Lunedì 19 Agosto 2019
barra-documenti
VISTO H, L, O, P e Q
La Legge sull'Immigrazione e Nazionalità prevede alcune categorie di visti di non immigrazione per coloro che desiderano lavorare temporaneamente negli Stati Uniti e che, ad eccezione del visto H-1 e L-1, risiedano in una nazione straniera che non intendono abbandonare. Esistono dei limiti numerici annuali per alcune categorie che vengono indicati di seguito tra parentesi.

La Legge prevede le seguenti categorie di visti:

LAVORATORI TEMPORANEI
H-1B: In questa categoria rientrano alcune particolari professioni che richiedono personale altamente specializzato che abbia completato un corso ad alto livello di istruzione. E' necessario ottenere un Certificato di Lavoro (Labor Attestation), approvato dal (Secretary of Labor) Ministero del Lavoro in U.S.A. (65,000). In questa categoria rientrano, inoltre, progetti di ricerca e di sviluppo governativi o progetti di cooperazione amministrati dal Dipartimento di Difesa U.S.A. (100)

H-2A: questa categoria si riferisce ai lavoratori agricoli di natura temporanea o stagionale.

H-2B: in questa categoria rientrano i lavoratori non agricoli con contratto temporaneo o stagionale. In questo caso viene richiesto un certificato di lavoro temporaneo approvato dal Ministero del Lavoro USA. (66,000)

H-3: questa categoria si riferisce a coloro che si recano negli USA per un tirocinio che non sia medico o accademico. Rientrano in questa categoria anche i tirocinanti per la educazione dei bambini handicappati. (50)

L: questa categoria si riferisce a personale trasferito all'interno di una stessa compagnia che, durante i tre anni precedenti la richiesta di visto, ha lavorato continuativamente per almeno un anno per la compagnia all'estero e che è in procinto di essere assegnato ad una succursale, affiliata o consociata negli Stati Uniti, con mansioni manageriali, direttive o altamente specializzate. NOTA: TASSA AGGIUNTIVA PER I VISTI L1 BLANKET. A partire dal giorno 8 marzo 2005 è stata introdotta una tassa aggiuntiva per la prevenzione e la ricerca sulla frode, da applicare a coloro che richiedono un visto di categoria L1 Blanket. Tale tassa, del valore di 500 dollari, va pagata presso il Consolato dove si richiede il visto e si applica unicamente ai titolari di un visto L1 Blanket e non ai loro diretti familiari (coniuge e figli).

O-1: questa categoria si riferisce a coloro che abbiano una straordinaria abilità nelle scienze, nelle arti, nell'istruzione, negli affari, in campo atletico o in campo televisivo e cinematografico.

O-2: questa categoria si riferisce a coloro che accompagnano negli Stati Uniti un visitatore in possesso del visto O-1, per assisterlo durante rappresentazioni artistiche o atletiche in occasione di eventi particolari.

P-1: questa categoria si riferisce ad atleti, a squadre sportive o a membri di gruppi di intrattenimento riconosciuti in campo internazionale.

P-2: questa categoria si riferisce ad artisti o ad intrattenitori che si esibiranno nell'ambito di un programma di scambio.

P-3: questa categoria si riferisce ad artisti o ad intrattenitori che si esibiranno nell'ambito di un programma culturalmente unico.

RICHIESTE (PETITIONS): Per poter prendere in considerazione la domanda di visto in una qualsiasi delle categorie suddette, il Funzionario Consolare deve aver ricevuto il modulo I-129 (Petition for Nonimmigrant worker) a conferma della approvazione da parte dell'Ufficio di Immigrazione e Naturalizzazione U.S.A. Questa richiesta (petition) deve essere presentata dal futuro datore di lavoro o agente presso l'Ufficio Immigrazione negli U.S.A.. E' importante notare tuttavia che l'approvazione della petizione in se non garantisce il rilascio del visto se non si risulta idonei in base alla Legge di Immigrazione e Nazionalità. Ulteriori informazioni sono disponibili, in inglese, alle pagine "Temporary Workers" sul sito "U.S. Citizenship and Immigration Services".

CONIUGE E FIGLI: Coniuge e figli di coloro che richiedono uno qualsiasi dei visti sopra elencati possono ottenere il visto come non immigranti per poter accompagnare o raggiungere in U.S.A. il richiedente. Coloro che hanno ricevuto un visto in qualità di coniuge o figli di un lavoratore temporaneo non possono accettare un lavoro negli Stati Uniti. Il richiedente titolare deve essere in grado di dimostrare di poter mantenere se stesso e tutta la propria famiglia negli Stati Uniti.

ALTRE CONDIZIONI: Tutte le suddette categorie di visti fissano un limite di tempo entro il quale il richiedente può esercitare l'attività lavorativa negli Stati Uniti. In alcuni casi si può richiedere una breve estensione, all'Ufficio di Immigrazione e Naturalizzazione, per portare a termine il lavoro. Si dovrà comunque rimanere fuori degli Stati Uniti per un certo periodo di tempo prima di poter essere riammessi come lavoratori temporanei. Sarà il Servizio di Immigrazione e Naturalizzazione a notificare al richiedente, tramite il Modello I-797, l'approvazione o l'estensione della "Petition" o il prolungamento del periodo di permanenza. Il beneficiario può usare una copia del Modello I-797 per ottenere un nuovo visto o per il rinnovo dello stesso durante il periodo di validità della "Petition" e deve tenere con sé una copia del Modello I-797 da presentare ogni qualvolta decida di rientrare negli Stati Uniti, durante il periodo di validità della "Petition". L'approvazione di una "Permanent Labor Certification" o di una "Petition" per ottenere un visto H-1 o L non pregiudica comunque l'ottenimento di un qualsiasi visto di non immigrazione. Ulteriori informazioni riguardanti le procedure per ottenere una "petition", i requisiti per ottenere uno dei visti sopra elencati e le condizioni o le limitazioni per ottenere un visto di lavoro potranno essere richieste, dal futuro datore di lavoro, al Servizio di Immigrazione e Naturalizzazione negli Stati Uniti.

PER RICHIEDERE UN VISTO PER LAVORATORI TEMPORANEI E' NECESSARIO PRESENTARE LA SEGUENTE DOCUMENTAZIONE:

- Ricevuta dell'avvenuto pagamento, presso una qualsiasi filiale della BNL, della tariffa consolare non rimborsabile.
- Modulo di richiesta visto DS-156 e DS-157 (quando richiesto).
- Passaporto con validità di almeno sei mesi superiore al periodo di permanenza negli Stati Uniti previsto. Se il passaporto comprende più persone, ciascuna persona che desideri un visto dovrà presentare una richiesta di visto separata.
- Una foto tessera (non digitale, scattata negli ultimi sei mesi) per ciascun richiedente il visto, bambini inclusi.
- Il modello I-797 in originale, rilasciato dall'Ufficio di Immigrazione negli U.S.A.

NOTA: Tutti moduli necessari per la richiesta del visto sono scaricabili dalla pagina "Moduli di Richiesta per un Visto".

PROCEDURE DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

Le procedure di presentazione delle domande sono differenti a Roma, Milano, Firenze e Napoli.
Ciascun richiedente deve far riferimento alle istruzioni specifiche, a seconda della propria residenza in Italia.

I residernti delle seguenti regiorni devono presentare la domanda al Consolato Generale degli Stati Uniti di MILANO

Valle D'Aosta, Piemonte, e Lombardia

I residernti delle seguenti regiorni devono presentare la domanda al Consolato Generale degli Stati Uniti di FIRENZE

Toscana, Emilia-Romagna, Veneto, Marche, Umbria, Liguria, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia, oltre alla Repubblica di San Marino

I residernti delle seguenti regiorni devono presentare la domanda all'Ambasciata degli Stati Uniti di ROMA

Lazio, Abruzzo e Sardegna

I residernti delle seguenti regiorni devono presentare la domanda al Consolato Generale degli Stati Uniti di NAPOLI

Campania, Molise, Basilicata, Puglia, Calabria e Sicilia

 

 

questa pagina è stata aggiornata il 10/08/2005
fonte: Ambasciata Americana a Roma

acquisto viagra generico