Una tempesta di freschezza per le donne di New York

FUS

La spensierata e irresistibile Emma Raducanu (18) della Gran Bretagna e Leylah Fernandez (19) del Canada hanno raggiunto la loro prima finale del Grande Slam giovedì.

Emma Raducanu (WTA 150) ha sconfitto la greca Maria Sakkari (No. 17) 6-1 6-4 nella seconda semifinale. Ha sconfitto la n. 11 Belinda Bencic nei quarti di finale per diventare la prima giocatrice della storia a raggiungere questa fase di un major.

“Sono in finale e non posso crederci”, ha detto il londinese raggiante dopo un altro display magistrale. È anche la più giovane finalista del Grande Slam dai tempi della russa Maria Sharapova, che aveva 17 anni nel 2004 a Wimbledon.

Leylah Fernandez (WTA 73), che si è rivelata al pubblico svizzero battendo Belinda Bencic in FedCup a Biel nel febbraio 2020, ha faticato molto di più contro Aryna Sabalenka (n. 2). Ha vinto 7-6 (7/3) 4-6 6-4 in 2h21′ contro la bielorussa.

Come nel terzo turno, quando ha fatto scalpore eliminando la campionessa in carica Naomi Osaka (n. 3), nonostante fosse a due punti da una vittoria che tutti si aspettavano, come negli ottavi e nei quarti di finale, quando si è sbarazzata di Angelique Kerber (n. 16) ed Elina Svitolina (n. 5), si è arresa nel terzo set.

Una prima dopo Hingis-Williams
Raducanu contro Fernandez è la prima finale tra “adolescenti” in un major dagli US Open del 1999. Serena Williams, allora 17enne, ha battuto Martina Hingis di San Gallo per vincere il suo primo titolo del Grande Slam. Auguriamo loro la stessa gloriosa carriera.

Nel frattempo, un nuovo campione dovrà aggiungere il suo nome alla lista dei vincitori di sabato. E mentre Emma Raducanu sembra la più impressionante, essendo venuta da così lontano dietro per farcela attraverso ogni round con tale facilità e autorità, Leylah Fernandez ha mostrato una forza di carattere non comune in situazioni compromesse che non può essere sottovalutata.

Share on facebook
Facebook
Share on google
Google+
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest