NYC-SITE.COM | Il più consultato forum di discussione su New York
09 Agosto 2020, 17:06:27 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizie: Tour e Attrazioni a New York. Prenotali on line. Clicca qui!
 
   Home   Guida Ricerca Gallery Accedi Registrati Chat  

Pagine: [1]   Vai giù
  Stampa  
Autore Discussione: State of Mind...  (Letto 8549 volte)
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
framant
Supreme Member
**

Popolarità: 15
Scollegato Scollegato

Sesso: Femmina
Messaggi: 2.151


In God we trust


« inserito:: 16 Luglio 2012, 19:01:45 »


In questo periodo, 4 anni fa ero a NY. Alla partenza mi ero ripromessa che massimo 2 anni e sarei tornata.....
Non è stato così, e puntualmente in questi 4 anni in questi stessi periodi mi torna il magone. Non è solo l'assenza di NY che mi fa stare male, ma tutto il resto, che non sto quì a raccontare.
Non credo di poterci  tornare presto, la mia vita ha preso vie tortuose e difficili, ma leggere i racconti di chi ci va, allevia un pò la mia nostalgia.
Do voce ai miei pensieri per condividerli con chi, come me, ha dovuto rinunciare alla Grande Mela....per sentirci un pochino meno soli, nell'attesa di riuscire quanto prima a spiccare un'altro indimenticabile volo.
 Wink
Registrato
maurocar
Newbie
*

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Messaggi: 24



E-mail
« Risposta #1 inserito:: 16 Luglio 2012, 20:12:54 »


Ciao

Mi ha interessato la tua lettera. Per quello che scrivi e come lo scrivi, e per ciò che percepisco ci sia dietro. Ora potrei dire un sacco di amenità che banalizzerebbero il tuo pensiero. Spero di no.
Posso dire che credo di aver capito cosa intendi, almeno spero. Quattro anni esatti fa, nel 2008, quando andai per la prima volta a NY non era soltanto la realizzazione di un sogno, ma la ricerca di un territorio lontano, sconfinato ed estraneo alla mia vita di tutti i giorni in cui liberare i miei pensieri e i miei rimpianti. Beh, non andò male. New York mantenne la promessa. Da allora sono accadute cose che mai, non esagero, mai avrei potuto immaginare nemmeno lontanamente, quattro anni fa.  Davvero la mia vita è cambiata come nemmeno nei miei sogni.... non mi voglio dilungare e poi sottrarti l'attenzione.... solo voglio dire che infine, dopo una parabola perfettamente gaussiana, questa mia vita è tornata la stessa di prima, con tanti rimpianti, e una sensazione di vuoto, ma uno di quei vuoti che non danno tristezza perchè ti ricordano che li puoi riempire, e anche con la scoperta di valori che credevo perduti.... e domani torno a New York, con la stessa persona e lo stesso entusiasmo, tra 26 ore sarò lì, ed è impossibile non pensare alla differenza tra i voli aerei e i voli pindarici, tra i sogni utopistici, i veri sogni diciamo, e i sogni che possono, oppure no, realizzarsi, ma la lezione è una, chiara: la vita spesso è imprevedibile, nel bene e nel male, e poichè non sappiamo mai cosa esiste oltre l'angolo, oltre quella collina, dietro il sipario, vale la pena di vivere anche solo per poterlo scoprire.
Ti auguro di spiccare il volo quanto prima. Ti saluterò New York, e sono sicuro che la Grande Città restituirà il saluto e io te lo porterò qui, se ci sarai.
ciao

Mauro

p.s.: ah, il titolo del tuo messaggio mi ricorda una delle due canzoni della mia vita che maggiormente associo, per forza di cose, a New York: "New York State of Mind" di Billy Joel.... la ricorderai, no? "I'm just taking a Greyhound on the Hudson River Line
'Cause I'm in a New York state of mind".... l'altra canzone naturalmente è "New York City Serenade" di Bruce Springsteen... se me lo permetti, voglio dedicartele tutte e due. ciao
Registrato
framant
Supreme Member
**

Popolarità: 15
Scollegato Scollegato

Sesso: Femmina
Messaggi: 2.151


In God we trust


« Risposta #2 inserito:: 16 Luglio 2012, 21:49:31 »


Grazie Mauro per le belle parole.
Hai centrato in pieno il senso dei miei pensieri,  e non posso non apprezzare e comprendere il fatto che "questo è un vuoto che non da tristezza, perchè è un vuoto che si può riempire".
Grazie anche per avermi ricordato queste due canzoni, che conosco e apprezzo ma che avevo momentaneamente sepolto nella memoria.
Non mi resta che augurarti buon viaggio, e al tuo ritorno ovviamente io e tutti del forum aspettiamo di riscuotere il pegno..... ovvero: racconto e foto! Wink Grin
Salutami NY, stai certo che si ricorderà di me!

Buon viaggio, di cuore!
Registrato
Pagine: [1]   Vai su
  Stampa  
 
Vai a:  

 

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.11 | SMF © 2006-2009, Simple Machines LLC | Sitemap XHTML 1.0 valido! CSS valido!
Copyright 1998- © HNS srl - Partita IVA 07431360010
Pagina creata in 0.124 secondi con 22 query. (Pretty URLs adds 0.022s, 2q)