Array

Un buon gelato a New York

Il gelato è probabilmente il dolce estivo più consumato. In Italia generalmente soprattutto in estate, ma nel resto del mondo non conosce stagione e continua ad essere gustato durante tutto l’arco dell’anno.

A New York il gelato sembra essere diventato una vera e propria moda. Ogni anno sorgono nuove gelaterie ed è davvero difficile scegliere quella migliore. Ognuna propone le proprie specialità e siccome a noi piace cambiare spesso per scoprire ogni volta qualcosa di nuovo, quando ce ne consigliano qualcuna non perdiamo tempo e andiamo subito a provarla. 

Per questa ragione, leggendo l'articolo sul The Village Voice relativo alle migliori 10 gelaterie della città, abbiamo deciso di condividerle con voi affichè possiate provarle e farci sapere cosa ne pensate. Alcune tra queste gelaterie le conoscevamo già, ma altre si sono rivelate delle piacevoli sorprese.

Eccole di seguito:

10. The Brooklyn Ice Cream Factory - 1, Water Street, Brooklyn

9. Eggers Ice Cream Parlor - 2716, Hylan Boulevard, Staten Island

8. Cones - 272, Bleecker Street, Manhattan

7. Brooklyn Farmacy & Soda Fountain - 513, Henry Street, Brooklyn

6. Eddie's Sweet Shop - 105-29, Metropolitan Avenue, Queens

5. Morgenstern's Finest Ice Cream - 2, Rivington Street, Manhattan

4. OddFellows Ice Cream Company - 175, Kent Avenue, Brooklyn

3. Mikey Likes It Ice Cream - 199, Avenue A, Manhattan

2. Ample Hills Creamery - 623, Vanderbilt Avenue, Brooklyn

1. Davey's Ice Cream - 137, First Avenue, Manhattan

La prossima volta che vi trovate a New York fateci un salto e fateci sapere cosa ne pensate. I gusti sono personali ma questo è il bello: scopriamo nuovi angoli della città magari organizzando un tour tutto all'insegna del buon gelato!

 

Nudi e dipinti sfilano per New York

Le strade di New York ieri sono state protagoniste del primo NYC Body Painting Day, con oltre 50 modelli che hanno sfilato completamente nudi ma rigorosamente vestiti d’arte.

L’evento è stato organizzato dall’artista di body painting Andy Golub che tre anni fa era stato arrestato, insieme ad una sua modella, per aver dato prova della sua arte in pubblico. Ma questa volta il tutto è andato liscio e senza intoppi grazie ad un permesso rilasciato dal Parks Department per l’occasione.

Ma perché dipingere un corpo nudo ed esporlo così in pubblico?

E' l’artista stesso a rispondere: "Non usiamo la nudità come forma di sfruttamento, è tutta una questione di accettazione del proprio corpo, ci accettiamo a vicenda proprio così come siamo". New York è la capitale dell’arte nel mondo e quale miglior contesto dove poterla esprimere?

Nessun imbarazzo quindi, se non forse per coloro che vedevano queste opere d’arte ambulanti fondersi tra la gente in una Times Square come sempre molto affollata. Corpi differenti, di donne e uomini, giovani e meno giovani, afroamericani e bianchi, grassi e magri, ma tutti urlavano ad alta voce "Love your body!", ama il tuo corpo, perché è bello comunque esso sia. Viviamo in un mondo dove l’apparire ha il sopravvento sull’essere e questo evento vuole riportare tutti su un unico livello affinché ognuno impari ad accettare se stesso per accettare gli altri.

Successo quindi della manifestazione per la quale Golub auspica che per l’edizione del 2015 si raggiungano i mille partecipanti. Mille tele umane pronte a vincere ogni pregiudizio.

Di seguito una galleria con le foto realizzate da Caryn La Greca.


 

New York è la città più accogliente al mondo

Edgar Allan Poe scriveva: “Viaggiare è come sognare. La differenza è che non tutti, al risveglio, ricordano qualcosa, mentre ognuno conserva calda la memoria della meta da cui è tornato”. E questo vale nel bene e nel male: sia che la meta da cui si sta tornando sia stata favolosa che l’esatto contrario.

A meno che non decidiate di partire per un viaggio in solitudine in una terra disabitata, quando si affronta un viaggio e si visitano posti nuovi si entra inevitabilmente in contatto con le persone che li abitano e spesso sono proprio loro a determinarne la riuscita o meno. I turisti sono una razza particolare: alcuni di essi si integrano perfettamente con il luogo che visitano rispettandolo e adattandosi al contesto, altri invece pensano di potersi comportare esattamente come a casa propria ignorando le inevitabili differenze. 

Ma quali sono le città che i turisti considerano più, e meno, accoglienti?

La classifica che vi proponiamo è stata realizzata tramite un sondaggio promosso dal sito Coupon Codes Pro che ha chiesto a migliaia di viaggiatori di tutto il mondo quale fosse la città che meglio li aveva accolti e quale quella meno.

Iniziamo dalla meno accogliente. Si tratta di Parigi. Lo avreste mai detto? La città è indubbiamente bellissima e ricca di arte, storia, divertimento, moda, cucina… ma probabilmente i parigini, senza offesa, non sono il popolo più accogliente della Terra. Seguono Londra, Barcellona, Roma e Tokyo.

Per quanto riguarda invece le città più accoglienti, al primissimo posto abbiamo… New York! Avevate dubbi? Seguono Pechino, Toronto, Amsterdam e Sydney.

Scientifico o meno, questo è il risultato… almeno secondo il campione intervistato. E voi, cosa ne pensate? Qual è la città più accogliente dove siete stati e quella meno? Scrivetelo nei commenti qui sotto...

   

Restaurant Week: ottimi ristoranti a prezzi fissi

Asellina New York

L'evento culinario più atteso della stagione estiva di New York torna per il piacere di tutti gli amanti della buona tavola.

Dal 21 luglio fino al 15 agosto, il Restaurant Week coinvolgerà oltre 300 ristoranti tra i più quotati della scena newyorkese che proporranno dal lunedì al venerdì (e in alcuni casi anche la domenica), menù di tre portate a prezzi fissi: 25 dollari a pranzo e 38 dollari a cena (bevande, tasse e mance escluse).

Si tratta di una vera occasione per chi vuole sperimentare nuovi indirizzi o per confermare i grandi classici della ristorazione newyorkese, gustando piatti di chef prestigiosi, cenando in ristoranti esclusivi per provare specialità da tutto il mondo a prezzi adeguati. 

Dalla sua prima edizione nel 1992, il NYC Restaurant Week si è confermata un evento di grande successo grazie alla qualità e al numero di ristoranti newyorkesi partecipanti, considerati tra i migliori della Grande Mela, come il Tribeca Grill di Robert De Niro, lo scenografico Water’s Edge, affacciato sull’East River, o il lussuoso ristorante italiano Barbetta. L'evento, che in origine si svolgeva nell'arco di una sola settimana, da anni ormai offre la possibilità di aproffittare di questi prezzi competitivi per ben oltre 3 settimane e in un periodo dove i turisti affollano la città. 

Pianificate e prenotate subito il vostro itinerario culinario sul sito www.nycgo.com/restaurantweek dove avrete la possibilità di scegliere il ristorante per tipologia di cucina, menù, quartiere e disponibilità. Inoltre visitate la sezione "Locali e Ristoranti" del nostro sito dove troverete un'ampia selezione di ristoranti per tutte le occasioni, con la possibilità di consigliare il vostro preferito ma anche quello di scoprirne uno nuovo grazie ai commenti già presenti.

 

Luci, musica e colori per il 4 Luglio a New York

Il più grande show gratuito dell'estate newyorkese torna sull'East River. Tutto è pronto per gli imminenti festeggiamenti dell'indipendenza che culmineranno nella notte del 4 luglio con gli spettacolari fuochi d'artificio di Macy's.

Da 38 anni a colorare la notte newyorkese in occasione dell'Independence Day ci pensa Macy's organizzando il più grande spettacolo pirotecnico della nazione, con con oltre 45 mila fuochi artificiali che quest'anno saranno sparati dal Ponte di Brooklyn e da alcune chiatte posizionate sull'East River per 25 minuti di pura emozione. Lo spettacolo inizierà alle 21:00.

Uno spettacolo che quest'anno sarà reso ancora più suggestivo perchè coincide con i 200 anni di "The Star Spangled Banner", l'Inno Americano che sarà eseguito dalla The DIVA Jazz Orchestrain accompagata dalla bellissima voce di Idina Menzel, che gli appassionati di Glee conoscono molto bene e che potete vedere in scena a Broadway in If/Then. La musica andrà in perfetto sincrono con i fuochi mentre una bandiera a stelle e strisce coprirà il cielo sopra New York. Alla serata, presentata anche quest'anno da Nick Cannon e che sarà trasmessa da NBC a partire dalle 20:00, parteciperanno tra gli altri la Zac Brown Band, Enrique Iglesias, Ariana Grande, Lionel Richie, Hunter Hayes e Miranda Lambert.

L'Empire State Building danza nella notte del 4 Luglio ]

I luoghi migliori per potersi godere tutta la magia dei fuochi sono il Brooklyn Bridge Park, FDR Drive e South Street Seaport, Brooklyn Heights Promenade e la parte est di Lower Manhattan.

Ma nella giornata del 4 luglio c'è un altro evento che caratterizza la festa. Si tratta dell'abbuffata di hot dog organizzata ogni anno da Nathan's su Stillwell Avenue a Coney Island. Da quasi un secolo Nathan's Famous è un'istituzione a Coney Island esattamente come il Luna Park. Il fast food dalle 10 alle 13 ospita la gara dove 20 persone dovranno ingozzarsi col maggior numero di hot dog nel tempo massimo di 12 minuti. L'evento richiama sempre tantissime persone, ma bisogna essere forti di stomaco per evitare di avere spiacevoli sorprese.

Anche l'Empire State Building farà la sua parte in questa giornata di festa regalandoci un bellissimo show di luci scintillanti con il colori della bandiera a stelle e strisce. La cima del grattacielo più amato di New York si accenderà a partire dalle 21:00 e come sempre sarà visibile da ovunque possiate scorgere l'Empire State Building. Rivedi lo spettacolo dello scorso anno.

New York è sempre pronta ad accogliervi a braccia aperte e questo è il momento giusto per organizzarsi per le vacanze. Consultare le offerte di viaggio per New York e venite oltreoceano per vivere tutta questa emozione in prima persona!

   

JPAGE_CURRENT_OF_TOTAL