Array

New York è la città più accogliente al mondo

Edgar Allan Poe scriveva: “Viaggiare è come sognare. La differenza è che non tutti, al risveglio, ricordano qualcosa, mentre ognuno conserva calda la memoria della meta da cui è tornato”. E questo vale nel bene e nel male: sia che la meta da cui si sta tornando sia stata favolosa che l’esatto contrario.

A meno che non decidiate di partire per un viaggio in solitudine in una terra disabitata, quando si affronta un viaggio e si visitano posti nuovi si entra inevitabilmente in contatto con le persone che li abitano e spesso sono proprio loro a determinarne la riuscita o meno. I turisti sono una razza particolare: alcuni di essi si integrano perfettamente con il luogo che visitano rispettandolo e adattandosi al contesto, altri invece pensano di potersi comportare esattamente come a casa propria ignorando le inevitabili differenze. 

Ma quali sono le città che i turisti considerano più, e meno, accoglienti?

La classifica che vi proponiamo è stata realizzata tramite un sondaggio promosso dal sito Coupon Codes Pro che ha chiesto a migliaia di viaggiatori di tutto il mondo quale fosse la città che meglio li aveva accolti e quale quella meno.

Iniziamo dalla meno accogliente. Si tratta di Parigi. Lo avreste mai detto? La città è indubbiamente bellissima e ricca di arte, storia, divertimento, moda, cucina… ma probabilmente i parigini, senza offesa, non sono il popolo più accogliente della Terra. Seguono Londra, Barcellona, Roma e Tokyo.

Per quanto riguarda invece le città più accoglienti, al primissimo posto abbiamo… New York! Avevate dubbi? Seguono Pechino, Toronto, Amsterdam e Sydney.

Scientifico o meno, questo è il risultato… almeno secondo il campione intervistato. E voi, cosa ne pensate? Qual è la città più accogliente dove siete stati e quella meno? Scrivetelo nei commenti qui sotto...

 

Restaurant Week: ottimi ristoranti a prezzi fissi

Asellina New York

L'evento culinario più atteso della stagione estiva di New York torna per il piacere di tutti gli amanti della buona tavola.

Dal 21 luglio fino al 15 agosto, il Restaurant Week coinvolgerà oltre 300 ristoranti tra i più quotati della scena newyorkese che proporranno dal lunedì al venerdì (e in alcuni casi anche la domenica), menù di tre portate a prezzi fissi: 25 dollari a pranzo e 38 dollari a cena (bevande, tasse e mance escluse).

Si tratta di una vera occasione per chi vuole sperimentare nuovi indirizzi o per confermare i grandi classici della ristorazione newyorkese, gustando piatti di chef prestigiosi, cenando in ristoranti esclusivi per provare specialità da tutto il mondo a prezzi adeguati. 

Dalla sua prima edizione nel 1992, il NYC Restaurant Week si è confermata un evento di grande successo grazie alla qualità e al numero di ristoranti newyorkesi partecipanti, considerati tra i migliori della Grande Mela, come il Tribeca Grill di Robert De Niro, lo scenografico Water’s Edge, affacciato sull’East River, o il lussuoso ristorante italiano Barbetta. L'evento, che in origine si svolgeva nell'arco di una sola settimana, da anni ormai offre la possibilità di aproffittare di questi prezzi competitivi per ben oltre 3 settimane e in un periodo dove i turisti affollano la città. 

Pianificate e prenotate subito il vostro itinerario culinario sul sito www.nycgo.com/restaurantweek dove avrete la possibilità di scegliere il ristorante per tipologia di cucina, menù, quartiere e disponibilità. Inoltre visitate la sezione "Locali e Ristoranti" del nostro sito dove troverete un'ampia selezione di ristoranti per tutte le occasioni, con la possibilità di consigliare il vostro preferito ma anche quello di scoprirne uno nuovo grazie ai commenti già presenti.

 

Luci, musica e colori per il 4 Luglio a New York

Il più grande show gratuito dell'estate newyorkese torna sull'East River. Tutto è pronto per gli imminenti festeggiamenti dell'indipendenza che culmineranno nella notte del 4 luglio con gli spettacolari fuochi d'artificio di Macy's.

Da 38 anni a colorare la notte newyorkese in occasione dell'Independence Day ci pensa Macy's organizzando il più grande spettacolo pirotecnico della nazione, con con oltre 45 mila fuochi artificiali che quest'anno saranno sparati dal Ponte di Brooklyn e da alcune chiatte posizionate sull'East River per 25 minuti di pura emozione. Lo spettacolo inizierà alle 21:00.

Uno spettacolo che quest'anno sarà reso ancora più suggestivo perchè coincide con i 200 anni di "The Star Spangled Banner", l'Inno Americano che sarà eseguito dalla The DIVA Jazz Orchestrain accompagata dalla bellissima voce di Idina Menzel, che gli appassionati di Glee conoscono molto bene e che potete vedere in scena a Broadway in If/Then. La musica andrà in perfetto sincrono con i fuochi mentre una bandiera a stelle e strisce coprirà il cielo sopra New York. Alla serata, presentata anche quest'anno da Nick Cannon e che sarà trasmessa da NBC a partire dalle 20:00, parteciperanno tra gli altri la Zac Brown Band, Enrique Iglesias, Ariana Grande, Lionel Richie, Hunter Hayes e Miranda Lambert.

L'Empire State Building danza nella notte del 4 Luglio ]

I luoghi migliori per potersi godere tutta la magia dei fuochi sono il Brooklyn Bridge Park, FDR Drive e South Street Seaport, Brooklyn Heights Promenade e la parte est di Lower Manhattan.

Ma nella giornata del 4 luglio c'è un altro evento che caratterizza la festa. Si tratta dell'abbuffata di hot dog organizzata ogni anno da Nathan's su Stillwell Avenue a Coney Island. Da quasi un secolo Nathan's Famous è un'istituzione a Coney Island esattamente come il Luna Park. Il fast food dalle 10 alle 13 ospita la gara dove 20 persone dovranno ingozzarsi col maggior numero di hot dog nel tempo massimo di 12 minuti. L'evento richiama sempre tantissime persone, ma bisogna essere forti di stomaco per evitare di avere spiacevoli sorprese.

Anche l'Empire State Building farà la sua parte in questa giornata di festa regalandoci un bellissimo show di luci scintillanti con il colori della bandiera a stelle e strisce. La cima del grattacielo più amato di New York si accenderà a partire dalle 21:00 e come sempre sarà visibile da ovunque possiate scorgere l'Empire State Building. Rivedi lo spettacolo dello scorso anno.

New York è sempre pronta ad accogliervi a braccia aperte e questo è il momento giusto per organizzarsi per le vacanze. Consultare le offerte di viaggio per New York e venite oltreoceano per vivere tutta questa emozione in prima persona!

   

New York sostiene la propria Nazionale agli ottavi

Negli Stati Uniti il calcio non ha mai avuto la stessa considerazione che è riservata al baseball, football, basket o all’hockey. Spesso considerato uno sport per “femminucce” mai come negli ultimi anni sembra si stia riservando piano piano un importante spazio nel cuore degli americani.

Nel corso dei mondiali in Brasile è evidente l’aumento di tifosi che si stringe alla propria nazionale in un percorso non facile che l’ha vista finora scontrarsi con Ghana, Portogallo e la già tre volte campione del mondo Germania approdando così agli ottavi di finale nella sfida contro il Belgio. 

Una passione che possiamo ritrovare a New York dove in molti locali, parchi e piazze si trasmettono le partite e dove il pubblico, con tanto di maglie con i colori della bandiera blu, rossa e bianca, segue con attenzione le azioni di Dempsey e Jones ormai diventati dei veri e propri idoli. Un audience televisivo che rispetto ai mondiali del 2010 hanno visto un aumento del 50%.

Anche l'Empire State Building quest'anno ha voluto rendere omaggio ai mondiali in Brasile, illuminando la propria cima con i colori delle bandiere delle nazioni partecipanti.

Una passione che va coltivata e spinta. Proprio come sta continuando a fare il tecnico della nazionale USA Jürgen Klinsmann, dapprima con la diffusione di una lettera da consegnare al proprio datore di lavoro come giusrificazione per guardare e sostenere la nazionale, e ora incitando il pubblico americano a sosterenere i propri connazionali in questo importante incontro che in caso di vittoria li vedrebbe arrivare ai quarti.

Un sogno quello di poter alzare al cielo la coppa del mondo in cui, incontro dopo incontro, ci si crede sempre di più.

[ L'Empire State Building si illumina per i Mondiali ]

Vi inviatiamo quindi a guardare la partita ovunque sia possibile farlo. La neo nata squadra di New York, la New York City FC che il 2 giugno scorso ha ufficializzato l’acquisto di David Villa, invita tutti quanti a guardare la partita a Governors Island, il luogo ufficiale dove guardare le partite dei mondiali di calcio a New York. Ma sono tante questa volta le possibilità per tifare il Team USA.

L'appuntamento stasera per Belgio-USA è alle 22:00 in Italia e alle 16:00 a New York. #AreYouReady

 

 

A New York e negli USA impazza il calcio

Negli Stati Uniti il calcio non ha mai avuto la stessa considerazione che è riservata al baseball, football, basket o all’hockey. Spesso considerato uno sport per “femminucce” mai come negli ultimi anni sembra si stia riservando piano piano un importante spazio nel cuore degli americani.

Nel corso dei mondiali in Brasile è evidente l’aumento di tifosi che si stringe alla propria nazionale in un percorso non facile che l’ha vista finora scontrarsi con Ghana e Portogallo e che questa sera sfiderà la già tre volte campione del mondo Germania.

Una passione che possiamo ritrovare a New York dove in molti locali, parchi e piazze si trasmettono le partite e dove il pubblico, con tanto di maglie con i colori della bandiera blu, rossa e bianca segue con attenzione le azioni di Dempsey e Jones ormai diventati dei veri e propri idoli. Un audience televisivo che rispetto ai mondiali del 2010 hanno visto un aumento del 50%.

Anche l'Empire State Building quest'anno ha voluto rendere omaggio ai mondiali in Brasile, illuminando la propria cima con i colori delle bandiere delle nazioni partecipanti.

Una passione che però va coltivata e spinta. Proprio come sta facendo il tecnico della nazionale USA Jürgen Klinsmann, che ha diffuso una lettera da consegnare al proprio datore di lavoro come giusrificazione per guardare e sostenere la nazionale nella sfida di stasera contro la Germania.

Sono consapevole che l’assenza dal lavoro possa ridurre la produttività dell’azienda”, si legge nella nota, “ma posso assicurare che è per un’importante causa”.

Non stiamo certo parlando della finale del Superbowl dove tutto si ferma e gira intorno all'incredibile fenomeno sportivo, ma come possiamo non apprezzare il tentativo di Klinsmann per far crescere la passione del calcio anche qui? Non ci resta quindi che supportarlo in questa sua missione e sostenere la talentuosa nazionale USA.

[ L'Empire State Building si illumina per i Mondiali ]

L’invito è quello di guardare la partita ovunque sia possibile farlo. La neo nata squadra di New York, la New York City FC che il 2 giugno scorso ha ufficializzato l’acquisto di David Villa, invita tutti quanti a guardare la partita a Governors Island, il luogo ufficiale dove guardare le partite dei mondiali di calcio a New York.

L'appuntamento allora per USA-Germania è alle 18:00 in Italia e alle 12:00 a New York.

Alla lettera del CT della Nazionale Klinsmann risponde il Governatore dello Stato di New York Andrew Cuomo informandolo che per tutti i dipendenti statali sarà garantita un'ora extra di pausa pranzo per supportare il Team USA. 

 

   

JPAGE_CURRENT_OF_TOTAL