I 4 migliori scarificatori

scar-10

I negozi specializzati in attrezzi da giardino offrono sempre più tipi di scarificatori. Puoi passare ore tra gli scaffali e lasciare lo stabilimento senza aver potuto fermare la tua scelta. E sui negozi online, l’esitazione è ancora più sentita. Puoi basare la tua scelta solo sulla foto e sulla descrizione del dispositivo. Possiamo rendere la vostra scelta più facile. Infatti, abbiamo fatto alcune ricerche sul campo e siamo stati in grado di identificare le caratteristiche che la maggior parte dei consumatori sta cercando. Condividiamo i risultati di questa piccola indagine nella nostra guida all’acquisto. Raccomandiamo anche alcune macchine. Il Bosch AVR 1100 è il primo. Con i suoi 11.000 W, ha soddisfatto tutti i suoi utenti. Con la sua larghezza di lavoro di 32 cm, può gestire grandi prati. Può anche essere usato come un classico tosaerba. Anche il Gardena 03395-20 è una buona opzione. È un modello manuale per piccole aree. È comunque molto efficiente.

Avere un bel tappeto verde nel tuo giardino è una gran cosa, purché tu abbia gli strumenti giusti per prendertene cura. L’arieggiatore è uno degli strumenti essenziali per coloro che hanno il grande vantaggio di avere un prato. Infatti, è importante per la salute del prato essere scarificato almeno due volte all’anno.

Quindi, se volete sapere come scegliere i migliori arieggiatori, andare in un arieggiatore comparativo vi aiuterà notevolmente. Tuttavia, prima di fare questo passo e confrontare i prezzi, conoscere i 5 migliori scarificatori del momento sarà di grande aiuto.

1. Scarificatore Bosch AVR 1100 14 lame

L’arieggiatore elettrico Bosch AVR 1100 ha un motore PowerDrive con 1100W di potenza ed è stato progettato per essere solido e affidabile. Non solo viene fornito con una garanzia di 2 anni, ma è anche dotato di 14 lame in acciaio attaccate ad una larghezza di lavoro di 32 cm, che è molto apprezzabile. Inoltre, è possibile scegliere tra 4 altezze di lavoro per perfezionare il lavoro di scarificazione del prato. Va notato che questo modello è stato creato per prati con superfici tra 600 e 800 m².

Bosch è un marchio molto serio, quindi l’AVR 1100 non sarà un problema per voi, soprattutto perché è dotato di un sistema di raccolta JetCollect abilmente chiamato ed è silenzioso quando è in uso. Tuttavia, anche se questo prodotto Bosh è davvero efficiente, non è perfetto. Notate poi che, nonostante il volume della scatola di raccolta, si riempie rapidamente. Inoltre, il manubrio non è regolabile, quindi le persone basse potrebbero avere difficoltà ad usare questa macchina.

Tuttavia, questo arieggiatore Bosch vi aiuterà a prendervi cura del vostro prato. È una bugia dire che questo modello è il miglior arieggiatore sul mercato oggi, tuttavia, questo modello non è lontano da quel titolo.

Secondo i test, il modello Bosch AVR 1100 è una buona macchina per la detersione. Quindi, prima di cercare il negozio online dove comprare il miglior arieggiatore, non esitate a controllare cosa può offrire.

Pro

Un motore PowerDrive : questo motore ha una potenza di 1100W e fa durare questa macchina nel tempo.

14 lame in acciaio con una larghezza di lavoro di 32 cm : con caratteristiche come queste, questa macchina può aiutarvi a scarificare rapidamente il vostro prato.

Progettato per giardini di medie dimensioni : se avete un prato con una superficie compresa tra 600 e 800 m², questa macchina potrebbe fare al caso vostro.

Può anche tagliare il prato : Oltre a scarificare, il Bosch AVR 1100 può anche tagliare il prato.

I contro

Il suo manubrio non è regolabile in altezza : Il manubrio di questo dispositivo non è regolabile in altezza, il che non è conveniente per le persone basse.

2. Gardena Scarifier su ruote Combisystem 32 cm

Se hai un piccolo giardino, cioè un giardino che non supera i 50 m², allora quello che ti serve è un arieggiatore manuale. Se vi state chiedendo quale sia il miglior arieggiatore manuale oggi sul mercato, allora il Gardena 03395-20 potrebbe essere la risposta che stavate aspettando!

Questa elegante, solida e molto leggera decespugliatrice manuale ha una larghezza di lavoro di 32 cm e 11 lame in acciaio che ti permetteranno di decespugliare il tuo prato in modo corretto. È vero che farete un po’ di esercizio fisico con questo strumento, ma avrete la soddisfazione di vedere il prato del vostro piccolo giardino ben scarificato.

Inoltre, si consiglia di utilizzare una lunghezza del manico tra 150 cm o 180 cm quando si opta per questo strumento. Certo, questo arieggiatore manuale non ha la stessa efficienza di un modello elettrico o termico, ma con esso avrete più spazio e sarete costretti a fare qualche esercizio fisico. Notate anche che è molto conveniente e che potete tenerlo per anni in casa.

Gardena è la migliore marca di arieggiatori e questo modello manuale potrebbe essere adatto a voi se avete un piccolo giardino.

Pro

Adatto per prati fino a 50 mq : optare per questo modello sarebbe una buona idea se avete un prato piccolo o se avete qualche ritocco da fare.

Facile da maneggiare : Gardena ha reso questo arieggiatore manuale facile da maneggiare.

I contro

Dovrete tornare dopo questo strumento dopo l’uso : è necessario che torniate dopo per raccogliere i rifiuti della scarificazione.

3. AL-KO Combi Care 38 P Comfort Scarifier

È vero che l’arieggiatore termico AL-KO Combi Care 38 P Comfort non è il migliore arieggiatore termico sul mercato, ma in ogni caso è tra i migliori arieggiatori termici. Infatti, questo apparecchio, che è dotato di un motore termico di 1300W e che è molto conveniente, può diventare rapidamente il vostro alleato ideale per la scarificazione se avete un prato di 1200 m².

Notate anche che è facile da maneggiare e che grazie ad esso, sarete in grado di scarificare e arieggiare il vostro prato rapidamente. Naturalmente, ha una larghezza di lavoro di 38 cm, un rullo a lama, un rullo ad artiglio e soprattutto, può offrirti 5 altezze di lavoro per aiutarti a scarificare il tuo prato. Inoltre, questo dispositivo ha un manubrio regolabile e pieghevole e nonostante la sua grande potenza, il rumore che fa è sopportabile.

Tuttavia, se scegliete questa macchina, aspettatevi di svuotare frequentemente il suo contenitore dell’erba da 50 litri, che è il suo unico svantaggio. D’altra parte, le sue grandi e robuste ruote renderanno certamente il vostro lavoro più facile e il suo sistema di stoccaggio vi farà risparmiare tempo e spazio. Tutto sommato, in termini di qualità/prezzo, questo arieggiatore termico è davvero interessante !

Secondo la nostra opinione, il modello AL-KO Combi Care 38 P Comfort termico può essere paragonato ad altri simili, potresti rimanere sorpreso. Quindi, se vi state chiedendo quale arieggiatore scegliere, questo modello potrebbe essere una possibile risposta.

Pro

Ideale per un prato di 1200 m² : Questo arieggiatore termico si adatta bene se avete un prato grande.

Un’altezza di taglio di 38 cm : questa altezza di taglio è ragionevole e permette di finire il lavoro rapidamente.

5 altezze di lavoro : puoi davvero prenderti cura del tuo prato con queste 5 altezze di lavoro.

I contro

È abbastanza costoso : questo arieggiatore è abbastanza costoso, ma c’è da aspettarselo considerando ciò che può offrire.

Preparati al rumore che fa : questo è un modello termico ed è normale che faccia rumore, quindi dovrai essere preparato a questo.

4. Scarificatore elettrico Einhell GC-SA 1231 1200 W

L’Einhell 1200W 28l è adatto per un’area di 300 m2. La sua potenza è equivalente a 1200 W. Questo significa che è efficiente in ogni taglio e può fare il suo lavoro senza perdere molto tempo. Con una larghezza di lavoro di 31 cm e 3 profondità fino a 9 mm, questa attrezzatura è adatta a una varietà di lavori di scarificazione. È adatto alle esigenze specifiche di ogni giardiniere a seconda del terreno da trattare.

Grazie al suo rullo a 8 doppie lame e al rullo a 42 artigli, è possibile tagliare e arieggiare il terreno in modo efficiente. Anche se c’è molto muschio, il suo rastrello lo rimuove senza difficoltà. Il dispositivo non richiede molto sforzo per ottenere il risultato desiderato. Con un sacco di raccolta da 28 litri, permette di lavorare ininterrottamente per molto tempo. Non richiede di fermarsi frequentemente per svuotarlo.

La sua leggerezza lo rende facile da maneggiare. Il suo uso non stanca rapidamente anche se il lavoro è fatto su un’area spaziosa. È facile da montare, quindi non c’è bisogno di un professionista per usarlo.

Gli arieggiatori di qualità sono quelli che permettono di lavorare in modo efficiente e confortevole. Questo è il caso dell’Einhell 1200W 28l.

Pro

Un dispositivo potente : Con una potenza di 1200W, questo modello lavora in modo efficiente senza richiedere uno sforzo considerevole e in un tempo limitato.

Attrezzatura versatile : è possibile utilizzare il suo rullo scarificatore a 8 doppie lame o il suo rullo aeratore a 42 artigli per adattarsi ai lavori di scarificazione o di aerazione del suolo. In ogni caso, l’efficienza c’è.

Leggero e facile da montare : Questo modello è leggero e quindi facile da maneggiare e può essere montato anche senza istruzioni.

I contro

Borsa di raccolta piccola : Ci sono utenti che avrebbero voluto avere una borsa di dimensioni e capacità maggiori di 28 l.

Guida all’acquisto

Come scegliere un buon arieggiatore ?

L’arieggiatore è il dispositivo che ogni giardiniere dilettante o professionista deve avere nel suo capanno degli attrezzi. Con un buon arieggiatore, darete al vostro prato una nuova vita e, cosa più importante, l’erba crescerà finalmente in modo uniforme.  Se vuoi comprare questo accessorio per il giardinaggio, non perderti i consigli che diamo sul nostro confronto dei prezzi. Inoltre, si dovrebbe prestare particolare attenzione alle funzioni, alle caratteristiche e alla manutenzione dell’apparecchio prima di scegliere un particolare modello.

Come funziona un arieggiatore

Con così tanti modelli sul mercato, è importante che consideriate i molteplici usi di un arieggiatore. Questo è il primo passo che dovresti fare, soprattutto se vuoi sapere come acquistare l’arieggiatore con il miglior rapporto qualità/prezzo.

I due tipi di arieggiatori sono le falciatrici a spigoli vivi e i dethatcher. Questi dispositivi funzionano in modo diverso. Gli arieggiatori a coltello sono macchine potenti che funzionano sia con un motore elettrico da 1000 a 1800 w, sia con un motore a benzina da 1,8 a 5 HP.  Questi arieggiatori fanno un doppio lavoro, poiché non solo rimuovono il muschio dal prato, ma rastrellano anche le erbacce. I rimuovi muschio che hanno denti o artigli puliscono solo lo strato superiore del prato. Per permettere a tutta la famiglia di utilizzarli, tutti i dissodatori sono dotati di manubri pieghevoli o regolabili, il che ottimizza la facilità d’uso.

Il vassoio di raccolta è opzionale sull’arieggiatore e sul trattore. Mentre alcuni modelli ne sono dotati, altri non lo sono. Il problema degli scarificatori senza vaschetta di raccolta è che dovrete raccogliere i rifiuti.

Concentrarsi sulle caratteristiche specifiche degli scarificatori

Le specificità degli arieggiatori dipendono principalmente dalla marca, ed è per questo che questa guida all’acquisto dei migliori arieggiatori ti consiglia di scegliere il dispositivo in base al tuo giardino. Gli arieggiatori possono anche essere manuali, e questi modelli sono raccomandati se la superficie del vostro prato è inferiore a 100 m². Oltre a questo, si potrebbe optare per modelli elettrici o termici.

I detrattori più efficienti sono dotati di 20 denti o 42 artigli. Per quanto riguarda gli arieggiatori, scegliete modelli dotati di 38 coltelli tagliati in acciaio temprato. Con questi modelli, lavorerete meglio il vostro giardino. Poiché la scarificazione viene effettuata solo su una piccola parte del prato, si dovrebbero scegliere macchine dotate di un aeratore.

Regole di manutenzione e sicurezza

Gli scarificatori non devono mai essere puliti con acqua. Alla fine del lavoro, è consigliabile pulire i denti e le lame con delle spazzole. Prima di fare la manutenzione del motore, si dovrebbe rimuovere la candela dal motore e sostituirla se mostra segni di usura. Il filtro dell’aria deve essere sistematicamente pulito dopo circa 30 ore di utilizzo. Anche il livello dell’olio deve essere pulito regolarmente. Sì, gli arieggiatori richiedono molta manutenzione e se questo è un problema per voi, i modelli manuali sono quelli che fanno per voi.

D’ora in poi, saprai tutto sugli scarificatori e potrai concentrarti sulla domanda: dove comprarne uno nuovo ?

Mantenere il tuo giardino verde

Usando un arieggiatore

Per mantenere il vostro prato verde, è necessario scarificare almeno una volta all’anno. Per realizzare questo compito con facilità, è necessario armarsi del dispositivo giusto.

L’importanza della scarificazione

Se il tuo prato sta gradualmente perdendo il suo verde nonostante la tua regolare manutenzione, è certamente perché non riceve più abbastanza nutrienti. Questo può essere dovuto a vari residui che si sono accumulati sulla superficie del prato e che hanno finito per formare uno strato spesso che impedisce all’acqua di raggiungere il suolo. Questo strato si chiama infeltrimento ed è composto da radici intrecciate, erbe e foglie morte. Il feltro può anche essere muschio che si è formato a causa dell’umidità e dell’acidità del terreno. In questo caso, non solo impedisce all’acqua di passare correttamente, ma impedisce anche all’aria di circolare correttamente tra le foglie. Questo fa sì che il tuo giardino si deteriori rapidamente. Inoltre, poiché l’acqua non viene assorbita dalle radici, si accumula e favorisce ulteriormente la putrefazione del prato.

Quindi, per evitare che questo strato di paglia danneggi il vostro prato, dovrebbe essere rimosso non appena diventa troppo presente. Tuttavia, poiché ci vuole tempo per formarsi, la scarificazione è necessaria solo due volte all’anno al massimo. Se fate più di questo, il vostro prato non ne trarrà beneficio, poiché danneggerete il suolo e il fogliame esistente.

Inoltre, la scarificazione è ideale solo quando il terreno non è né troppo secco né troppo umido. Pertanto, dovrebbe essere fatto all’inizio della primavera, verso marzo, per rimuovere i vari detriti accumulati durante l’inverno. E in autunno, intorno al mese di ottobre, prima delle prime gelate. In questo caso, dovrebbe essere fatto per limitare l’accumulo di residui durante l’inverno. Tuttavia, non ci sono regole precise riguardo al momento giusto per effettuare questa operazione. Se notate che il vostro prato è soffocato dal muschio, potete effettuare una scarificazione senza indugio. Tuttavia, se è ancora in buone condizioni, questa procedura non sarà necessaria, poiché sarà principalmente mirata a rinnovare il vostro prato. Se il vostro prato ha meno di 3 anni, probabilmente non avrà bisogno di scarificazione.

Questa tecnica consiste semplicemente nel rimuovere gli strati di muschio e paglia che soffocano il prato. Dopo questo processo, l’erba sarà in grado di assorbire le sostanze nutritive di cui ha bisogno per recuperare gradualmente il suo precedente verde. Inoltre, la scarificazione costringe l’erba a rinnovare le sue radici invece di crescere in lunghezza. Diventerà così più resistente.

Le fasi della scarificazione

Prima di effettuare una scarificazione, bisogna fare alcuni passi. E una volta che l’operazione è completata, ci sono ulteriori passi da fare per finalizzare la manutenzione del vostro giardino.

Per cominciare, una volta scelto il momento giusto, dovrete falciare il vostro prato a un’altezza di circa 2 cm. Poi, dovrai regolare il tuo arieggiatore in modo che raschi il terreno solo fino a una profondità massima di 4 cm. Se la scarificazione è troppo profonda, il processo potrebbe strappare le radici invece di aerarle. Per ottenere i migliori risultati, scarificate il vostro giardino nel senso della lunghezza e poi nel senso della larghezza per evitare di trascurare o di scarificare superficialmente alcune zone.

Una volta che i rifiuti sono stati rimossi, non resta che raccoglierli usando un tosaerba con una scatola di raccolta o uno strumento simile. Tuttavia, bisogna sapere che il rendimento delle scarificatrici dotate di un bidone per aspirare i detriti è generalmente scarso. Pertanto, non sono sempre raccomandati.

I rifiuti dopo la scarificazione possono essere lavorati per fare il compost. E i pochi residui rimasti possono essere usati come fertilizzante naturale per far crescere di nuovo l’erba. Tuttavia, questo non è sempre sufficiente, poiché è probabile che alcune aree siano completamente nude dopo la scarificazione. In questo caso, è necessario spargere del fertilizzante su queste aree in modo che possano ricrescere. Infine, evitate di calpestare il vostro prato per alcuni giorni dopo la scarificazione in modo che possa riprendersi correttamente. E non dimenticare di annaffiarlo regolarmente.

Gli strumenti da avere per la scarificazione

È possibile scarificare manualmente con strumenti semplici, ma questo può essere molto faticoso. Se la superficie del vostro prato è abbastanza grande, le attrezzature motorizzate saranno più efficienti e raccomandate.

In questo caso, dovete sapere che una macchina scarificatrice sembra a prima vista un tosaerba. La differenza è principalmente nel modo in cui funziona. Un tosaerba taglia l’erba orizzontalmente, mentre la macchina che scarifica il prato gratta la superficie verticalmente per rimuovere il muschio.

Se il vostro prato ha una superficie inferiore ai 50 metri quadrati, allora gli strumenti di base possono fare il lavoro perché ci sarà poco muschio sulla superficie. Tutto quello che dovete fare è raschiare l’erba con un rastrello, senza raggiungere le radici in questo caso, per rimuovere i vari residui che si sono accumulati.

Altrimenti, per una superficie fino a 500 m², un arieggiatore elettrico è più adatto. Questa limitazione è dovuta principalmente al fatto che il dispositivo deve essere alimentato da un cavo elettrico. Se avete delle prese di corrente che gli permettono di lavorare su più di 500 m², allora potete usarlo senza problemi su una superficie più grande. Il vantaggio di usare questo tipo di dispositivo è che ci sarà meno sforzo da fare, soprattutto perché è un arieggiatore facile da usare. Tuttavia, non bisogna trascurare il rumore assordante che emette questo tipo di dispositivo.

Per aree più grandi di 500 m², un arieggiatore termico è la soluzione migliore. Questi modelli funzionano a benzina e non richiedono un cavo di alimentazione elettrica. Hanno quindi un raggio d’azione più ampio e il vantaggio di essere più potenti. Poiché la scarificazione non è molto frequente, il costo della benzina per questo tipo di macchina non sarà significativo.

Dovete anche sapere che, a seconda del modello, l’arieggiatore può essere dotato di un utensile di taglio a pettine o a coltello. L’attrezzo a forma di pettine rimuove solo il muschio sotto la superficie, mentre l’attrezzo a forma di coltello arieggia anche il terreno.

Come si usa un arieggiatore ?

Nel corso del tempo, il prato deve essere tagliato e ripulito dalle erbacce e dalle foglie morte. Questo dipende dalla qualità e dalle dimensioni del giardino. Qui di seguito abbiamo determinato per voi il modo migliore per prendersi cura del vostro prato e i modelli giusti di attrezzature per dargli vita.

Utilizzare sempre l’arieggiatore su un giardino di medie dimensioni

Prendete in considerazione le dimensioni del giardino da falciare. Con questo apparecchio non dovrete passare più volte sul prato perché ha un vassoio di raccolta per non dover pulire dopo. L’arieggiatore elettrico è uno strumento che serve ad arieggiare l’erba e offre diverse possibilità per la manutenzione del prato senza danneggiarlo.

Innaffiare sempre il prato

Per poter guidare sull’erba, ricordatevi di innaffiarla. Questo renderà più facile l’opacizzazione del terreno. Fate questo un paio di giorni prima di voler passare la macchina sul prato in modo che non ci siano difficoltà durante il compito. L’attrezzatura sarà quindi in grado di muoversi facilmente su una superficie di erba morbida.

Considerare le dimensioni del giardino

La scelta della macchina dipende dalle dimensioni del prato. Per un prato di non più di 50 m², non è necessario spendere molti soldi per un modello sofisticato. Un apparecchio portatile leggero con una larghezza di lavoro di 32 cm e 11 lame per scarificare meglio il giardino sarà sufficiente.

Considerare sempre la lunghezza del manico

Quando si sceglie un attrezzo, bisogna sempre considerare la lunghezza del manico, che spesso è tra 150 cm e 180 cm. C’è una grande differenza tra un arieggiatore elettrico e uno manuale, poiché quest’ultimo richiede l’esercizio dei bicipiti. Più il manico è corto, più è difficile raggiungere i rami alti.

Ottenere un prato sano

Se avete un tosaerba termico, potete passarlo sull’erba leggermente umida e avrete un prato nuovo di zecca. Preparate bene l’area prima di passarci sopra l’attrezzo, in modo da non fare il lavoro due volte. Non dimenticare di usare l’attrezzo giusto per l’area che stai falciando.

Prova a usare diversi tipi di scarificatori

Anche se queste macchine tagliano solo il prato, possono dare una visione completamente diversa del giardino a seconda del tipo di macchina. Che sia elettrico, termico o manuale, ogni strumento fornisce un risultato unico e tipico in ogni categoria.

Assicurarsi sempre che i rifiuti vengano raccolti

Dopo aver fatto funzionare la macchina, controllare che i rifiuti siano conservati nel bidone. Anche dopo un piccolo ritocco, ripetete lo stesso movimento, indipendentemente dalle dimensioni dell’area, perché semplicemente muovendo l’arieggiatore avanti e indietro si assicura che tutti i detriti siano rimossi e che il prato sia ben aerato.

Conserva il tuo arieggiatore per diversi anni

Per evitare di danneggiare le lame ogni volta che la usi, assicurati sempre di liberare il tuo prato da ghiaia e pietre prima di far camminare la macchina su di esso. Questi ostacoli si impigliano nelle lame e possono anche sensibilizzare il motore.

Le marche più popolari

Anche se pulite spesso il vostro prato, le radici delle piante e i rifiuti delle foglie si accumulano nel tempo e formano uno strato di paglia che soffoca il vostro prato e ne ostacola la crescita. Per rimediare a questo, si usa un arieggiatore per tagliare il prato e permettere all’acqua, al fertilizzante e all’aria di raggiungere le radici. Nella tua ricerca, questi pochi nomi vengono fuori spesso.

BOSCH

Bosch ha fatto molta strada dal novembre 1886, un viaggio pieno di impegno sociale e innovazione. A quel tempo, l’officina di meccanica di precisione ed elettrotecnica, senza contare il suo fondatore Robert Bosch, aveva solo due dipendenti. Oggi, le sue attività si estendono oltre i confini della Germania e rendono felici molte persone in tutto il mondo. Molti vedono il marchio come uno dei principali produttori mondiali di utensili per il fai da te.

Il marchio non è specializzato solo nel fai da te. Progetta anche attrezzature per la manutenzione del giardino come l’arieggiatore. I suoi modelli moderni hanno un aspetto fantastico e ispirano prestazioni a prima vista. Dai prodotti in acciaio a 14 lame a quelli a 10 lame a doppio artiglio, sono tutti sinonimo di robustezza e di un lavoro ben fatto.

EINHELL

Einhell è riuscita a sopravvivere tutti questi anni grazie a una politica di gestione ben gestita, a una produzione controllata e a un’alta qualità di prodotti e servizi. Per citare solo un esempio, la tendenza di Einhell a utilizzare prodotti riciclati per i suoi imballaggi ha già ridotto notevolmente i suoi costi di produzione.

Il fatto che i suoi prodotti siano dedicati a diverse categorie di consumatori, cioè per uso domestico attraverso la gamma Classic/Home, e per uso professionale attraverso Expert, è ben pensato per orientare il consumatore all’acquisto. Come la maggior parte dei suoi prodotti, i suoi scarificatori sono venduti a prezzi accessibili. I modelli elettrici sono più leggeri di quelli della concorrenza e più maneggevoli nonostante un vassoio di raccolta ingombrante. Le sue macchine sono anche regolabili per un maggiore comfort. Il marchio vende anche modelli termici e cordless.  

AL-KO

Il nome Al-Ko, per chi non lo sapesse, deriva da Alois Kober, il suo fondatore. Questo grande gruppo ha iniziato come un modesto negozio di fabbro a Großkötz (Germania) nel 1931. Oggi, ha diverse filiali, tra cui GardenTech, che è anche ben noto per la cura del giardino e le attrezzature elettriche. E se i condizionatori d’aria e i ventilatori sono i prodotti che fanno parlare di più il marchio, dovete sapere che produce anche attrezzature per il giardinaggio.

La sua esperienza nelle macchine automobilistiche può essere vista nel design della sua gamma di scarificatori Combi Care Comfort. Abbiamo anche la gamma Basic Care Classic e Powerline. In tutti loro, notiamo la presenza di modelli elettrici e termici.

GARDENA

Pompe per l’acqua, pistole per innaffiare, attrezzature per la manutenzione del giardino, attrezzature domestiche, Gardena ha conquistato molte famiglie attraverso i suoi prodotti. La sua gamma di prodotti è davvero molto ricca e comprende varie innovazioni per il giardinaggio di alta qualità. I prodotti Gardena non sono venduti solo in Francia, ma anche in più di cinquanta paesi.

Gli arieggiatori Gardena hanno un design particolarmente compatto e limitato per facilitare la gestione da parte dei proprietari, che si tratti dei piccoli modelli con tecnologia Combisystem per la rimozione del muschio o degli arieggiatori a rastrello per il rastrellamento dei rifiuti. Ci sono anche scarificatori elettrici tradizionali.

MAKITA

Makita non può mancare nella lista delle marche più popolari di utensili elettrici. Secondo molti, è addirittura tra i più grandi produttori del mondo. La sua specializzazione nella riparazione e vendita di trasformatori e motori elettrici ha portato allo sviluppo di diversi prototipi di macchine potenti e robuste intorno al 1950. Da allora, ha registrato 600 brevetti, che è un record rispetto ai suoi concorrenti.

La sua gamma di arieggiatori Aparoli ha avuto un enorme successo tra i giardinieri amatoriali e professionali. Sono disponibili in diverse potenze da 1300 a 1800 W.

Share on facebook
Facebook
Share on google
Google+
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest