di certe città italiane. Smiley
Registrato

2010 EastCoast Gallery
2011 Midwest Gallery
2012 NYNJ Gallery

[img]http://my.flightmemory.com/pic/flapane.gif[/im
Pagine: [1]   Vai su
  Stampa  
 
Vai a:  

 

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.11 | SMF © 2006-2009, Simple Machines LLC | Sitemap XHTML 1.0 valido! CSS valido!
Copyright 1998- © HNS srl - Partita IVA 07431360010
Pagina creata in 0.143 secondi con 24 query. (Pretty URLs adds 0.027s, 2q)