nymagazine
I taxi di New York scelgono Square
di Giampietro Dedola | 26 Apr 2012 - 18:16

square-taxi-nyc

Si chiama Square e da oggi sarà un valido alleato per i tassisti newyorkesi.

Parte infatti in questi giorni il programma pilota che vedrà interessati una trentina di taxi di New York che metteranno da parte gli antiquati strumenti per il pagamento con carta di credito per sfruttare tutta la tecnologia concentrata nel "piccolo quadrato" nato nel 2009 a San Francisco dall'idea di Jim McKelvey e Jack Dorsey. Square prende il nome sia dalla sua forma quadrata che dal verbo "square up" cioè "saldare" un pagamento.

Ma di cosa si tratta esattamente?

Square è un dispositivo in grado di trasformare anche un qualsiasi cellulare munito di ingresso audio in un mezzo che accetta pagamenti con carta di credito. Il tutto in tempo reale, senza dover pagare costosi canoni alla banca ed in meno di 10 secondi. Se abbinato ad un iPhone o ad un iPad diventa uno strumento indispensabile anche per locali e negozi per accettare facilmente pagamenti, anche in anticipo, evitando code alla cassa. Non solo, il sistema può essere utilizzato anche da privati per accettare pagamenti con carta di credito.

I tassisti della Grande Mela utilizzeranno una versione di Square progettata e adeguata alle esigenze di New York. Un iPhone sarà collegato al tassametro tramite il quale il tassista potrà selezionare la tipologia di corsa, i pedaggi, ma anche ricevere messaggi e avere uno storico delle corse. Dall'altra parte il cliente avrà a disposizione un iPad tramite il quale potrà avere informazioni sul tragitto, come la sua posizione corrente, vedere l'importo della corsa man mano che aumenta e altre informazioni. Al momento di pagare non dovrà fare altro che strisciare la sua carta di credito, aggiungere la mancia e basta. Riceverà la ricevuta direttamente sul telefono come messaggio o come email. Il tutto velocizzerà le operazioni di pagamento e non i newyorkesi non perderanno nemmeno un minuto... e noi sappiamo bene quanto qui il tempo sia prezioso.

"I tassisti rappresentano i nostri utenti più attivi", ha commentato un portavoce di Square, "grazie alla collaborazione con il NYC Taxi & Limousine Commission di New York abbiamo realizzato un sistema che soddisfa le esigenze specifiche dei tassisti newyorkesi e che rende le operazioni di pagamento più snelle e veloci per i passeggeri".

Questo è un notevole passo in avanti per Square, che viene già utilizzato sui taxi di San Francisco e in altre città. Il lavoro svolto sui taxi di New York rappresenta infatti una personalizzazione della tecnologia che si adatta perfettamente alle esigenze del cliente e che apre quindi le porte in futuro a nuove frontiere nella personalizzazione dei servizi verso i clienti.

Potrebbe essere un sistema da adottare anche in Italia, eviterebbe i pagamenti in contanti e aiuterebbe così a limitare anche l'evasione fiscale.


Commenta su Facebook

hotel-expedia-bannerino-nymag-01