NYC-SITE.COM | Il più consultato forum di discussione su New York
21 Settembre 2020, 22:16:41 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizie: Cerchi un hotel a New York? Clicca qui!
 
   Home   Guida Ricerca Gallery Accedi Registrati Chat  

Pagine: 1 [2]   Vai giù
  Stampa  
Autore Discussione: La West Coast di Alyssa!  (Letto 9480 volte)
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
elisir026
Gold Member
***

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Messaggi: 543


E-mail
« Risposta #15 inserito:: 25 Luglio 2011, 12:59:39 »


07/6

Partenza ore 08.00 con cable car destinazione PIER 33: ALCATRAZ

La cosa che da subito ci salta all’occhio è la mancanza di controlli all’imbarco: abituati a NY, ci sentivamo un po’ a disagio, ma evidentemente a San Francisco va bene cosi..

Abbiamo prenotato la visita alle 09.30: la consiglio a tutti, già c’era abbastanza gente in attesa, figuriamoci le visite successive.

Dal battello riusciamo a vedere tutta San Francisco, vista veramente spettacolare col Golden Gate Bridge e Sausalito da una parte e il molo e il Bay Bridge dall’altra.

Le 2 ore di visita alla prigione con audioguida sono state interessantissime, un tour organizzato benissimo: secondo me la parte più interessante di SF.

Al ritorno in terraferma ci dirigiamo verso il coloratissimo Pier 39, dove pranziamo alla Crab House con una magnifica crab chowder: anche senza bread bowl era formidabile!!
Completiamo con granchio arrostito con salsa segreta dello chef….indovinate un po’? con l’aglio!!Eh si, non per niente ho rinominato SF la “garlic City”!!!

Nel pomeriggio giro al turistico Fisherman’s Wharf e Ghirardelli Square (ottimo cioccolato) , poi decidiamo di sdraiarci al piccolo parco  alla fermata dei cable car vicino a Ghirardelli Square: il bel vento fresco ci fa riposare per un’oretta e non ci accorgiamo che il sole ci sta ustionando!!!Ecco il bello di SF!

La sera cediamo sul letto dopo esserci pappati una stagione intera di Deadlist Catch, reality sulla pesca al granchio reale.


08/6
Ci si alza alla buon’ora per comperare il caricabatteria della fotocamera lasciato sicuramente a New York (c’è sempre un motivo per ritornare nella City ;-) ) .
Il bus 71 ci porta al Golden Gate Park, da dove iniziamo col Japanese Tea Garden: ME-RA-VI-GLIO-SO!

Segue l’Academy of Science, anch’essa molto interessante.

Devo dire che se il GG Park è più grande del Central Park, il Central lo batte ampiamente: è tenuto meglio e non sembra di certo un “contorno” come mi è parso invece il GGPark.

Si  pranza a Japantown, all’Osakaya..che goduria per il palato!
E dove possiamo prendere il dolce??
Beh…Union Square, Macy’s: CHEESECAKE FACTORY!

Divertente il fatto che ti danno una specie di cercapersone per avvertirti che si sta liberando il tavolo: l’attesa è di 20-25 minuti per il tavolo e un’altra decina per essere serviti, ma ne vale la pena..le torte sono buonissime!!

La sera decidiamo di provare la pizza al Pier 39, da Luigi’s Pizzeria, dopo aver salutato i leoni marini beati sul molo.

Recensione Luigi’s: pizza passabile (quando si ha voglia di pizza va bene qualsiasi cosa) ma servizio PESSIMO.
Gestito da giovani che avrebbero tutti i migliori motivi per essere cordiali, ma che non sorridono mai, sono sgarbati e manco parlano.
Per non parlare della Coca…bah..acqua di rubinetto che sapeva di detersivo..e ci credo che il refill era gratis!!!!

Si ritorna a casa e prendiamo per l’ultima volta il cable car: da domani macchina!!!!!!

Conclusione: NY batte SF 10-1!
Amo la “confusione regolata” di NY, la metro che passa ovunque a ogni ora, la tranquillità con cui ci spostavamo di notte, il sentirsi sicuri quasi dappertutto, il Central Park, Times Square…..
Di SF mi restano impresse poche cose, poche ma buone ovvio, ma pur sempre non abbastanza per ritornarci (almeno per ora la penso cosi, poi in futuro si vedrà).

So che sarò impopolare ma so anche che SF è molto combattuta , ho trovato tanti pareri discordanti a riguardo….ma I LOVE NY!
Registrato
elisir026
Gold Member
***

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Messaggi: 543


E-mail
« Risposta #16 inserito:: 25 Luglio 2011, 13:36:31 »


09/6

Ore 07.20 SI PARTEEEEEE!
Dalla Hertz in Ellis Street partiamo in direzione El Portal.

La guida è stata molto più facile del previsto, il cambio automatico lo capisci subito, peccato che non avevamo il navigatore ed uscire da SFrancisco è stato un simpatico calvario!

Grazie alle stampe portate da casa e solo 2 uscite errate, dopo pranzo arriviamo al Cedar Lodge, bellissimo villaggetto che lasciamo poco dopo per entrare allo Yosemite.
Vista la stanchezza generale decidiamo di fare soltanto 2 trip: Lower Falls e il Crook’s Loop.
Ottima la vista sull’Half Dome col fiume Merced ai nostri piedi, meravigliose le cascate piene d’acqua: la neve che ci impedirà di passare per il Tioga Pass arricchisce le cascate..il lato positivo c’è sempre!!

Ceniamo al Cedar Lodge  e a letto presto perché la giornata di domani sarà lunghissima!!!

10/6

Vista la chiusura del Tioga Pass, per andare a Lone Pine dovremo passare a Sud per Bakersfield e visto che ormai  abbiamo fatto 30 facciamo 31: ci fermiamo al Mariposa Grove per vedere le Sequoia giganti.

Da Wavona prendiamo lo shuttle che ci porta al Mariposa Grove dove restiamo incantati da radici enormi e alberi giganteschi.
Alle 1130 si parte per Fresno sulla HW41 per immetterci nella CA99 verso Bakersfield: devo dire che la strada mi è piaciuta moltissimo, è stato proprio un bel giro.
I primi 20 minuti da Bakersfield in direzione Nord, verso Freeman, sono un continuo di curve dentro le montagne, sono infiniti ma mi son proprio piaciuti!
Ed ecco che la valle si apre ed è tutta un’altra cosa: paesaggio brullo, arido, deserto e…eccolo, il lungo rettilineo “americano”!!

Arriviamo al Best Western Frontier e tra il deserto e le cime innevate, ci rilassiamo in piscina prima di cenare al Whitney Restaurant con carne di bufalo buonissima, un buon Burgundy di Modesto e finiamo in bellezza la serata a Lone Pine.

Registrato
Spino
Moderatore
Supreme Member
*****

Popolarità: 74
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 7.152


I love the Big Apple


WWW E-mail
« Risposta #17 inserito:: 25 Luglio 2011, 13:54:13 »


AAAHHHHH che ricordi .......
Registrato

elisir026
Gold Member
***

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Messaggi: 543


E-mail
« Risposta #18 inserito:: 25 Luglio 2011, 14:13:57 »


..pensavo a te mentre mangiavo l'hamburger al Whitney! Kiss
Registrato
elisir026
Gold Member
***

Popolarità: 0
Scollegato Scollegato

Messaggi: 543


E-mail
« Risposta #19 inserito:: 27 Luglio 2011, 15:14:49 »


11/6
Sempre di prima mattina partiamo per la Death Valley per sfruttare le prime ore “fesche” del mattino…se posso mettere nella stessa frase la parole “fresco” e “Death Valley”!!

A parte il paesaggio desertico ma molto intrigante, la cosa che maggiormente ci colpisce è il silenzio, un silenzio davvero assordante, tanto da fermarci ad ascoltarlo….

Lasciamo l’area di sosta verso Fornace Creek dove paghiamo l’entrata al parco e facciamo un giro al Museo (quello originario è in fase di ristrutturazione, quindi ne visitiamo uno di più piccolo).
Ore 09.23 – gradi 38!

Proseguiamo per Zabriskie Point dove scattiamo le prime foto spettacolari!!
Dante’s view: l’ultimo quarto di miglio ha una pendenza del 16% (qui abbiamo capito perché alcuni cartelli stradali indicavano di spegnere l’aria condizionata per non sovraccaricare il motore!)se non ricordo male con una serie di piccoli tornantini che ci portano al parcheggio da dove proseguiamo per brevi sentierini che ti fanno ammirare gran parte della valle.

Dalla Valle della Morte alla città del peccato..Vegas arriviamo!!!

Entro in LV e noto da subito il passaggio dalla quiete di Lone Pine e il silenzio della Death al vero e proprio casino di Las Vegas.
Lasciamo la macchina al valet Parking del Caesars e al check in ci consegnano le chiavi della nostra stanza: 6928, ultimo piano della Forum Tower..6928 stanze..e chissà quante altre!!
La stanza è favolosa : il letto è enorme, la vista sul TI e il Mirage, per non parlare del bagno con TV nello specchio!!

Percorriamo tutta la Strip fino al Mandala Bay sotto un sole atroce, passando per le fontane del Bellagio, i poveri leoni dell MGM, ragazze ubriache che manco si reggono in piedi, tipi che si ostinano a darti biglietti per gli strip (tutti rigorosamente femminili….ma gli uomini che fine hanno fatto???); ritorniamo in camera per prepararci per il tanto pubblicizzato buffet al Bellagio.

L’ora di attesa in coda ne è valsa proprio la pena, ampiamente ricompensata dalla qualità e della quantità del cibo: con 37$ a testa (era sabato) abbiamo assaggiato dalle chele di granchio al Wellington al sushi..squisito!

Come dolce decidiamo di giocarci 10$ alla roulette elettronica…ed ecco che arriva il nostro beneamato Franklin ;-)))

Siamo stanchissimi, ce ne andiamo a nanna col nostro centone!!!



12/6

LV - PAGE

Lasciamo il Nevada ad un orario decente, non troppo presto e ci avventuriamo in Arizona: il rosso di rocce e terra ci da il benvenuto e io non posso far altro che restare a bocca aperta di fronte a questo spettacolo della natura.
Arriviamo a Page verso le 1330, ci riposiamo un po al RodeWay Inn (penso il più brutto motel di tutto il viaggio) e andiamo a vedere l’HorseShoe Bend: l’abisso sul Glen Canyon.

Consiglio: se soffrite di vertigini come me e pensate che non vi godrete quella magnifica vista, sdraiatevi su un bel pietrone, strisciate come un verme mentre tutti vi osservano e sarete soddisfatti di voi stessi e della vista che avrete: non vi perderete di sicuro il ferro di cavallo formato dal Colorado!
Niente a che vedere con i giapponesi: infradito, bimba di 3 anni in braccio e via sull’orlo del precipizio…NO COMMENT

Comunque ragazzi, super consigliato l’HorseShoe Bend..ti toglie il fiato…

Vogliamo cenare al Bonker’s Restaurant ma è chiuso..è domenica e nella piccola Page c’è veramente poco di aperto!
Via di Pizza allo Strombolli: ottima scelta!

Pizza buonissima ma gigantesca, anche la medium si, 14’ dicono loro: si, il piatto è 14’ ma la pizza esce di 5 cm di diametro, tanto che ci ho pranzato anche il giorno dopo!!!

Notte!


13/6
PAGE – MEXICAN HAT

In attesa del tour all’Antelope Canyon organizzato con la C.ia Roger Ekis, ci facciamo il bucato assieme ad altre famiglie del posto che ci offrono burrito alle 10 di mattina: da buoni italiani rifiutiamo per la salute delle nostre coronarie, già messe a dura prova durante tutto il nostro viaggio.

Ore 11:30 si parte sulla Jeep dell’Ellis tour e già dopo 5 minuti siamo tutti ricoperti di polvere rossa…ovunque!

Appena scesi, dopo una ventina di minuti, il caldo atroce e la guida con felpa a maniche lunghe ci impressionano, ma basta poco per dimenticarcene: penso che non servano spiegazioni ..i commenti li lascio a voi..andatevi a guardare le mie foto.

Dopo quasi 2 ore in questo paradiso di luci e colori torniamo al parcheggio, consapevoli che sarà impossibile dimenticare l’Antelope Canyon.

Giornata piena oggi: Utah here we come!
Arriviamo alla Monument Valley attorno alle 1600 e , nonostante il nostro scetticismo sul giro in macchina, decidiamo di farlo: consigliatissimo!!!

Le foto si sprecano in questo quadro di monoliti che imperano nel nulla…
Con la macchina di un colore diverso, passiamo fra banchetti di nativi americani disposti a distanza di 1 miglio l’uno dall’altro, fino all’arrivo a Mexican Hat, al San Juann Inn, sul fiume San Juann.

Ceniamo alla Swinging Steak dove la carne viene cotta su una griglia basculante!!!
A pancia piena torniamo al motel dove osserviamo il cielo limpido e l’Alyssa fortunata vede anche una stella cadente..non esiste miglior modo per addormentarsi!

Registrato
Pagine: 1 [2]   Vai su
  Stampa  
 
Vai a:  

 

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.11 | SMF © 2006-2009, Simple Machines LLC | Sitemap XHTML 1.0 valido! CSS valido!
Copyright 1998- © HNS srl - Partita IVA 07431360010
Pagina creata in 0.094 secondi con 23 query. (Pretty URLs adds 0.012s, 2q)