comprar levitra generico Rockefeller Center
Domenica 05 Aprile 2020
barra-vivere-ny
Rockefeller Center

Il Rockefeller Center è un complesso di 12 edifici disposti su pianta ottagonale lungo la Fifth Avenue (tra la 48th e la 51st Street) e la Avenue of the Americas (tra la 47th e la 51st Street).

L'iniziativa di costruire questa sorta di città-grattacielo che avrebbe radicalmente trasformato il volto urbano di Midtown Manhattan partì dal petroliere e filantropo John D. Rockfeller jr. Questi aveva in un primo tempo previsto di utilizzare un'area di 10 ettari nel centro di Manhattan per installarvi la Metropolitan Opera e, a tal fine, stipulò, nel dicembre 1929, un contratto d'affitto di 24 anni con l'ente proprietario del terreno, la Columbia University. In seguito alla crisi economica e al crollo della Borsa Rockfeller cambiò avviso e, dopo aver fatto demolire, nel 1931, ben 228 edifici, diede il via alla costruzione di un complesso edilizio e commerciale progettato da un comitato di architetti guidati da Raymond H. Wallace e da K. Harrison; questo consisteva inizialmente di soli 14 edifici ma a partire dal 1954, con la costruzione di cinque altri stabili, sub" continui e successivi ampliamenti fino a raggiungere (nel 1973) le dimensioni e l'aspetto attuali. Oltre ai numerosi uffici il Rockfeller Center, che accoglie ogni giorno 175.000 visitatori e in cui lavorano 60.000 persone, comprende 30 ristoranti, dozzine di negozi al pianterreno e nelle gallerie sotterranee, studi televisivi e radiofonici (da uno dei quali viene trasmesso in diretta il popolare Today Show della NBC), sale per esposizioni e un museo che possiede oltre un centinaio tra affreschi, sculture e bassorilievi di una trentina di artisti. Si consiglia di entrare nel complesso dalla Fifth Avenue per la Promenade, detta anche, in riferimento alla Manica, Channel Gardens, in quanto separa gli edifici della Maison Française, a sinistra, dal British Empire Building, a destra.

prenota-attrazione

La Maison Française del 1933, è adornata sopra l'ingresso principale da un pannello in bronzo di Alfred Janniot che raffigura Parigi e New York e, più sopra, da una Marianna in stile art dèco con la scritta Libertè, Egalitè, Fraternitè. Sul lato opposto, al n. 620, si trova il British Empire Building, un edificio del 1932 decorato da un pannello bronzeo di C.P. Jennewein che illustra le nove maggiori industrie del Commonwealth. Sulla destra s'incontrano il Palazzo d'Italia, un edificio del 1935 il cui ingresso è decorato da due rilievi di Giacomo Manzù (L'emigrante italiano e L'Italia) e l'International Building, di 41 piani, decorato da un pannello in vetro (La Gioventù guida l'Industria) e da un rilievo (Il Commercio e l'Industria), entrambe opere di Attilio Piccirilli. Di fronte al palazzo si può ammirare L'atlas, statua in bronzo scolpita nel 1937 da Lee Lawrie. La Promenade, dal canto suo, è un passaggio pedonale ornato al centro da fontane, statue e giardini nel quale, in estate, si organizzano mostre floreali. Dalla Promenade si raggiunge la Lower Plaza (o Sunken Plaza), attorno alla quale sventolano le bandiere dei Paesi membri dell'ONU e in cui si può ammirare il Prometheus, una statua in bronzo dorato del 1934 dello scultore Paul Manship, affiancata da altre due statue dello stesso autore e da una fontana con giochi d'acqua. D'estate la Lower Plaza, occupata dai tavoli dell'American Festival Cafè, funge da luogo di ritrovo e d'incontro per i visitatori oltre che per gli impiegati dei negozi e degli uffici del Center, mentre d'inverno vi viene installata una pista di pattinaggio sul ghiaccio di 800 metri quadrati. Durante le festività di fine anno (secondo una tradizione inaugurata dagli operai che edificarono il complesso negli anni Trenta) viene inoltre allestito nella piazza il più grande albero di Natale di New York, un pino del Maine alto oltre 20 metri; all'inizio di dicembre i lumini che ornano l'albero vengono accesi dal sindaco nel corso di una cerimonia comprendente, tra l'altro, canti, spettacoli e uno show di pattinaggio su ghiaccio. Di fronte alla Lower Plaza (nel cui sottosuolo, fino a 26 m di profondità, sono stati ricavati parcheggi, centri commerciali e gallerie per la metropolitana) si apre la Rockfeller Plaza, al cui centro, al n. 30, si erge il General Electric Building, l'edificio che domina l'intero complesso, e dove, in aprile, viene organizzato il Rockfeller Center Flower and Garden Show. Al n. 41 della stessa piazza si può ammirare l'ingresso con vetrata a colori dell'edificio che ospita la East River Savings Bank. Nel sotterraneo del General Electric si snoda una serie di passaggi (The Concourse), con caffè, ristoranti e negozi, che collega i vari edifici del Center. Più a nord, sulla destra, oltre la 50th Street, si incontrano l'Associated Press Building, ornato sopra l'ingresso da un rilievo in acciaio del 1940 di Isamu Noguchi e al cui pianterreno è ubicata la New York Bound Bookshop (libreria specializzata nella storia della città), e la Radio City Music Hall. Al Rockfeller Center appartiene anche il McGraw Hill Building, ubicato al n. 1221 della Avenue of the Americas. é un edificio alto 205 m in cui si trova la New York Experience, una sala dove, grazie a una particolare tecnica basata sull'uso di 45 proiettori e 16 schermi, lo spettatore, seduto su di una poltrona in grado di ruotare completamente su se stessa assecondando la proiezione a 360¡ di immagini della storia e dell'attualità newyorchesi, può ammirare in tre dimensioni tutti i più diversi aspetti e le varie particolarità della metropoli.